Collegati con noi

Sport

Moto, nei test in Qatar brillano sulla Yamaha sia Vinales che Rossi

Pubblicato

del

E’ l’ultimo appello prima del grande inizio. La pista di Losail accoglie i piloti della classe regina e i test in Qatar si aprono con il primato di Maverick Vinales su Yamaha. Il pilota di Roses, dopo aver dimostra un ottimo passo gara nelle prove malesi, dimostra di avere anche il giro secco e con il crono di 1:55.051s e’ il riferimento del sabato. Le veloci Ducati, regine della pista di Losail, sono dietro e piu’ lento di Vinales ma comunque in modalita’ primato, Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) come autore del secondo tempo. 1:55.159s il crono dello spagnolo che sin dalle battute iniziali e’ rimasto incollato alle posizioni di testa. Gia’ nelle prove malesi il barcellonese aveva impressionato come ritmo e conferma le ottime prestazioni provando nuovi pezzi. Terzo posto per Andrea Dovizioso (Ducati), con un ritardo di 0,3s. Nel caldo pomeriggio nel deserto i piloti lavorano da subito ai box e in pista, manca pochissimo all’inizio delle gare e tra i piu’ attesi c’e’ Jorge Lorenzo. Il maiorchino del team Repsol Honda entra in pista dopo lo stop per infortunio e l’operazione al polso. I suoi saranno passaggi solo per prendere confidenza con il mezzo e lavorare sull’assetto: alla fine e’ ventunesimo. “Indubbiamente ho fatto fatica – ha spiegato Lorenzo – non sono ancora al cento per cento. Non ho girato molto, ho provato diversi set-up e varie geometrie. Piu’ che altro abbiamo lavorato sull’ergonomia e ho tentato di stare il piu’ possibile in moto”. Le prime impressioni del numero 99 che promuove la potenza della moto. “Domani lavoreremo piu’ sui particolari”. Marc Marquez, suo collega di box, testa due moto con configurazioni diverse provviste ad esempio di due scarichi distinti. Il campione del mondo e’ fuori dalla top 5 e vittima di una scivolata di lieve entita’. Non il miglior Marquez si dice comunque soddisfatto anche per il recupero fisico dopo l’operazione alla spalla di dicembre (decimo tempo). Fanno benissimo i piloti Ducati e la prestazione ancora una volta e’ corale. Dietro a Desmo Dovi troviamo Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati Team) autore del quarto tempo ma detta il ritmo per lunghi tratti. A chiudere la top 5, Valentino Rossi. Il nove volte campione della scuderia Monster Energy Yamaha MotoGP non prova il time attack fino alle battute finali. Lavora sulla nuova M1 e sul passo gara, tentando di attaccare la vetta della tabella tempi quando la temperatura si abbassa e il grip aumenta. Chiudera’ a 0,55s dal collega di box. Curioso il siparietto di inizio prove con gli uomini della Casa ufficiale di Iwata impegnati nello studiare da vicino la squadra Ducati. Bene Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT), durante il pomeriggio il pilota VR46 Academy e’ stato vittima di una caduta. Nessun problema per lui ma a fine giornata perde contatto con i primi. Continua il grande lavoro nel box satellite Yamaha. Al suo posto, a brillare nella top 5 per alcuni passaggi anche il compagno di squadra Fabio Quartararo. Il transalpino sara’ il miglior rookie della giornata. Fa peggio questa volta Francesco Bagnaia (Alma Ducati Pramac). Dopo il secondo tempo nei test malesi, Pecco effettua un lavoro piu’ di preparazione alla gara. Per lottare contro il crono ci sara’ tempo. Passo in avanti significativo di Pol Espargaro. Il pilota Red Bull KTM Factory Racing resta nelle prime cinque posizioni e chiude come nono. La nuova Aprilia RS-GP entra in pista a Losail dopo la presentazione di ieri. Alex Espargaro e Andrea Iannone, rispettivamente 12/o e 13/o, lavorano con l’aiuto di Bradley Smith. Sulle moto di Noale anche una nuova carenatura e per i due piloti anche una caduta nel pomeriggio, ma senza nessuna conseguenza.

Advertisement

Sport

Conte vede un buon Napoli per un tempo, Mantova battuto

Pubblicato

del

Primo tempo positivo per il Napoli che batte 3-0 il Mantova nella seconda amichevole nel ritiro di Dimaro. Antonio Conte prova una formazione di 3-4-2-1, con Cheddira centravanti, con Politano e Lindstrom alle spalle, e un centrocampo con Anguissa e Iaccarino centrali e Mazzocchi e Spinazzola sulle fasce, mentre in difesa una chance per mostrarsi a Natan, con Rahmani e con Rafa Marin. Restano invece in fuori dalla squadra Osimhen, che aspetta la fine della trattativa con il Psg per salutare l’azzurro, e l’infortunato Cajuste. In campo Conte è conscio della stanchezza dei suoi ma vuole vedere, anche se a momenti, la pressione del Napoli sulla costruzione del Mantova, con Anguissa e Spinazzola che comandano bene contro la squadra di Possanzini, ex vice di De Zerbi e che lo scorso anno ha portato il Mantova alla promozione dalla C alla B. Il Napoli è determinato per mostrare che gli allenamenti di Dimaro stiano già facendo funzionare gli schemi del nuovo tecnico e trova il vantaggio dopo 4′, quando Iaccarino ruba palla al Mantova e passa a Politano, che vede subito Lindstrom che si inventa un preciso diagonale dell’1-0.

Il Napoli pressa, ha un bel dialogo a centrocampo tra Anguissa e Iaccarino, pronto a mostrarsi protagonista, e trova il raddoppio al 10′ quando Cheddira gira bene l’assist per Spinazzola che trova il tiro del 2-0, nella gioia dei 1600 tifosi. La partenza forte vede anche il 3-0 al 16′, quando Cheddira segna raccogliendo bene palla su angolo ed esulta in un match in cui si mostra, cercando posto anche sul mercato per un club in cui sia protagonista. In avvio di ripresa Conte inserisce Simeone per Cheddira, Rui per Spinazzola, Ngonge per Politano, Zerbin al posto di Mazzocchi, Ostigard al posto di Rafa Marin e Juan Jesus per Natan. In attacco Simeone entra con voglia, ha un paio di occasioni ma sbaglia e dopo un quarto d’ora soffre per un problema all’inguine ed esce, lasciando posto ad Ambrosino, poco prima che Conte inserisca Gaetano per Lindstrom. Nella ripresa le sostituzioni continuano, il ritmo cala e il risultato resta 3-0. Domani per il Napoli ultima giornata con doppio allenamento a Dimaro e partenza in serata per Napoli in vista dell’inizio il 25 luglio della seconda parte di ritiro a Castel di Sangro, in Abruzzo, dove Conte accoglierà anche i nazionali.

Continua a leggere

Sport

Tennis: Tsitsipas battuto, Berrettini in finale a Gstaad

Pubblicato

del

Matteo Berrettini ha raggiunto la finale del torneo Atp 250 di Gstaad (Svizzera) dopo aver battuto sulla terra rossa il greco Stefanos Tsitsipas, n.12 del mondo e primo favorito del seeding. Il romano ha vinto in due set (7-6, 7-5) una partita dominata dal servizio. Tsitsipas si era imposto in tutte e quattro le sfide precedenti. Domani Berrettini – che proprio a Gstaad, nel 2018, aveva vinto il suo primo titolo Atp – affronterà il francese Quentin Halys che nell’altra semifinale ha superato il tedesco Jan-Lennard Struff.

Continua a leggere

Sport

Su Tivusat le dieci partite del campionato di calcio di Serie A

Pubblicato

del

La nuova stagione del campionato di calcio di serie A si apre con una novità: tutte le 10 partite si potranno seguire su Tivusat con un abbonamento a Dazn. Si potrà seguire il campionato tramite il satellite da ogni parte d’Italia, anche nelle zone (come le comunità montane o le isole) dove internet e il digitale terrestre hanno difficoltà ad arrivare. Aumenta la scelta rispetto allo scorso anno, quando su Tivusat erano visibili solo 7 partite e diminuisce il costo.

L’accordo, sottoscritto da Dazn con Tivùsat, permetterà a tutti gli utenti della piattaforma satellitare italiana, che sono, o che diventeranno, abbonati Dazn, di assistere agli altri eventi trasmessi sui due canali dedicati (214 e 215:) una selezione di partite de La Liga Ea Sports, della serie A di basket e del volley. Oltre al grande calcio l’offerta gratuita di Tivusat comprende otto canali tematici in Hd: film cult, produzioni originali, serie di tendenza, cinema d’autore e fiction; i grandi film nazionali e internazionali, dai classici del passato ai successi di oggi e ai grandi broadcaster, fino a opere inedite di registi emergenti e a veri e proprio tesori restaurati; e infine i classici dell’investigazione e dell’erotismo all’italiana. E naturalmente teatro, musica, documentari e tante rubriche. Nel menu di tivùsat ci sono poi, sempre in alta definizione, 38 canali d’intrattenimento, 22 canali di news e sport, tre canali per bambini e ragazzi e tre per lo shopping. A tutto questo va aggiunto il bouquet esclusivo con sette canali in 4K.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto