Collegati con noi

In Evidenza

Giornata mondiale dell’endometriosi, una patologia che affligge 1 donna su 10: le iniziative a Napoli

Pubblicato

del

Un pomeriggio di visite gratuite a Napoli, presso la clinica Sanatrix del gruppo La Nuova Domiziana, per combattere il problema dell’endometriosi. Questa l’iniziativa messa in campo dal gruppo Endogyn,  anticipato in mattinata da un grande appuntamento, sempre a Napoli in occasione della giornata mondiale dell’Endometriosi.
Oggi, nella splendida cornice del Maschio Angioino, si terrà una conferenza pubblica sull’endometriosi, patología che affligge 1 donna su 10, di cui ancora poco si parla e conosce, anche tra i professionisti del settore. La patologia sta cominciando ad avere un’altissima incidenza in tutto il mondo ed è un problema socialmente molto importante poiché molte delle donne che ne sono affette hanno problemi a vivere la quotidianità e tante rischiano anche di non poter più lavorare. Da qui nasce la necessità di favorire il dialogo per chiedere politiche e maggiore assistenza per chi soffre di questa patologia, che necessità di una gestione chirurgica molto complessa.
L’iniziativa è promossa dall’Associazione Progetto Endometriosi, Onlus di rilevanza nazionale che ha identificato nel gruppo Endogyn gli esperti per poter promuovere una maggiore conoscenza sulla patologia, grazie a relazioni specialistiche che spazieranno dal corretto inquadramento diagnostico alle ultime strategie terapeutiche. La giornata sarà interamente dedicata ad un dialogo diretto tra specialisti e pazienti.“Permettetemi di esprimere la grande soddisfazione per l’iniziativa, con un pizzico di orgoglio per essere stati identificati dall’APE Onlus come gli specialisti campani sull’endometriosi. Ogni giorno, grazie al supporto tecnologico ed assistenziale del gruppo LND – Pineta Grande, cerchiamo di offrire il miglior standard possibile per la diagnosi e la cura di questa patologia per il bene delle nostre pazienti.” dice il dott. Ciro Perone, responsabile dell’Unitá operativa di Ginecologia della Clinica Sanatrix.

Advertisement

Cronache

Campi Flegrei, la terra trema ancora: 3.6, epicentro in mare

Pubblicato

del

Ancora una scossa di magnitudo superiore a 3 (3.6) nella zona dei Campi Flegrei, stavolta però l’epicentro viene localizzato in mare, nel golfo di Pozzuoli, al largo di Baia. La profondità, 3,9 km, ha fatto sì che venisse ben percepita dalla popolazione della zona flegrea ed anche in alcuni quartieri di Napoli, soprattutto ai piani alti. La scossa ha dato un altro colpo ai nervi già tesi della gente che ha dormito in strada, nelle tende o arrangiandosi anche sulle panchine cittadine. Alcuni palazzi lesionati, sgomberato il carcere femminile, proseguono i controlli degli edifici. Oggi nel Consiglio dei Ministri si tratterà la questione Campi Flegrei.

Continua a leggere

Esteri

Ex modella accusa Sean Combs di molestie sessuali

Pubblicato

del

Una ex modella ha denunciato l’impresario del rap Sean ‘Diddy’ Combs accusandolo di averla costretta a un atto di sesso orale non voluto undici anni fa nel suo studio di registrazione di New York. Nella denuncia, Crystal McKinney afferma di esser stata invitata da uno stilista di cui non viene fatto il nome a partecipare a un evento della settimana della moda maschile in un ristorante di Manhattan.

Lì la donna, all’epoca 22enne, avrebbe incontrato Combs che più tardi l’avrebbe invitata nello studio di registrazione, dove l’avrebbe fatta bere e costretta a un atto di sesso orale in un bagno. La McKinney dice di aver poi perso i sensi e di essersi svegliata su un taxi, cosciente di esser rimasta vittima di una aggressione sessuale. La denuncia è l’ultima in una serie che vedono al centro il mogul dell’hip hop. Combs ha patteggiato per una somma imprecisata con l’ex compagna Cassie Ventura, ma altre tre donne lo hanno denunciato per stupro e in marzo le ville del rapper a Los Angeles e Miami sono state al centro di blitz della polizia nell’ambito di un’inchiesta per traffico di persone a scopo sessuale.

Continua a leggere

In Evidenza

Il ministro Crosetto ricoverato d’urgenza in ospedale

Pubblicato

del

Il Ministro della Difesa Guido Crosetto ha lasciato in anticipo il Consiglio Supremo di Difesa per essere trasportato d’urgenza in ospedale. La notizia è stata resa nota dal Ministero della Difesa, che ha confermato il ricovero del ministro presso l’ospedale San Carlo di Nancy a Roma.

Crosetto si era presentato autonomamente al pronto soccorso il 13 febbraio scorso, lamentando forti dolori al petto. I primi accertamenti, compresa una coronografia, rilevarono una sospetta pericardite, successivamente confermata dagli esami successivi. La pericardite è un’infiammazione del pericardio, la membrana che avvolge il cuore. Fortunatamente, i medici precisarono che non si erano verificati versamenti di liquido tra le membrane, situazione che avrebbe richiesto un intervento immediato. Inoltre, le analisi avevano escluso danni cardiaci.

Il Ministro aveva già subito un ricovero nel 2013 per questioni simili. Dopo due giorni, Crosetto era stato dimesso dall’ospedale in buone condizioni di salute.

Auguri di pronta guarigione sono arrivati da esponenti del governo e di tutte le forze politiche.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto