Collegati con noi

Cronache

Il boss Michele Zagaria sarà processato per minacce ad agenti, medici e direttore del carcere di Opera a Milano

Pubblicato

del

Nuovo rinvio a giudizio per il padrino dei casalesi Michele Zagaria. Questa volta non si tratta di accuse per reati di camorra. Le accuse per le quali il padrino dei Casalesi è stato rinviato a giudizio dinanzi al giudice monocratico di Milano sono legate ad una serie di condotte illecite all’interno del carcere di Milano Opera dove è stato detenuto prima del suo trasferimento, ad agosto, al penitenziario de L’Aquila. Si tratta di aggressioni ad agenti della Polizia penitenziaria, minacce e danneggiamenti a telecamere e finestre. Tra il 5 ed il 19 maggio dello scorso anno Zagaria, recluso dal 7 dicembre 2011, ovvero da quando finì la sua latitanza, ha picchiato, danneggiato, dispensato minacce. Intimidazioni come quelle rivolte ad un agente del penitenziario milanese: “Se quel rapporto esce dalla sezione io prendo 15 giorni di isolamento…deve cancellare dal rapporto la parte dove io le dico di avvicinarsi di più al cancello della cella per aggredirla, oppure deve strappare il foglio”, ma anche minacce a psichiatri ed al direttore del carcere. Tra le contestazioni anche l’aver dato due schiaffi ad un poliziotto penitenziario, l’aver rotto la telecamera che lo monitorava con un bastone e la finestra della sua cella. Tutte accuse per le quali la Procura di Milano ha disposto il rinvio a giudizio con immediato, con i processi, che saranno trattati singolarmente, che prenderanno il via dal prossimo marzo. 

Advertisement

Cronache

Avvocati di Milano, ‘Tribunale delle imprese a rischio collasso’

Pubblicato

del

La Sezione specializzata in materia d’impresa del Tribunale di Milano, e in particolare la sezione A, “è a rischio collasso”, anche perché ci sono solo “quattro magistrati attualmente in organico”, mentre “ne occorrerebbero il triplo per poter far fronte all’allargamento delle competenze e al solo fatto che l’80% delle aziende italiane fa riferimento per le controversie in tema di antitrust” ai giudici milanesi. La denuncia arriva dall’Ordine degli Avvocati di Milano, secondo il quale sono “necessari investimenti per garantire continuità e fluidità in un contesto sempre più strategico”, anche perché in queste condizioni i “tempi della giustizia” al Tribunale delle imprese sono “fortemente rallentati”. E in gioco c’è “la competitività delle nostre imprese” ed è “a rischio il confronto con il Tribunale Unificato dei Brevetti”.

Serve anche “la necessaria competenza e specializzazione che deve essere garantita con il superamento del limite della permanenza di dieci anni nel ruolo da parte dei magistrati”. Il consiglio dell’Ordine degli avvocati ha realizzato, dunque, una “delibera per evidenziare i necessari investimenti in termini di risorse umane e le opportune valutazioni relative alla specificità della materia”. Per il presidente dell’Ordine, Antonino La Lumia, “oggi la situazione è grave e insostenibile” ed è “necessario un intervento urgente”.

Continua a leggere

Cronache

Grosso incendio a Striano, in fiamme l’industria dolciaria Ambrosio

Pubblicato

del

Un incendio di vaste proporzioni è scoppiato a Striano, in provincia di Napoli: a fuoco un’industria dolciaria, la Ambrosio, a viale Vecchie. I carabinieri e i vigili del fuoco stanno intervenendo sul posto. Una grande nube nera è visibile da chilometri di distanza.

Continua a leggere

Cronache

Crolla solaio in ufficio postale a San Giuseppe Vesuviano

Pubblicato

del

Nel primo pomeriggio i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata insieme a quelli della locale stazione sono intervenuti nell’ufficio postale di via Provinciale Passanti a San Giuseppe Vesuviano per la segnalazione di un crollo del solaio. Il danno è risultato essere di lieve entità e fortunatamente l’ufficio era chiuso.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto