Collegati con noi

Sport

Il Napoli lancia la campagna abbonamenti e taglia i costi mediamente del 25 per cento

Pubblicato

del

“I prezzi degli abbonamenti alle partite del Napoli scendono in media del 25%, anche se Distinti e Tribuna Posillipo sono scese di oltre il 30% e sono in assoluto i prezzi piu’ bassi da nove anni”. Cosi’ il capo delle operazioni del Napoli, Alessandro Formisano ha lanciato oggi la campagna abbonamenti del club azzurro che partirà il 25 luglio. Il Napoli, che lo scorso anno per il caos Universiadi non aveva fatto abbonamenti, ha deciso di abbassare tutte le tariffe rispetto agli anni precedenti per invogliare i tifosi a sottoscrivere il pacchetto stagionale. “Abbiamo una forte riduzione della Posillipo – ha spiegato Formisano da Dimaro – che scende da 1500 euro a 999 euro, piu’ la prevendita. La Tribuna Nisida scende a 800 a 750, riduzione bassa perche’ si perdono posti per il restyling, i distinti scendono da 750 a 499 euro e le curve scendono a 350 a 269 euro. Per cinque partite si puo’ anche cambiare utilizzatore dell’abbonamento, vogliamo sempre lo stadio pieno”. Il Napoli per rendere chiaro il risparmio dell’abbonamento rispetto al prezzo delle singole partite ha anche reso noti i prezzi dei biglietti di tutte le gare di serie A della prossima stagione. Si sa gia’, ad esempio, che le curve nei match contro Juventus, Roma, Milan e Inter costeranno 40 euro. “I tifosi – ha detto Formisano – sapranno gia’ da ora che alcuni big-match costeranno 40 euro in curva, 70 distinti e quindi sanno gia’ della convenienza dell’abbonamento. Il prezzo medio di un abbonamento e’ circa 14 euro, chi le acquista singolarmente in media paga 25 euro, quindi abbonarsi porta a risparmiare addirittura il 40% rispetto ai biglietti”.

Il Napoli ha annunciato anche una linea dura per comportamenti scorretti allo stadio San Paolo: “Negli anni della presidenza De Laurentiis – ha detto Formisano – il Napoli ha speso 5 milioni di multe per incidenti allo stadio, una cifra folle. Le sanzioni sono applicate da Figc o Uefa per le regole generali che riceviamo per petardi, fumogeni, scale occupate, laser. Sono milioni sottratti alla gestione di un club che potevano essere reinvestiti in altro. Ci potranno essere espulsioni per chi non si comporta correttamente alo stadio perche’ ad esempio la macchina dei soccorsi deve funzionare bene, e’ un obbligo. Il codice di condotta prevede non solo interventi delle forze dell’ordine, ma anche dei club per violazioni di regolamento, quello a cui spesso si grida come modello virtuoso in Inghilterra per cori razzisti, invasioni, laser, scavalcamento, violenza, non rispetto dei posti, utilizzo delle scale o qualsiasi azione in violazione del regolamento. Il codice permette al club di ritirare l’abbonamento e non far entrare piu’ allo stadio. Da quest’anno sara’ piu’ facile perche’ il San Paolo dopo i lavori ha anche una videosorveglianza moderna che utilizza un riconoscimento facciale con parametro piu’ alto, quello degli aeroporti, dando le immagini alla polizia. Il sistema sara’ digitale e potranno essere individuati anche in differita”.

Advertisement

Sport

Mercato: Juve punta Adeyemi, su Zirkzee anche lo United

Pubblicato

del

Gli Europei catalizzano l’attenzione degli appassionati, ma il mercato non si ferma e gli addetti ai lavori provano a mettere a segno i primi colpi. Particolamente attiva è la Juventus, che però non riesce a chiudere per DOUGLAS LUIZ, perché MCKENNIE, che dovrebbe andare all’Aston Villa come contropartita tecnica, non trova l’intesa economica con gli inglesi. La Juve attende poi l’uscita di SZCZESNY, verso l’Al-Nassr, per annunciare l’ingaggio di DI GREGORIO dal Monza. L’intesa è stata trovata da tempo per 20 milioni di euro: quatro per il prestito oneroso, gli altri 16 per l’obbligo di riscatto che si materializzerà nel 2025. Intanto Giuntoli ha sondato il terreno per SAELEMAKERS, che Thiago Motta vorrebbe ritrovare con sé dopo la positiva esperienza nel Bologna. Possibile anche una trattativa con il Borussia Dortmund per ADEYEMI, ma i tedeschi vogliono in cambio HUIJSEN e SOULE’.

Il Milan sta cercando di risolvere i rebus di ZIRKZEE in entrata (ma ora su di lui c’è anche il Manchester United) e THEO HERNANDEZ come possibile uscita. Se davvero qualcuno arrivasse a offrire 90 milioni per il francese il club lo cederebbe, ma per ora l’interessamento di Real Madrid e Bayern non si è tradotto in cifre o fatti concreti. Si prova a stringere per EMERSON ROYAL, ma la priorità rimane il centravanti. In sede dell’Inter c’è stato invece un vertice societario a cui ha preso parte anche l’agente Fifa e intermediario Giacomo Petralito, in cui sui sarebbe parlato anche doi DYBALA e di possibili affari con club della Bundesliga. Intanto come ‘dodicesimo’ è in arrivo MARTINEZ dal Genoa, mentre per GUDMUNDSSON per ora il Girofne rossoblù non cede. Movimenti anche sulle panchine, perché si vanno delineando gli arrivi di NICOLA a Cagliari e D’AVERSA a Empoli. In B VIVARINI è in pole per il Frosinone, mentre a Salerno il favorito è SOTTIL (ma rimane anche la pista AQUILANI).

