Collegati con noi

Economia

Piaggio Aero, ok da Commissione Difesa acquisto nove P180

amministratore

Pubblicato

del

Via libera in Commissione Difesa al Senato, relatore il senatore Pd Vito Vattuone – all’acquisto, da parte del Governo, di nove velivoli P180 di Piaggio Aerospace e all’ammodernamento di altri 19 velivoli sempre a cura di Piaggio. Lo rendono noto il Pd di Genova e Savona e la Cisl. Si tratta di un intervento di 143,5 milioni. “Adesso l’azienda comincia ad avere una prospettiva, dopo la crisi dei mesi scorsi. La maggioranza continua a lavorare per lo sviluppo di Piaggio”, afferma il Pd. “E’ un segnale positivo che però si deve tramutare velocemente in una commessa reale finanziata dal governo. Stiamo vivendo con preoccupazione e rabbia tutta la situazione dell’ex Ilva sulla, non vorremo trovarci di fronte a brutte sorprese dopo mesi di richieste precise sulle quali c’e’ in ballo il destino di migliaia di posti di lavoro” afferma il segretario della Fim Cisl Alessandro Vella.

Advertisement

Economia

L’Ilva di Taranto si ferma per sciopero, il giudice rigetta la richiesta di uso dell’Altoforno 2

Avatar

Pubblicato

del

Mentre Governo e ArcelorMittal tentano di individuare un percorso condivisibile per arrivare a un nuovo accordo sul turnaround dell’ex Ilva, tutti gli stabilimenti dell’ultimo colosso siderurgico italiano, sono fermi per lo sciopero indetto dai sindacati. E una tegola arriva in serata: il giudice rigetta la richiesta di proroga per l’attivita’ dell’Afo2 avanzata dai commissari al tribunale di Taranto. Questo tradotto vuol dire il possibile inizio delle operazioni di fermata degli impianti dal 13 dicembre. Anche se c’e’ un ulteriore spiraglio: fare ricorso al Tribunale del riesame. Intanto lo sciopero proclamato da Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm ha ottenuto adesioni che in alcuni casi sono del 100%, con il 90% a Taranto e l’80% a Genova e Novi Ligure. Lo sciopero e’ iniziato alle 23 di ieri e si concludera’ alle 7 di domani. Il messaggio dei sindacati a Governo e ArcelorMittal e’ sempre lo stesso “no esuberi”. Mentre Confindustria Taranto chiede al Governo di prevedere una “No tax Area” per l’area di Taranto. Da parte del Governo, il ministro dell’economia Roberto Gualtieri, intercettato davanti a Palazzo Chigi assicura a chi ha manifestato a Taranto: che in manovra e’ stato “approvato un fondo apposito” per sostenere il piano di sviluppo di Taranto.

Quanto all’Ilva, ha aggiunto: “stiamo definendo un piano molto ambizioso per il rilancio di Ilva e delle acciaierie, nel segno della sostenibilita’ e del lavoro”. Il ministro Stefano Patuanelli ribadisce l’obiettivo del Governo di fare dell’Ilva di Taranto “il primo esempio europeo di una riconversione sostenibile del siderurgico. Lo stato vuole poter entrare nello stabilimento – ha aggiunto dai microfoni di Radiouno – per controllare e garantire non solo la produzione ma anche le modalita’ di produzione e il rispetto dell’ambiente”. Dal Governo i sindacati si aspettano “una decisione chiara e netta sul risanamento ambientale, sulla tutela e garanzia dei livelli occupazionali e la continuita’ produttiva. Con o senza ArcelorMittal”, dice il segretario generale della Uilm Rocco Palombella.

