Collegati con noi

Sport

Ancora il saluto militare dei giocatori della Turchia: da Parigi la richiesta di un intervento Uefa

Marina Delfi

Pubblicato

del

Lo hanno rifatto. Incuranti degli occhi del mondo puntati su di loro i calciatori della nazionale della Turchia hanno reiterato il saluto militare dopo la partita con la Francia nello Stade de France rivolto ai loro tifosi.

Una vicenda che ha indignato il ministro dello Sport Roxana Maracineanu tanto da farle scrivere su Twitter:”I giocatori turchi hanno rovinato gli sforzi fatti per garantire il corretto svolgimento della gara con quel gesto contrario allo spirito sportivo”. L’ex campionessa di nuoto oggi ministro ha aggiunto: “Che l’Uefa sanzioni in modo esemplare”. Alla partita il presidente Macron ha preferito non andare.
Per i calciatori della Turchia si è trattato di un modo per solidarizzare con il loro esercito come avevano fatto già dopo la partita con l’Albania. Uno per tutti il milanista Calhanoglu: “Siamo al 100 per cento con la nostra gente”.

Advertisement

Sport

Conte difende la sua Inter e rilancia: la squadra sta bene, su Eriksen troppa ansia

Avatar

Pubblicato

del

L’Inter riparte con l’Europa. Lo fa con una squadra rimaneggiata dal turnover e dalle assenze con la concreta possibilita’ di vedere Christian Eriksen dal 1′, diciassette giorni dopo la prima e unica volta. ”Sara’ titolare? Lo decidero’ domani dopo la rifinitura – resta vago Antonio Conte -. Vedo troppa ansia. Da parte nostra c’e’ grande serenita’, il giocatore vuole mettersi a disposizione: siamo sereni. Se sto studiando qualcosa per lui? Al massimo sto ristudiando l’inglese”. Tra qualche battuta e un po’ di pretattica, Conte cerca di minimizzare il problema della gestione del danese. L’Inter deve ritrovare la normalita’ e non c’e’ miglior medicina che la vittoria nei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets. Cosi’ si volta pagina dopo il ko nello scontro scudetto dell’Olimpico e l’Inter puo’ ritrovare lo slancio nella corsa al titolo.

”La squadra sta bene, affrontera’ la partita nella giusta maniera. Non c’e’ motivo per cui la squadra debba stare male. Quella contro la Lazio e’ una sconfitta che brucia – ammette l’allenatore nerazzurro – ma per il risultato finale e non per la prestazione che e’ stata buonissima contro una Lazio che e’ una delle squadre piu’ in forma del campionato. Si riparte con le nostre convinzioni, la voglia di fare e di lavorare”. In Bulgaria giochera’ un’Inter nuova, stravolta dai riposi forzati e dagli infortuni. Indisponibili Bastoni, Sensi, Gagliardini, Esposito, Handanovic e Brozovic. Assente anche Skriniar. ”Brozovic e’ rimasto a Milano perche’ continua ad accusare problemi alla caviglia. In questi due giorni non si e’ allenato – spiega Conte – e ha un programma specifico per tornare al 100%. Non c’e’ neppure Skriniar, non avrebbe comunque giocato e deve recuperare dei lavori che non ha fatto a causa dell’influenza”. L’allenatore assicura che ci saranno delle rotazioni, perche’ ”e’ inevitabile quando si gioca tanto in pochi giorni”. In porta ci sara’ Padelli, in difesa probabilmente Godin, Ranocchia – al fianco di Conte in conferenza – e D’Ambrosio. In attacco tornera’ probabilmente Sanchez, al fianco di Lautaro Martinez. Gli undici che scenderanno in campo sono chiamati a ”far bella figura perche’ vogliamo onorare la competizione”.

La mente pero’ e’ gia’ concentrata al campionato e lo dimostrano anche le scelte di formazione. I meno utilizzati hanno la chance di mettersi in mostra, come ricorda anche Ranocchia: ”Quando un giocatore fa parte dell’Inter, indossa questi colori e questo stemma, deve sempre avere ambizioni alte. L’altra faccia della medaglia e’ che dobbiamo migliorare tutti in campo e fuori. E’ una competizione importante, dobbiamo arrivare il piu’ lontano possibile. Intanto domani non sara’ facile. Se in campo c’e’ Padelli non cambia nulla. Io ho fiducia in tutti, questa e’ la base su cui costruire un gruppo vincente. Se e’ l’Inter piu’ forte in cui ho giocato? Lo spero, dobbiamo dimostrarlo. La stagione entra nel vivo”. E Vrba, allenatore del Ludogorets, promette che la sua squadra rendera’ dura la vita ai nerazzurri: ”I giocatori non hanno bisogno di motivazioni e non hanno paura di affrontare l’Inter”.

Continua a leggere

Sport

Wanda Nara: Icardi alla Juve? Non so dove andrà

Avatar

Pubblicato

del

”Icardi alla Juve? Non lo so proprio, non so se l’anno prossimo abiteremo a Milano o a Parigi, col calcio non si sa mai. Lui scegliera’ e noi lo seguiremo”: Wanda Nara, in un’intervista a Oggi, non si sbilancia sul futuro dell’attaccante argentino in prestito fino a fine stagione al Psg. Oggi Icardi, che compie 27 anni, sembra aver trovato il suo posto nella squadra francese ma il suo destino resta ancora un’incognita. Sara’ la moglie e agente Wanda Nara ad aiutarlo a scegliere: ”E’ difficile che capiti di discutere perche’ conosco davvero molto bene Mauro e so esattamente cosa vuole come calciatore e che cosa lo fa stare bene come uomo. Il fatto che io lo accompagni nelle sue scelte come moglie e procuratrice per lui e’ una sicurezza in piu’…”.

Continua a leggere

Sport

F1, l’Alfa Romeo svela la C39 per il Mondiale 2020 con Raikkonen e Giovinazzo

Avatar

Pubblicato

del

Nello stesso giorno della Haas e poco prima del via dei test a Barcellona, l’Alfa romeo Racing ha tolto i veli dalla nuova monoposto per il Mondiale 2020. La C39 di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi e’ stata ufficialmente presentata sul tracciato del Montmelo dove dal oggi al 21 febbraio e dal 26 al 29 i collaudi serviranno ai team per ottenere i primi dati in vista dell’inzio della stagione a Melbourne il 15 marzo. Il primo a scendere in pista sara’ pero’ Robert Kubica, che dopo l’addio alla Williams e’ diventato collaudatore Alfa e partecipera’ anche al campionato DTM. Seconda stagione da titolare nell’Alfa per il pilota di Martina Franca Giovinazzi: l’esperienza accumulata e il 17 posto con 14 punti del 2019 sono un punto di partenza. Da migliorare, senza dubbio, ma la crescita di Giovinazzi c’e’ stata.

Continua a leggere

In rilievo