Collegati con noi

Esteri

Accordi post-Brexit, nuove azioni legali Ue contro Londra

Pubblicato

del

Relazioni tra Bruxelles e Londra sempre piu’ a carte bollate dopo che la Camera bassa del Parlamento britannico ha approvato il disegno di legge per eliminare alcune delle norme che regolano gli accordi commerciali post-Brexit. La Commissione europea ha annunciato quattro nuove iniziative legali (‘procedure di infrazione’) contro la Gran Bretagna per la mancata applicazione del Protocollo per l’Irlanda del Nord, l’intesa di fine 2020 necessaria a mantenere l’apertura del delicato confine terrestre tra l’Ulster (Gb) e la Repubblica d’Irlanda (Ue). “La riluttanza del Regno Unito a impegnarsi in discussioni significative dallo scorso febbraio” sul Protocollo e l’approvazione della nuova legge da parte dei Comuni, secondo l’esecutivo europeo, “vanno direttamente contro” la ricerca di soluzioni comuni. La procedura di infrazione puo’ arrivare fino al deferimento alla Corte di giustizia, con la possibile imposizione di multe. Al momento sono sette quelle lanciate dalla Commissione sulla mancata applicazione del Protocollo. Una piu’ datata era stata sospesa a novembre per facilitare una ricomposizione, ma e’ stata ripresa a meta’ giugno aggiungendone altre due. La controversa legge a cui la Camera dei Comuni britannica ha dato il via libera due giorni fa, e che potrebbe avere un percorso piu’ complicato alla Camera dei Lord, prevede il potere di disapplicare unilateralmente parti del Protocollo in caso di mancata intesa con Bruxelles su modifiche condivise. L’obiettivo e’ facilitare il movimento e dunque il commercio di alcuni beni dalla Gran Bretagna all’Irlanda del Nord. La posizione piu’ volte ribadita dall’Ue e’ invece che tale legge sia una violazione del diritto internazionale, il Protocollo non sia modificabile, e anzi parte integrante delle intese per la Brexit. Evita il ritorno di una frontiera fisica sull’isola d’Irlanda e protegge gli accordi di Belfast del Venerdi’ Santo 1998, garantendo al contempo l’integrita’ del mercato unico Ue. Le nuove procedure non si riferiscono comunque ai nuovi piani di Londra, ma puntano contro la mancata attuazione del Protocollo. L’Ulster e’ nel mercato unico e i beni in ingresso dovrebbero sottostare a controlli e procedure doganali, ma con l’intesa si e’ evitato il ripristino di un confine fisico. L’Ue parla del mancato rispetto da parte della Gran Bretagna dei requisiti doganali, di supervisione e controllo dei rischi sulla circolazione delle merci, che l’Ue associa ad un aumentato rischio di contrabbando. Di tematiche legate alle imposte indirette applicabili dal prossimo febbraio, o sin d’ora quanto ad alcol e bevande alcoliche, che l’Ue teme possa portare a minori riscossioni. E si chiedono azioni correttive per ripristinare il rispetto dei termini del protocollo dando a Londra due mesi per rispondere.

Advertisement

Esteri

Uomo armato in una scuola della Russia fa una carneficina, 6 morti e 20 feriti

Pubblicato

del

Sei persone sono rimaste uccise e altre 20 sono rimaste ferite in una sparatoria nella scuola n. 88 di Izhevsk. Lo ha riferito l’ufficio stampa del ministero dell’Interno della repubblica russa dell’Udmurtia, che su Telegram ha precisato che “la polizia ha trovato il corpo dell’uomo che ha aperto il fuoco. Secondo quanto riferito, si sarebbe suicidato. Al momento, si sa che sei persone sono morte e circa 20 ferite per le sue azioni, ma il numero delle vittime è in corso di aggiornamento”, In precedenza, il presidente dell’Udmurtia, Alexander Brechalov, aveva affermato che era stato ucciso un dipendente della scuola e che fra le vittime c’erano anche alcuni bambini. (Crc/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 26-SET-22 10:34 NNNN

Continua a leggere

Esteri

Russia, l’imprenditore pro-Putin ammette: ho fondato io la milizia Wagner

Pubblicato

del

L’uomo d’affari russo Yevgeny Prigozhin, considerato molto vicino al presidente Vladimir Putin, ha ammesso di aver fondato il gruppo di mercenari Wagner, confermando che unita’ della milizia privata sono attive in America Latina e Africa. Prigozhin, in un comunicato, spiega che fondo’ il gruppo per mandare combattenti nel Donbass nel 2014: “In quel momento, il primo maggio 2014, nacque un gruppo di patrioti, che piu’ tardi prese il nome di Btg Wagner”. L’imprenditore aveva in passato negato ogni collegamento con Wagner.

Continua a leggere

Esteri

Il premier polacco su Twitter: congratulazioni Giorgia Meloni!

Pubblicato

del

“Congratulazioni Giorgia Meloni!”. E’ il tweet con cui il premier polacco Mateusz Morawiecki esulta dopo gli exit poll delle elezioni italiane. Meloni e Morawiecki all’Eurocamera fanno entrambi parte del gruppo Ecr.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto