Collegati con noi

Milano

Guns N’Roses a San Siro: in 53 mila per Axl e Slash in grande forma

Pubblicato

del

C’era attesa per il ritorno dei Guns N’Roses a San Siro. E un po’ di ansia  per Axl che, per la voce, aveva dovuto dare forfait a Glasgow una settimana prima. Ansie divoranti visto che il management, con gli organizzatori di Live Nation, avevano impedito l’accesso alla stampa. Come se, nell’era dei social, in caso di disastri, questi non sarebbero subito emersi.
Ma niente di tutto questo è successo domenica: ormai puntuali come degli svizzeri Axl, Slash e gli altri (foto) sono comparsi allo stadio alle 20 davanti ai 53.ooo presenti. Il cantante con la voce gracchiante di sempre e il chitarrista eternamente uguale a sé stesso. Certo, nelle due ore e mezza, Axl si è dosato, lasciando spesso spazio all’altro ( a volte forse troppo). Ma poi ci sono stati i brani, grandi: perché i Guns hanno dato voce, sporca e rabbiosa, ai loser della Los Angeles caduta degli anni ’80. E, riascoltarli una volta ancora, dopo le tanti liti degli anni scorsi, è stato come tornare giovani.

Advertisement

In Evidenza

I Pink Floyd tornano con il video “Hey Hey Rise Up”, l’inno a sostegno dell’Ucraina: tra le prime immagini c’è anche Milano

Pubblicato

del

I Pink Floyd hanno scritto una nuova canzone, la prima in quasi 30 anni, per sostenere la popolazione ucraina. “Hey, Hey, Rise-Up!” uscira’ domani e sara’ usata per raccogliere fondi per cause umanitarie. Nel brano e’ inserita la voce du Andriy Khlyvnyuk, della band BoomBox, che canta a piazza Sofiyskaya a Kiev in ana clip diventata virale. “Noi, come molti, abbiamo sentito la furia e la frustrazione di questo atto vile di un paese indipendente, pacifico e democratico che viene invaso e il cui popolo viene assassinato da una delle maggiori potenze del mondo”, hanno detto i Pink Floyd su Twitter.

In un comunicato stampa, il leader della band David Gilmour ha detto di essere stato commosso dal video di Andriy Khlyvnyuk: “E’ stato un momento potente che mi ha fatto venire voglia di metterlo in musica”. I Pink Floyd avevano gia’ ritirato le loro canzoni dai siti di streaming russi e bielorussi per protestare contro l’invasione. L’immagine che accompagna la canzone e’ un girasole, ed e’ stata ispirata da un video virale che mostra una donna ucraina che insulta due soldati russi armati, dicendo: “Prendete questi semi e metteteveli in tasca. In questo modo i girasoli cresceranno quando tutti voi riposerete qui”. Il nuovo brano rappresenta la prima musica originale dei Pink Floyd da “The Division Bell” del 1994.

Continua a leggere

Cronache

Pregiudicato freddato in strada nel Milanese

Pubblicato

del

Un omicidio plateale, per strada, un agguato in piena regola e in stile mafioso, una esecuzione che ha fatto ripiombare Buccinasco, paese satellite di Milano, negli anni bui della guerra di mafia: questo e’ stato, stamani, l’omicidio di Paolo Salvaggio, 60 anni, pregiudicato per droga e con contatti sia in ambienti ‘ndranghetistici sia in quelli della Sacra Corona. L’uomo e’ stato freddato con tre colpi, l’ultimo dei quali quando era gia’ a terra agonizzante. Salvaggio era in strada sulla sua bicicletta, quando e’ stato avvicinato, al semaforo tra via della Costituzione e via Morandi, da uno scooter da cui sono stati esplosi i primi colpi, a distanza ravvicinata, che lo hanno raggiunto a testa e spalla, e poi, quando era a terra, il killer gli ha sparato ancora al viso. Ricoverato in arresto cardiaco all’Humanitas di Rozzano (Milano), e’ deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale. L’uomo, con precedenti per droga e gia’ coinvolto in importanti passate inchieste sul territorio, si trovava agli arresti domiciliari presso la casa dell’ex moglie, e aveva un permesso per uscire due ore alla mattina, dalle 10 alle 12, proprio nell’orario in cui e’ stato seguito, raggiunto e ucciso, a due passi da un parco pubblico, prima che arrivasse a un piccolo bar dove era solito recarsi: modalita’ che fanno pensare a un agguato pianificato, anche se tutte le ipotesi sono al momento aperte da parte dei Carabinieri del Comando provinciale di Milano che indagano sull’episodio. “Immagino sia stato ucciso da professionisti – ha detto il sindaco Rino Pruiti – che quando era a terra gli hanno sparato un ultimo colpo alla testa” senza lasciargli scampo. “Adesso bisogna capire perche’ dopo decenni qui si ricomincia a sparare – ha aggiunto – Evidentemente sono saltati gli equilibri fra le famiglie” della criminalita’ organizzata. “Sono decenni che pregiudicati e famiglie di mafia vivono qui. Lo diciamo da decenni. La proporzione di locali sequestrati alle mafie che abbiamo qui e’ piu’ alta che a Reggio Calabria, uno ogni mille abitanti” ha spiegato. Ma finora gli affari della criminalita’ organizzata erano rimasti sotto traccia: “L’ultimo morto ammazzato risale alla fine degli anni ’80”. Per questo dopo l’attentato “la preoccupazione e’ altissima”. Sul posto e’ giunto il pm di turno, Carlo Scalas. La famiglia della vittima e’ stata ascoltata dagli investigatori. I filmati delle telecamere della zona acquisiti dagli investigatori dell’Arma.

Continua a leggere

In Evidenza

Mentre a Napoli si chiacchiera a Milano Sala presenta la giunta

Pubblicato

del

Una giunta composta da dodici assessori, sei uomini e sei donne, di cui due hanno meno di 30 anni, provenienti dai partiti con l’esclusione di due tecnici. E’ questa in sintesi la squadra di governo presentata dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, durante una conferenza stampa a cinque giorni dal voto. Il Pd, forte del suo risultato elettorale alle elezioni, ha sei assessori: la vice sindaca Anna Scavuzzo che ha anche le deleghe a Istruzione e Rapporti con il Consiglio comunale, Piefrancesco Maran, il recordman di preferenze italiano, a Casa e Piano quartieri, a Welfare e Salute c’e’ Lamberto Bertole’ ex presidente del Consiglio comunale, alla Mobilita’ Arianna Censi che e’ stata vice sindaca della Citta’ metropolitana, ai Servizi Civici la giovanissima Gaia Romani di 25 anni, alla Sicurezza torna Marco Granelli che ha gia’ ricoperto quel ruolo con Giuliano Pisapia. I due tecnici sono alla Cultura Tommaso Sacchi, attuale assessore a Firenze mentre alla Rigenerazione urbana arrivera’ un dirigente del Comune Giancarlo Tancredi. Dalla lista civica del sindaco arrivano Emmanuel Conte che avra’ la delega al Bilancio e Patrimonio immobiliare e Martina Riva (28 anni), che lavorera’ allo Sport, Turismo e Politiche giovanili. Alessia Cappello di Italia Viva, che era candidata nella lista dei Riformisti, sara’ al Lavoro e sviluppo economico, mentre l’assessorato a Verde e Ambiente e’ di Elena Grandi, co portavoce nazionale dei Verdi.

La prima seduta della giunta, come ha spiegato Sala, si potrebbe tenere gia’ mercoledi’ della prossima settimana. “E’ una giunta equilibrata, io sono contento – ha commentato -. E’ ovvio che ci sono discussioni con i partiti ma se si arriva a decidere in cinque giorni parliamo di questioni gestibili. Credo di essere riuscito nell’intento di cambiare perche’ fare l’assessore e’ un lavoro faticoso e quindi e’ importante tirare fuori forze fresche, abbiamo solo tre assessori della giunta precedente”. Inoltre secondo il sindaco nella squadra c’e’ “equilibrio tra le forze politiche. Cercheremo di fare la prima giunta gia’ mercoledi’ per partire a spron battuto. La lista ha componenti giovanili anche in termini di esperienza e quindi ho ritenuto di non privarmi della capacita ed esperienza di Marco Granelli e Piefrancesco Maran”. Per il suo secondo mandato Sala ha deciso di confermare il suo direttore generale, Christian Malangone, e il capo di Gabinetto, Marino Vanni.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto