Collegati con noi

Esteri

Coronavirus, Capri Holding dona 3 milioni di dollari di aiuti a New York

Pubblicato

del

Il gruppo Usa Capri Holdings Limited ha deciso di supportare la lotta al Coronavirus con 3 milioni di dollari. Un’iniziativa che coinvolge tutti i marchi nell’orbita del gruppo, Michael Kors, Versace e Jimmy Choo. Nello specifico, Michael Kors stanziera’ un milione di dollari per le operazioni di soccorso a New York. In aggiunta il fondatore del brand, insieme a John Idol, faranno un’ulteriore donazione personale di un milione di dollari. I fondi saranno distribuiti tra organizzazioni a supporto dei soccorsi nella citta’, come l’Nyu Langone Health e il New York Presbyterian Hospital, che riceveranno 750mila dollari ciascuno per sostenere le cure ai pazienti, gli aiuti finanziari per lo staff medico in prima linea e per la ricerca. Per la God’s Love We Deliver 250mila dollari per finanziare i pasti da consegnare in tutti e cinque i distretti ai cittadini piu’ fragili. Altri 250mila dollari andranno ad A Common Thread, Cfda/Vogue Fashion Fund for Covid-19 Relief, che raccoglie aiuti finanziari per le piccole imprese del mondo della moda. Anche Versace ha stanziato 500mila dollari a favore dei soccorsi locali nella lotta contro la pandemia. La donazione va a sommarsi a quella di un milione di Rmb devoluti a febbraio in favore della Chinese Red Cross Foundation. I nuovi fondi supporteranno l’ospedale San Raffaele di Milano che ricevera’ 400mila dollari per fornire aiuti cruciali al reparto di terapia intensiva e la Camera Nazionale della Moda Italiana, a cui andranno 100mila dollari per il progetto “Italia, We Are With You”, un’iniziativa per donare respiratori e attrezzature mediche agli ospedali del Paese. Il mese scorso Donatella Versace e sua figlia Allegra Versace Beck, hanno donato 200mila euro al reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele. Infine da Jimmy Choo, 500mila dollari per supportare le operazioni di soccorso, sia in Inghilterra che nel resto del mondo. In particolare, National Health Service Covid-19 Urgent Appeal by Nhs Charities Together ricevera’ 250mila dollari e The World Health Organization’s Covid-19 Solidarity Response Fund otterra’ 250mila dollari.

Advertisement

Esteri

Media siriani: attacco israeliano su quartiere di Damasco

Pubblicato

del

Le forze israeliane hanno lanciato un attacco su un quartiere di Damasco: lo riferiscono i media siriani.

Un attacco israeliano ha preso di mira oggi un quartiere abitato di Damasco, ha annunciato l’agenzia ufficiale siriana Sana senza fornire ulteriori dettagli. “Un attacco missilistico israeliano ha preso di mira il quartiere residenziale di Kafr Sousa nella capitale Damasco”, ha reso noto la tv nazionale.

– L’attacco attribuito a Israele contro Damasco, nel quartiere di Kafr Suse, ha preso di mira una palazzina usata come sede operativa dai Pasdaran iraniani e dagli Hezbollah libanesi. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui l’attacco è stato un assassinio mirato nei confronti di una o più personalità iraniane o legate all’Iran.

Secondo le prime immagini diffuse dalla tv di Stato siriana, la palazzina di dieci piani colpita dal raid attribuito a Israele è stata presa di mira al quinto piano. La struttura dell’edificio è intatta. Su una delle facciate sono evidenti i segni di una esplosione avvenuta all’interno di uno degli appartamenti del quinto piano dopo che il proiettile è entrato da una delle finestre, i cui contorni sono anneriti.

Continua a leggere

Esteri

Ucraina, 11 bambini rimpatriati dalla Russia

Pubblicato

del

Undici bambini ucraini si sono riuniti alle loro famiglie dopo essere stati rimpatriati ieri dalla Russia, ha detto il commissario del parlamento ucraino per i diritti umani Dmytro Lubinets. “Si tratta di sei ragazze, tra cui due gemelle di due anni, e cinque ragazzi. Il bambino più piccolo restituito ha 2 anni, il più grande 16 anni”, ha scritto ieri sera Lubinets sul suo account X. Il rimpatrio dalla Russia è avvenuto attraverso la mediazione del Qatar e con il sostegno del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef).

I bambini ucraini sono stati accolti dai loro parenti al confine con la Bielorussia. Si tratta del quarto gruppo riportato indietro con la mediazione del Qatar, ha detto Lubinets ai giornalisti presenti alle operazioni. I parenti hanno aspettato più di sei ore in un punto di passaggio utilizzato per scopi umanitari, prima di poter riabbracciare finalmente i loro bambini. “Sono felice e basta”, ha detto Oleksandr, 16 anni. Sorridendo timidamente, ha riassunto i suoi sentimenti come “gioia e un po’ di nervosismo, ma per il resto tutto bene”. “Il mio primo pensiero è che la mia nuova vita sta effettivamente iniziando”, ha aggiunto.

Continua a leggere

Esteri

Ritrovato il corpo della bimba scomparsa andando a scuola

Ritrovato il corpo della bimba scomparsa andando a scuola

Pubblicato

del

E’ stato ritrovato dopo cinque giorni nel fiume Trinity il corpo di Audrii Cunningham, una ragazzina di 11 anni scomparsa mentre andava a scuola in Texas: lo ha reso noto lo sceriffo della contea di Polk Byron Lyons. Ancora ignote le cause della morte. La procuratrice Shelly Sitton ha riferito che il suo ufficio sta preparando il mandato d’arresto per Don Steven McDougal, 42 anni, che era già stato fermato come persona di interesse nei giorni scorsi. E ha aggiunto che a suo avviso merita la pena capitale. McDougal era un amico del padre della ragazzina e viveva in un caravan nella proprietà della famiglia. Qualche volta accompagnava Audrii alla fermata dello scuolabus, come ha fatto anche giovedì scorso. Quella però è stata l’ultima volta che la famiglia della ragazzina l’ha vista.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto