Collegati con noi

Politica

Daspo ai corrotti e agente sotto copertura, tutto fermo in attesa del sì della Lega

Pubblicato

del

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede era pronto col disegno di legge anticorruzione. Introduzione del «Daspo» perpetuo per gli imprenditori condannati per reati contro la pubblica amministrazione. Introduzione dell’agente sotto copertura nelle indagini sugli appalti finanziati dallo Stato.
C’è solo da far digerire il tutto all’alleato leghista. E così com’è il Ddl Bonafede è poco commestibile per i leghisti.


Ieri, infatti, a Palazzo Chigi non c’erano il premier Giuseppe Conte e il vicepremier Luigi Di Maio. Il ministro della Giustizia è stato costretto a spartire il poco tempo a disposizione (50 minuti) con il collega Toninelli che riferiva sugli sviluppi del dossier Autostrade.
Bonafede ha confermato la “volontà politica di dare una lezione forte ai corrotti”: prevedendo che il “Daspo” per gli imprenditori cui vengono inflitte pene definitive superiori ai due anni sia mantenuto pure se interviene la successiva riabilitazione del condannato. Insomma i 5Stelle hanno le idee chiare sull’argomento e ricordano che il Daspo è nel contratto di Governo. I leghisti, invece,  hanno bisogno di confrontarsi con quella che è la loro base  elettorale nelle regioni del Nord (imprenditori, partite Iva, agricoltori, artigiani). Non tutti sono entusiasti di questa lotta senza quartiere sulla corruzione. Il sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone (Lega), sulla questione è sibillino ma non troppo: “Non abbiamo ancora messo il becco…”. Sul calendario parlamentare d’autunno, poi, ci potrebbe essere una sorpresa: il decreto legge sicurezza targato Salvini, che renderà più difficile presentare le domande di asilo politico (in arrivo tra 15 giorni in Consiglio dei ministri) alla fine potrebbe superare il ddl Bonafede.

Advertisement

Politica

Vaia, ministero della Salute da anni commissariato da Mef

Pubblicato

del

“Il ministro Schillaci si è battuto com un leone perché avessimo, in un contesto di scarsa disponibilità economica, delle disponibilità in più. Ma bisogna ammettere che il ministero della Salute è da anni un ministero commissariato dal Mef. Faccio un appello a Meloni: dia più forza a questo ministero”. Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Francesco Vaia, nel corso dell’evento InnovaCtion, promosso da Gsk, in corso a Roma.

Continua a leggere

Politica

De Luca: con Conte base per alleanza che possa governare Paese

Pubblicato

del

“Le dichiarazioni che ha fatto Conte ieri mi sono sembrate sinceramente molto ragionevoli, molto equilibrate e serie. Mi pare che su questa base si possa ragionare per costruire un’alleanza credibile per governare l’Italia”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca commentando positivamente la visita di ieri del leader del M5s al sindaco di Napoli Gaetano Manfredi. “Per governare questo Paese – ha detto De Luca – non bastano gli slogan e una riedizione di Lotta Continua, occorre mettere in piedi un programma che, partendo dalla povera gente, dal mondo del lavoro, sia credibile anche per il sistema delle imprese, per i ceti professionali, per i ceti dinamici del nostro paese e, in ogni caso, per la maggioranza degli italiani, altrimenti la strada per il governo rimane chiusa”.

Continua a leggere

Politica

Sondaggi: Swg; FdI al 28,6%, Pd al 19,4% e M5s al 16,4%

Pubblicato

del

FdI scende al 28,6% (-0,4%), il Pd è stabile al 19,4%, il M5s perde lo 0,2% attestandosi al 16,4, stesso calo per la Lega al 9,4%. FI sale dello 0,1%) e raggiunge quota 7%, Azione va al 3,8% (+0,1), Avs al 3,6% (+0,1), Iv guadagna lo 0,2% arrivando al 3,3%, mentre +Europa perde lo 0,2% e scende al 2,6. Sono alcuni dei risultati dell’ultima indagine sulle intenzioni di voto realizzata da Radar Swg, che compara i dati con quelli del 20 novembre. Per l’Italia con Paragone sta all’1,6%(-0,1), Unione Popolare all’1,4% (+0,2), Noi Moderati all’1,1% (+0,1).

NOTA METODOLOGICA: Il metodo di rilevazione dell’indagine, condotta dal 22 al 27 novembre, è Cati-Cami-Cawi su un campione di 1200 soggetti maggiorenni.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto