Collegati con noi

In Evidenza

La versione di De Laurentiis su Napoli, Osimhen, scudetto e Champions

Pubblicato

del

Giornata particolarmente intensa per il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis: prima a Santa Maria Capua Vetere, dove ha preso parte all’inaugurazione della prima cattedra italiana dedicata alla “Giuridicità delle regole del gioco del calcio”, poi alla conferenza stampa del premio sportivo della Stampa Estera in Italia andato a Victor Osimhen. Occasione ghiotta per sentire il suo punto di vista – sempre interessante- sui campionati, sul Napoli, sulla gestione del calcio.

Alla lezione inaugurale con il presidente del Napoli  c’era quello della Federcalcio Gabriele Gravina, e quello della Lega Calcio di A Lorenzo Casini: ad Aurelio De Laurentiis gli studenti hanno tributato un forte applauso e fatto tante domande alle quali ha risposto senza mai sottrarsi.

Gabriele Gravina

Campionato. “Il campionato di calcio va democraticamente aperto a tutti, ma con dei limiti. Se il campionato comprende squadre senza capacità economica, sarà infatti un campionato forzato, sballato e compromesso”.

Procuratori. DeLa ha detto di aver “chiesto alla Figc attraverso quali modalità un club possa gestire esso stesso la Procura di un calciatore. Non è possibile che i procuratori prendano milioni per ogni singolo trasferimento”.

Bari. “Se il Bari dovesse salire in serie A sarà ceduto solo a qualcuno che dia la garanzia di saper gestire bene un club di calcio, che sappia dare un’impostazione industriale”.

Napoli. “Io sono tifoso di Napoli città e lotto per equiparare il Sud al Nord”

Sconfitta. “La sconfitta con la Lazio? Direi che è stata una sconfitta salutare, altrimenti c’è il rischio di sedersi. Ma Sarri è stato un paraculo, perché invece di attaccare ha bloccato i terzini. Poi Kvara ha dato quella palla a Vecino..”

Scudetto o Champions? “Mi auguro entrambi, ma diciamolo in silenzio, perché a furia di dircelo ci portiamo iella da soli” .

Alla conferenza stampa del premio sportivo della Stampa Estera in Italia a Victor Osimhen, De Laurentis ha spiegato: “Sono passati 33 anni dall’ultimo scudetto. Pensate a quanti napoletani sono nati e non hanno vissuto i primi due titoli, tantissimi. Dopo esser sprofondati nel fallimento, ha aggunto, il coronamento di uno scudetto potrebbe far impazzire la città che sta già impazzendo e si sta già organizzando per la festa. Si stima che siano tra i 2 e i 3 milioni di partecipanti alla festa dello scudetto “.

Poi il numero 1 del Napoli ha parlato dei fondi: “Quando ci sono dei fondi sono perplesso perché il fondo è la morte del calcio, perché è interessato a massimizzare il ritorno di investimento dei propri investitori nei successivi 5 anni. Il calcio, spiega,  invece è programmazione. Come il cinema”. De Laurentiis non ha neppure risparmiato una battuta  sul presidente dell’Inter: “Zhang ogni tanto lo vedo interessarsi, anche se quando si presenta allo stadio di solito perdono. Poi quando lo inquadrano ha la faccia da cane bastonato…”, ha detto sornione. E ancora sul suo Napoli e le tante vittorie: “Sarebbe il coronamento di diciotto anni di lavoro diverso da molti altri colleghi. Tra Serie A, Coppa Italia e Champions giocheremo 50 partite, se non di più. Sono cinquanta giornate vissute in modo totale. È come se uno facesse cinquanta volte consecutivamente l’amore con la donna più bella donna del mondo”.

E Osimhen, il premiato? Contento, sereno , innamorato di Napoli oltre che del Napoli e delle pizze, ha avuto anche parole d’elogio per Kvaratskhelia: “Un giorno potrà vincere il pallone d’oro”

 

Advertisement

Cronache

Campi Flegrei, la terra trema ancora: 3.6, epicentro in mare

Pubblicato

del

Ancora una scossa di magnitudo superiore a 3 (3.6) nella zona dei Campi Flegrei, stavolta però l’epicentro viene localizzato in mare, nel golfo di Pozzuoli, al largo di Baia. La profondità, 3,9 km, ha fatto sì che venisse ben percepita dalla popolazione della zona flegrea ed anche in alcuni quartieri di Napoli, soprattutto ai piani alti. La scossa ha dato un altro colpo ai nervi già tesi della gente che ha dormito in strada, nelle tende o arrangiandosi anche sulle panchine cittadine. Alcuni palazzi lesionati, sgomberato il carcere femminile, proseguono i controlli degli edifici. Oggi nel Consiglio dei Ministri si tratterà la questione Campi Flegrei.

Continua a leggere

Esteri

Ex modella accusa Sean Combs di molestie sessuali

Pubblicato

del

Una ex modella ha denunciato l’impresario del rap Sean ‘Diddy’ Combs accusandolo di averla costretta a un atto di sesso orale non voluto undici anni fa nel suo studio di registrazione di New York. Nella denuncia, Crystal McKinney afferma di esser stata invitata da uno stilista di cui non viene fatto il nome a partecipare a un evento della settimana della moda maschile in un ristorante di Manhattan.

Lì la donna, all’epoca 22enne, avrebbe incontrato Combs che più tardi l’avrebbe invitata nello studio di registrazione, dove l’avrebbe fatta bere e costretta a un atto di sesso orale in un bagno. La McKinney dice di aver poi perso i sensi e di essersi svegliata su un taxi, cosciente di esser rimasta vittima di una aggressione sessuale. La denuncia è l’ultima in una serie che vedono al centro il mogul dell’hip hop. Combs ha patteggiato per una somma imprecisata con l’ex compagna Cassie Ventura, ma altre tre donne lo hanno denunciato per stupro e in marzo le ville del rapper a Los Angeles e Miami sono state al centro di blitz della polizia nell’ambito di un’inchiesta per traffico di persone a scopo sessuale.

Continua a leggere

In Evidenza

Il ministro Crosetto ricoverato d’urgenza in ospedale

Pubblicato

del

Il Ministro della Difesa Guido Crosetto ha lasciato in anticipo il Consiglio Supremo di Difesa per essere trasportato d’urgenza in ospedale. La notizia è stata resa nota dal Ministero della Difesa, che ha confermato il ricovero del ministro presso l’ospedale San Carlo di Nancy a Roma.

Crosetto si era presentato autonomamente al pronto soccorso il 13 febbraio scorso, lamentando forti dolori al petto. I primi accertamenti, compresa una coronografia, rilevarono una sospetta pericardite, successivamente confermata dagli esami successivi. La pericardite è un’infiammazione del pericardio, la membrana che avvolge il cuore. Fortunatamente, i medici precisarono che non si erano verificati versamenti di liquido tra le membrane, situazione che avrebbe richiesto un intervento immediato. Inoltre, le analisi avevano escluso danni cardiaci.

Il Ministro aveva già subito un ricovero nel 2013 per questioni simili. Dopo due giorni, Crosetto era stato dimesso dall’ospedale in buone condizioni di salute.

Auguri di pronta guarigione sono arrivati da esponenti del governo e di tutte le forze politiche.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto