Collegati con noi

Cronache

Il commerciante ucciso dai calcinacci è una tragedia annunciata. I testimoni: ritardi nei soccorsi

Marina Delfi

Pubblicato

del

Foto Kontrolab

Foto Kontrolab

La morte di Rosario Padolino, commerciante di abbigliamento ucciso dai calcinacci del palazzo di via Duomo per molti era una tragedia annunciata. Il dolore e la rabbia dei familiari della vittima e degli abitanti della zona sono enormi: avevano segnalato già più volte l’esistenza di una situazione di pericolo. Che il palazzo fosse pericolante e che il cornicione del civico 269 di via Duomo potesse cadere infatti lo si sapeva già.

L’uomo che aveva 66 anni è morto poco dopo il ricovero. Il cornicione caduto dal palazzo, già ingabbiato e  puntellato perché pericolante è finito al di là della rete ed è arrivato in strada. In quel momento il titolare del negozio di abbigliamento  era sul marciapiede ed è stato colpito in pieno dai calcinacci alla testa. Sul posto sono arrivati subito i carabinieri, i vigili del fuoco e un’ ambulanza per soccorrere il poverino.

Foto Kontrolab

Si è subito capito che si trattava di una ferita grave: l’uomo perdeva vistosamente sangue da un taglio alla testa ed è stato trasportato al CTO. In via Duomo si è scatenato il panico e c’è stato un fuggi fuggi generale. L’uomo è arrivato in ospedale in gravi condizioni, hanno provato a soccorrerlo ma l’uomo è morto poco dopo.  Sul posto Carabinieri e vigili del fuoco che hanno chiuso la strada per mettere in sicurezza la zona. Indagini in corso, gli investigatori ascolteranno a breve l’amministratore del condominio.

Foto Kontrolab

Tragedia a Napoli, cadono calcinacci da un cornicione del centro e uccidono un commerciante

Advertisement

Cronache

Così fan tutti, razziati nelle scuole mantovane 52 computer

Avatar

Pubblicato

del

A Mantova li hanno ribattezzati “ladri delle scuole” perche’ in due settimane hanno colpito in due scuole, al comprensivo di Volta Mantovana e alla Bertazzolo in citta’, portando via 52 pc. L’ultimo bottino e’ di 20 Mac Apple. Gli agenti di polizia stanno cercando di ricostruire i colpi e ritengono che ad agire, probabilmente su commissione, siano sempre gli stessi componenti della banda.

Continua a leggere

Cronache

Quindicenne sfregiata al volto a Varese, è caccia ad un 50enne

Avatar

Pubblicato

del

A Varese una quindicenne è stata sfregiata al volto e ferita a un braccio da un uomo poco dopo la mezzanotte di sabato. La polizia sta dando la caccia all’aggressore, un uomo sulla cinquantina con la barba lunga e una cicatrice sul viso. La ragazzina stava raggiungendo la madre di un’amichetta 14enne che si trovava con lei e insieme dovevano essere riaccompagnate a casa dopo una serata con gli amici in centro. Prima che arrivassero al luo dell’appuntamento, pero’, l’uomo e’ passato in bicicletta davanti alle due ragazzine e poi e’ tornato indietro. La piu’ giovane e’ scappata mentre l’altra e’ stata bloccata dalla paura ed e’ stata aggredita con un coltello a seghetto. Ha riportato una ferita al volto, vicino a un occhio, e un’altra al braccio, ed e’ stata medicata in ospedale.

Continua a leggere

Cronache

Senza casco e senza patente investe e uccide un vecchino di 90 anni, denunciato per omicidio stradale un 19enne

Marina Delfi

Pubblicato

del

Non indossava il casco, non aveva la patente e guidava una motocicletta risultata senza assicurazione quando ha investito e ucciso un uomo di 90 anni, Vittorio Santorelli, in viale Traiano a Napoli. L’incauto driver, un ragazzo di 19 anni, è stato denunciato per omicidio stradale ma la sua posizione potrebbe aggravarsi: si attendono i risultati delle analisi per stabilire se guidasse anche sotto l’effetto di droghe.

Il giovane, a bordo di una moto Yamaha, andava a velocità sostenuta quando ha preso in pieno il pensionato che viene sbalzato ad alcuni metri di distanza. Si fermano gli automobilisti di passaggio, intervengono gli agenti della polizia municipale di Napoli  e quando arriva l’ambulanza, l’anziano viene trasportato in codice rosso all’ospedale Cardarelli ma appare subito chiaro che le sue condizioni sono gravissime e poco dopo muore.

Continua a leggere

In rilievo