Collegati con noi

Ben'essere

“Food & Ball” é il nuovo ristorante di Arek Milik: un locale per appassionati di calcio e di buon cibo in Polonia.

Pubblicato

del

Quando se ne parlò per la prima volta era ancora in costruzione adesso è tutto pronto per l’inaugurazione del 27 novembre, la data scelta da Arkadiusz Milik per l’apertura del suo ristorante Food & Ball.

Con due amici-soci Milik ha seguito le orme di Lewandoski, ed è entrato nel mondo della ristorazione. Il locale che è appena stato costruito é a Katowice, una città a est di Cracovia, nella provincia della Slesia, nel sud della Polonia, praticamente casa del l’attaccante del Napoli. Fin da piccolo Arek che è nato a Tychy  prendeva il bus e andava ad allenarsi a Katowice, a pochi chilometri.

Il ristorante, 500 metri quadrati con terrazza, dove saranno serviti anche piatti della cucina napoletana è all’interno di una moderna galleria commerciale. Secondo i giornali polacchi che si occupano di economia Milik sarebbe comproprietario di due società, Inkunzi e Kingvestment. Inkunzi si occupa del settore della ristorazione, Kingvestment di sviluppo immobiliare. 

Il ristorante punta ad accogliere gli appassionati di calcio che possono seguire le partite e gli eventi collegati attraverso maxi schermi.

Advertisement

Ben'essere

L’ultima di Zuckerberg, un dispositivo che legge gli impulsi elettrici del cervello e può correggerli in tempo reale

amministratore

Pubblicato

del

Come un pacemaker, un dispositivo può leggere gli impulsi elettrici del cervello legati ai movimenti e correggerli in tempo reale. A realizzarlo e testarlo su alcune scimmie e’ stato un gruppo di ricercatori finanziati dalla fondazione di Mark Zuckerberg, creata insieme alla moglie con l’obiettivo ambizioso di ‘curare tutte le malattie’ con un budget di oltre cinque miliardi di dollari. L’esperimento e’ stato descritto su Nature Biomedical Engineering, e apre la strada a terapie di malattie come il Parkinson. Il dispositivo si chiama ‘Wand’, ed e’ stato realizzato dall’universita’ di Berkeley e dalla start up privata Cortera. Il ‘pacemaker cerebrale’ puo monitorare il segnale di 128 punti diversi del cervello, su cui sono piazzati degli elettrodi, riuscendo a influenzarli a sua volta con una scarica.

 

Il processo e’ regolato da un algoritmo in grado di separare il segnale proveniente dal cervello da quello ?di ritorno? generato dallo stesso dispositivo, uno dei principali problemi da affrontare. Nel test le scimmie dovevano muovere un joystick per seguire un obiettivo su uno schermo. ‘Wand’ si e’ dimostrato in grado di capire in anticipo quando gli animali stavano per compiere il gesto e di fermarlo con una scarica elettrica. “Questo dispositivo puo’ essere realmente innovativo – spiega Rikky Muller, ricercatrice dell’Universita’ di Berkeley e confondatrice dell’azienda, nonche’ inserita dal Mit nella lista degli scienziati under 35 piu’ innovativi – perche’ il soggetto e’ completamente libero di muoversi e la macchina puo’ capire da sola quando e come interferire con i movimenti. Un giorno potrebbe avere applicazioni per una serie di malattie che colpiscono i movimenti, inclusi i traumi della spina dorsale e l’epilessia”. Il progetto, spiega l’esperta, che ha ottenuto finanziamenti anche dal Darpa, il braccio scientifico del dipartimento della Difesa statunitense, e’ diverso da quello perseguito dalla stessa Facebook e da altri big, come Elon Musk, che mira invece a fare in modo che gli utenti riescano a comandare il computer con il cervello. Diversi gruppi di ricercatori stanno invece cercando il modo di interagire con il cervello per curare le malattie, ma e’ la prima volta che sembra possibile farlo senza apparecchi ingombranti che costringono i soggetti che li testano a restare ‘confinati’ in spazi ristretti.

Continua a leggere

Ben'essere

Al cenone di San Silvestro di Mimì alla Ferrovia c’è uno chef d’eccezione: è Nino Frassica

Pubblicato

del

Uno chef in più ai fornelli, e che chef…Un ospite d’eccezione si è unito alla brigata di cucina del Ristorante Mimì alla ferrovia: Nino Frassica, il poliedrico attore, comico e conduttore siciliano a Napoli per le riprese del suo nuovo film. Frassica ha lanciato la sfida agli chef del noto ristorante napoletano per la realizzazione del cenone che il ristorante partenopeo ha ideato per chiudere l’anno in bellezza. Una bella sorpresa per gli ospiti che arrivano da tutto il mondo nel ristorante della famiglia Giugliano.
Così tra una dritta culinaria e una condivisione di ricordi e aneddoti si saluta il 2018 con tanta energia positiva ed un sorriso in più….Ci resta un dubbio: come se la sarà cavata Nino Frassica ai fornelli?

Continua a leggere

Ben'essere

Tumore renale rimosso ad un paziente di 77 anni da 28 tra medici e infermieri dopo 12 ore nell’ospedale di Padova

Pubblicato

del

“La prima mondiale portata a compimento con successo da una task force di chirurghi dell’Azienda Ospedaliera di Padova chiude nel migliore dei modi un anno di successi della sanità veneta e costituisce un viatico di progresso scientifico non solo per il 2019, ma per gli anni a venire”. Con queste parole, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, saluta l’eccezionale intervento che, di fatto, ha chiuso il 2018, con il quale 28 professionisti, cardiochirurghi, chirurghi epatobiliari, cardioanestesisti, perfusionisti e infermieri hanno rimosso un tumore renale esteso al cuore in un paziente di 77 anni, utilizzando una nuova tecnica mininvasiva, senza dover aprire il torace, dopo 12 ore d’intervento. “Il nuovo anno – aggiunge Zaia – si aprira’ con una nuova frontiera varcata e altre, ne sono certo, lo saranno in futuro, perche’ la caratteristica di questi straordinari professionisti, oltre alle ben note capacita’ cliniche e chirurgiche, e’ quella di non arrendersi mai, cercando giorno dopo giorno qualcosa in piu’ del giorno prima per aiutare i malati, piu’ o meno gravi essi siano. Sono il simbolo della parola d’ordine di tutta la sanita’ veneta: mai fermarsi, aggredire le difficolta’ gettando in campo il 101%, non esiste la parola resa, almeno fino a che madre natura non decide di prendere il sopravvento sulle capacita’ dell’uomo”.

Continua a leggere

In rilievo