Collegati con noi

Economia

Nuovo capitolo della guerra del presidente Inps Boeri contro il Governo: nella manovra c’è maschilismo previdenziale

Pubblicato

del

Eravamo abituati a vedere Tito Boeri, presidente dell’Inps, polemizzare col Governo (suo datore di lavoro) su temi previdenziali come la Legge Fornero o l’apporto che possono dare i migranti ai conti Inps con i contributi che versano, oggi invece si apre un altro capitolo dei contrasti: il maschilismo previdenziale del Governo giallo verde. Per Boeri, infatti, c’è “un segnale di maschilismo anche in questa legge di bilancio, nel momento in cui va a dire manteniamo le differenze di età nell’accesso alle pensioni per uomini e donne, e va a non rifinanziare il congedo di paternità che era uno strumento molto importante per promuovere un’uguaglianza di opportunità”. Boeri l’h detto intervenendo a Bologna al convegno “Le donne dell’Istituto, ieri, oggi, domani”.

“C’è poca attenzione da parte di coloro che si definiscono populisti verso la problematica femminile”, ha sottolineato ancora Boeri pensando a M5S e Lega. “È significativo che nell’atteggiamento di estrema attenzione alle istanze popolari, si parla di populismo, nella volontà di rappresentare direttamente il popolo ci sia una rappresentazione che è molto maschilista di queste necessità che verrebbero dal basso”, afferma Boeri a proposito dell’uguaglianza di opportunità di genere.

“Più che che riscriverla bisogna scriverla la manovra, il che vuol dire che si può scrivere anche bene, spero che venga fatto”, ha poi osservato il presidente dell’Inps. “La manovra non è ancora definita – ha spiegato – perché sulle pensioni è ancora da scrivere. Ci sono soltanto dei fondi ma non c’è ancora nulla nella legge di bilancio. Non lo dico in senso negativo – ha precisato – ma nel senso che è tutto ancora da fare”. E sulla quota 100 “vediamo”.

Advertisement

Economia

Il lancio di MyTaxi a Napoli continua: punti per i soci Trenitalia, corsa a metà prezzo con il codice sconto “Simone Verdi”

Pubblicato

del

Sconti, punti, bonus: sono le iniziative per il lancio di MyTaxi a Napoli. La società di servizi sta facendo le cose in grande stile. Fino all’8 dicembre i soci di CartaFreccia di Trenitalia riceveranno il doppio dei punti sulla Carta fedeltà per le corse in taxi effettuate a Napoli e pagate via App. Per ogni 2 euro e mezzo spesi a bordo di MyTaxi, potranno così essere accumulati 2 punti anziché 1 come già avviene per Roma, Milano e Torino. Questa iniziativa, nata a favore del trasporto ferro-gomma, segue alle altre che hanno accompagnato l’arrivo di mytaxi a Napoli. Inserendo il codice ‘Verdi’, MyTaxi offrirà a tutti i clienti il 50% di sconto su una corsa pagata tramite App a Napoli. Basterà registrarsi al servizio, selezionare un metodo di pagamento via app e inserire il codice “Verdi” nella sezione “Buono” del proprio profilo. Verdi non è solo un codice, ma è il cognome di Simone, il centrocampista del Napoli testimonial per lo sbarco dell’app nel capoluogo campano. Il giovane calciatore ha girato (e continua a farlo) in lungo e largo la città di Napoli con la sua compagna Laura tanto da diventare, in pochi mesi, testimonial della città e ‘guida turistica’ d’eccezione per i compagni di squadra. MyTaxi è anche Official Mobility Partner del Napoli Calcio.

Continua a leggere

Economia

Amplifon sbarca sul mercato cinese: nel 2019 trenta punti vendita e 6 milioni di fatturato

Pubblicato

del

Con il 51 per cento della Beijing Cohesion Hearing Science & Technology, Amplifon ha annunciato il suo ingresso nel mercato cinese. Una joint venture con un operatore di Pechino del quale per ora l’azienda italiana leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito non rivela il nome: sarebbe un importante operatore cinese. Agli italiani il pacchetto di maggioranza della nuova società.


“Per noi – spiega Enrico Vita, AD di Amplifon- un primo passo per costituire una presenza in Cina, un mercato che rappresenta un’opportunità significativa”.
Trenta i punti vendita in Cina, collocati principalmente nell’area di Pechino, fatturato previsto per il primo anno di circa 45 milioni di RMB, cioè 6 milioni di euro. Un mercato quello cinese dove un buona fetta di consumatori cercano prodotti di qualità. Come quelli offerti da Amplifon. L’operazione ha ottenuto dalle autorità locali tutte le autorizzazioni necessarie.

Continua a leggere

Economia

Gruppo Onorato Armatori, per il quinto anno consecutivo l’istituto tedesco Qualità e Finanza gli assegna il premio come migliore Compagnia di Navigazione del Mediterraneo

Pubblicato

del

Gruppo Onorato Armatori. Per il quinto anno hanno ricevuto il prestigioso Sigillo di Qualità “Migliori in Italia – Campioni del Servizio”

 

Il Sigillo di Qualità “Migliori in Italia-Campioni del Servizio” per il quinto anno consecutivo premia la Compagnia della Balena Blu del patron Vincenzo Onorato. È un riconoscimento assegnato dall’Istituto tedesco Qualità e Finanza. Ed è un premio prestigioso, tra i più importanti non solo in Italia ma anche a livello internazionale, perchè analisti tedeschi terzi, dunque imparziali, sulla base di accertamenti e test riconoscono che la Compagnia del Gruppo Onorato Armatori raggiunge un livello di eccellenza nel rapporto qualità-prezzo e fornisce garanzie ottime di affidabilità ai consumatori che non ha eguali nel Mediterraneo.

Moby è questo e altro ancora nel suo quotidiano lavoro di spostamento di passeggeri attraverso le autostrade del mare. Il gruppo Onorato è in grado di soddisfare una clientela variegata che per viaggiare può scegliere tra una pluralità di linee e orari, 365 giorni all’anno e che spazia dalla famiglia interessata a trascorrere una tranquilla e divertente vacanza nella splendida Sardegna, alla giovane coppia che ha scelto un romantico weekend all’Elba, sino al gruppo di amici amanti delle due ruote, che hanno optato per le strade tortuose della Corsica.

Vincenzo Onorato. Presidente della Moby Lines e del consorzio di vela Mascalzone Latino

La Compagnia del Gruppo Onorato Armatori ha conquistato il primo posto nel settore “Traghetti e Navi“, aggiudicandosi un titolo che solo le migliori aziende possono vantare, frutto del consenso e del parere favorevole espresso da migliaia di persone che hanno scelto di viaggiare sulle navi del Gruppo Onorato e che sono rimasti pienamente soddisfatti del servizio offerto.

“Ci congratuliamo con Moby per l’eccellente risultato raggiunto in questa quinta edizione dello studio ‘Migliori in Italia – Campioni del Servizio 2018/19’- ha commentato Christian Bieker, direttore dell’Istituto tedesco Qualità e Finanza – ‘Campioni del Servizio’ è la più grande indagine in Italia che si basa su quasi 200.000 giudizi di consumatori italiani chiamati a valutare il servizio ricevuto da 900 aziende in oltre 100 diversi settori dell’economia. Il 79,2% dei clienti risulta essere molto soddisfatto del servizio ricevuto da Moby, che si riconferma dunque al vertice della categoria ‘Traghetti e Navi’”.

Continua a leggere

In rilievo