Tornando ai calciatori, la Fiorentina, chew spera sempre di riportare ZANIOLO in Italia, ha trovato l’accordo con VRANCKX, ma ora bisogna convincere il Wolfsburg a cedere il belga: la richiesta è di 10 milioni. Trenta sono invece quelli che vuole il Genoa per far partire RETEGUI (piace anche alla Roma, se parte Abraham) in direzione di Firenze, da dove è in partenza NZOLA con destinazione Cagliari, dove dovrebbe andare anche Francesco Pio ESPOSITO. Nel giro degli attaccanti ci sono anche DIA, vicino alla Lazio, e BELOTTI, rientrato alla Roma ma vicino all’accordo con il Como. La Roma ha ricevuto richieste di informazioni su BOVE dall’Everton, club che entrerà a far parte della galassia Friedkin, e Bournemouth e ad entrambi ha risposto chiedendo 20 milioni di euro, cifra che verrebbe immediatamente reinvestita sul mercato.

E’ sempre vivo l’interesse per HUMMELS, per il quale però è sempre calda la posta verso il Maiorca. Il ds Ghisolfi cerca acquirenti in Arabia Saudita per SMALLING, ma bisogna anche convincere l’inglese ad andarci. MORATA, il cui nome era stato accostato ai giallorossi, ha fato sapere di voler rimanere all’Atletico Madrid: “Voglio vincere un titolo qui”, le parole dello spagnolo. Per un altro attaccante, PAVLIDIS dell’Az Alkmaar, è corsa a tre fra Fiorentina, Bologna e Benfica.

Continua a leggere

In Evidenza

Marcel Jacobs è tornato, dopo 2 anni va sotto i 10” a Turku

Pubblicato

del

L’Italia dell’atletica continua a stupire e a lanciare messaggi incoraggianti in vista dei Giochi di Parigi: Marcell Jacobs e Chituru Ali sono scesi sotto i 10 secondi nella stessa gara dei 100 metri: 9.92 per l’oro olimpico in carica e 9,96 per il gigante azzurro a Turku, in Finlandia. Non era mai successo prima nella storia dell’atletica italiana, reduce da un europeo trionfale. Il campione olimpico e continentale dei 100 non scendeva sotto il muro dei 10 secondi da quasi due anni: con un vento di +1.5 ha firmato il terzo tempo in carriera, superiore soltanto al 9.80 della finale di Tokyo e al 9.84 della semifinale in Giappone. Non scendeva sotto i 10” dalla finale degli Europei di Monaco di Baviera del 16 agosto 2022.

Il tempo della gara finlandese lo colloca al quinto posto delle liste mondiali dell’anno a poco più di un mese e mezzo alle Olimpiadi di Parigi. Chituru Ali, argento agli Europei di Roma, infrange per la prima volta la barriera dei 10 secondi e diventa il secondo italiano di tutti i tempi a farlo. A Roma aveva corso in 10”05. Ha superato Filippo Tortu e Pietro Mennea nelle liste italiane di tutti i tempi. I crono erano già positivi dal mattino: Jacobs 9”99 (+1.4), Ali 10”01 ventoso (+3.8). A Turku, tappa Gold del Continental Tour, si è rivisto lo Jacobs dei giorni migliori: reattivo in partenza, efficace in accelerazione, devastante sul lanciato. Sensazionale anche la prestazione di Ali, grandioso nell’uscita dai blocchi, avanti a Jacobs fin quasi a metà gara, capace di rifilare quattro centesimi al campione olimpico dei 200 Andre De Grasse (Canada) che pure ha firmato un 10 netto di tutto rispetto.

“Sono veramente contento per le due gare di oggi, due volte sotto i 10 secondi – ha detto Jacobs -. Era quello che avevo pronosticato insieme a coach Rana Reider. Passo dopo passo, gara dopo gara, poteva arrivare un’ottima conferma per il lavoro che stiamo facendo. Sono contentissimo per me, ma allo stesso tempo contentissimo per Chituru che ha fatto veramente un’ottima gara: io mi sento un po’ il suo fratello maggiore, abbiamo fatto una gara incredibile. Questo è solo l’inizio di una grande stagione che culminerà con le Olimpiadi di Parigi”. “Incredibile, incredibile – ripete Ali – oggi la sentivo ‘giusta’, era tutto perfetto, condizioni al top, io ‘a bomba’. Quando è uscito 9.96 non ci potevo credere, Marcell mi urlava ‘hai visto cosa hai fatto?’, mi tirava l’acqua addosso. Mancano ancora tanti piccoli dettagli da migliorare ma a Parigi andremo in crescendo e si potrà correre ancora più forte”.

Continua a leggere

Sport

Euro 2024, Kvaratskhelia: presto deciderò sul mio futuro

Pubblicato

del

“Si parla tanto di me, del mio futuro a Napoli, ma sono concentrato unicamente sulla Nazionale. Dopo gli Europei deciderò sul mio futuro, voglio dare il massimo. Non sto pensando al resto, sono concentrato al 100% sulla Nazionale”. Lo ha detto l’esterno georgiano del Napoli Khvicha Kvaratskhelia dopo il ko della sua nazionale contro la Turchia agli Europei, confermando che non ci siano certezze sulla sua volontà per la prossima stagione su cui c’è stata ieri una polemica tra il manager e il padre del calciatore sulle offerte del Paris Saint Germain e il Napoli che vuole che resti in azzurro. K

vratskhelia ha parlato a Sky Sport spiegando sulla partita che “siamo un po’ delusi in nazionale – ha detto – potevamo fare di più. Questo è il calcio, dobbiamo lottare fino alla fine. Meritavamo di più, la squadra ha fatto bene, siamo stati compatti in fase difensiva. Tutti abbiamo dato il massimo”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto