Collegati con noi

Sport

F1, l’Alfa Romeo svela la C39 per il Mondiale 2020 con Raikkonen e Giovinazzo

Avatar

Pubblicato

del

Nello stesso giorno della Haas e poco prima del via dei test a Barcellona, l’Alfa romeo Racing ha tolto i veli dalla nuova monoposto per il Mondiale 2020. La C39 di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi e’ stata ufficialmente presentata sul tracciato del Montmelo dove dal oggi al 21 febbraio e dal 26 al 29 i collaudi serviranno ai team per ottenere i primi dati in vista dell’inzio della stagione a Melbourne il 15 marzo. Il primo a scendere in pista sara’ pero’ Robert Kubica, che dopo l’addio alla Williams e’ diventato collaudatore Alfa e partecipera’ anche al campionato DTM. Seconda stagione da titolare nell’Alfa per il pilota di Martina Franca Giovinazzi: l’esperienza accumulata e il 17 posto con 14 punti del 2019 sono un punto di partenza. Da migliorare, senza dubbio, ma la crescita di Giovinazzi c’e’ stata.

Advertisement

Sport

Calcio ai tempi del coronavirus, gli stupidi capricci di Neymar

Marina Delfi

Pubblicato

del

Qualche giorno fa se ne è scappato da Parigi, dove è il calciatore più pagato del mondo, per andarsene in Brasile dai familiari e già questa azione denota il personaggio: stiamo parlando di Neymar jr, capricciosa star del Paris Saint Germain che avrebbe potuto restarsene in isolamento nella capitale francese invece di partirsene per tornare a casa.

Poi, convinto di trovarsi in un videogioco e di essere invincibile, ha postato sul suo profilo Instagram le foto mentre gioca a footvolley, in Brasile, con gli amici senza mascherina, senza rispettare la lontananza di più di un metro, incurante del fatto che giocando sotto il sole sulla spiaggia si suda e quello goccioline possono infettare. Una sfida al coronavirus. Soprattutto il calciatore è un cattivo, pessimo esempio per i giovani ai quali tutti ci sforziamo di spiegar il distanziamento sociale. Caro Neymar ma proprio non ti entra in quella testolina ‘mesciata’ che stai facendo delle cretinate?

Continua a leggere

Sport

Fabio Cannavaro conclude la sua quarantena in Cina

amministratore

Pubblicato

del

L’allenatore della squadra di calcio del Guangzhou Evergrande Fabio Cannavaro ha pubblicato ieri un video sul suo account Instagram, spiegando che la sua quarantena obbligatoria in Cina e’ finita. L’ex calciatore italiano era stato messo in isolamento dopo che l’Evergrande era tornato a Guangzhou dall’allenamento invernale a Dubai. Secondo le precauzioni locali relative all’attuale pandemia di COVID-19, il 46enne e’ stato tenuto in quarantena per 14 giorni. Il vincitore della Coppa del Mondo del 2006 ha mostrato un documento nel video, dicendo che esso gli permetteva di viaggiare liberamente. L’ex vincitore del Pallone d’Oro ha dichiarato: “Sono andato a fare shopping stamattina, sono andato in banca e sono uscito a pranzo. La gente prende molte precauzioni, misura la propria temperatura ed esce con maschere e guanti”. “C’e’ ancora molta attenzione, ma la vita sta tornando alla normalita’, quindi questo deve darci speranza in Italia”, ha aggiunto.

Continua a leggere

Sport

Abdelhak Nouri, la stellina dell’Ajax lascia l’ospedale 3 anni dopo un ictus devastante e…

Avatar

Pubblicato

del

Abdelhak Nouri ha lasciato l’ospedale. Il campioncino dell’Ajax di origini marocchine, colpito da ictus l’8 luglio del 2017, non sarà più come prima. Ha subito danni cerebrali serissimi. Però potrà recuperare parzialmente la sua vita ora che è uscito dal coma.  Nouri si sentì male nel corso di uan partita amichevole col Werder Brema. Il giovane, oggi 22enne, era uno dei più promettenti giocatori dell’Ajax delle meraviglie.

Abdelhak Nouri. Il campioncino dell’Ajax fu colpito da un ictus

Al momento dell’ictus era stato appena eletto miglior giocatore della stagione nella seconda divisione olandese, nella seconda squadra dei Lancieri. Nei giorni immediatamente successivi al dramma di Nouri, tutto il mondo Ajax gli ha manifestato la propria vicinanza, con tributi da parte dei tifosi, della società e dei suoi compagni. Anche ex compagni a cui era molto legato, Frenkie de Jong (di cui è amico) su tutti. Justin Kluivert, al momento del trasferimento alla Roma, ha scelto il numero 34 sulla maglia in suo onore, dedicandogli il gol al Viktoria Plzen nel girone di Champions League.

Continua a leggere

In rilievo