I sindacati non si fidano di ArcelorMittal perche’, dicono, “e’ gravemente inadempiente rispetto all’accordo del 2018, e al Governo chiedono “una linea chiara”. La ricerca di creare un percorso definito e’ l’impegno di questi giorni nei contatti quotidiani fra Mise-ArcelorMittal-Commissari e fra i due ministeri ai quali il premier Conte ha affidato il compito di trovare una soluzione che, sembra ormai acquisito, avra’ una presenza dello Stato con una quota che permetta un controllo sull’effettiva realizzazione del piano. Il Piano di risanamento e sviluppo, che si sta delineando, avra’ una rete di protezione occupazionale di almeno 5 anni e vedrebbe l’Ilva di Taranto come parte essenziale di un piu’ ampio piano di rilancio della citta’ e dell’area di Taranto. La decisione del Tribunale di Taranto sull’uso dell’Altoforno 2, arriva dopo una serie di sequestri e dissequestri nell’inchiesta sulla morte dell’operaio Alessandro Morricella. I commissari chiedevano un anno di tempo per ottemperare alle prescrizioni di automazione del campo di colata. La decisione e’ del giudice Francesco Maccagnano, dinanzi al quale si svolge il processo sulla morte di Morricella, che si esprimera’ tra l’11 e il 12 dicembre.

Continua a leggere

Economia

Expo 2020 Dubai, al Padiglione Italia un asse con le imprese

amministratore

Pubblicato

del

L’Italia prova a fare sistema in vista dell’appuntamento con Expo 2020 Dubai, a dieci mesi dall’avvio della prima esposizione universale ospitata da un Paese del Medio Oriente, evento verso cui confluiranno 25 milioni di visitatori ma su cui accenderanno i propri fari anche tanti investitori da tutto il mondo. Il Commissario per l’Italia, Paolo Glisenti, ha siglato due protocolli di intesa, uno con le aziende italiane del settore life sciences e agroalimentare, rappresentate dai cluster Alisei e Clan, e uno con Assolombarda, con l’obiettivo di coinvolgerle nella costruzione di un evento che rappresenta una ‘vetrina’ importante per il nostro Paese e le sue eccellenze nel campo della nutrizione, della sicurezza alimentare e della salute.

La collaborazione con Alisei e Clan “apre la strada a un partenariato” con imprese, universita’ e centri di ricerca “che potranno fare della partecipazione del sistema agroalimentare e di ricerca italiano un pilastro dell’Esposizione Universale di Dubai” ha dichiarato Glisenti in occasione della firma dei protocolli con Diana Bracco (Alisei), Luigi Scordamaglia (Clan) e Carlo Bonomi (Assolombarda). “Oggi – ha aggiunto – l’Italia puo’ davvero ambire a mostrare una leadership internazionale nella parte innovativa che mette insieme il meglio della ricerca scientifica, della salute con il meglio della produzione, della capacita’ tecnologica anche delle imprese agricole e alimentari”. Ma il protocollo impegnera’ la delegazione italiana anche a favorire contatti e relazioni tra le imprese tricolori e gli altri Paesi, allo scopo di non sprecare le “grandissime opportunita’ di business” legate a un evento che, secondo uno studio del Politecnico di Milano, potrebbe attrarre sull’Italia 1,6 miliardi di euro all’anno di investimenti in cinque anni. “L’Expo – ha spiegato Glisenti – sara’ visitata da grandi fondi di investimento, fondi sovrani, private equity. Credo che sara’ un’occasione davvero irripetibile per le nostre imprese”. Visione condivisa da Bonomi: con il protocollo d’intesa, ha affermato, “ci mettiamo a disposizione di Padiglione Italia convinti che Dubai 2020 sara’ una grande vetrina, una grande occasione per le nostre imprese che noi vogliamo sfruttare”.

Continua a leggere

Economia

Amazon acquisisce i diritti Tv delle partite di Champions in Germania

Avatar

Pubblicato

del

Amazon ha confermato di aver acquisito i diritti per trasmettere una selezione di partite di Champions League in Germania dalla stagione 2021-22. Un altro passo del gruppo sempre più proiettato al mercato dei diritti televisivi del calcio. Il pacchetto, aveva inizialmente rivelato il magazine DWDL.de, include alcuni match del martedì sera. In una dichiarazione, Amazon ha confermato di aver ottenuto i diritti per la sua piattaforma streaming Prime Video. “Siamo entusiasti di portare la Champions League ai nostri clienti in Germania”, ha commentato Alex Green, direttore esecutivo di Prime Video Sport Europa. La Germania è il più grande mercato al di fuori degli Stati Uniti per Amazon, che è entrato nel mercato dello streaming sportivo nel 2017 e da allora ha trasmesso importanti eventi sia nel calcio che nel tennis.

 

Continua a leggere

In rilievo