Collegati con noi

Cinema

Con la morte di Carlo Giuffrè scompare un pezzo di Napoli. In lutto il mondo del teatro

Avatar

Pubblicato

del

È morto nella notte Carlo Giuffrè l’ultimo interprete di Eduardo De Filippo: con lui scompare un pezzo di Napoli. Il 3 dicembre prossimo, fra un mese, avrebbe compiuto 90 anni.
Attore di cinema e teatro, regista, doppiatore e presentatore: un artista a tutto tondo, noto al grande pubblico per la maestria sul palco ed il sodalizio artistico con il fratello Aldo, venuto a mancare otto anni fa.
Dopo il diploma all’Accademia nazionale d’arte drammatica, Carlo Giuffè, con Aldo, ha lavorato in teatro con Eduardo De Filippo mettendo in luce le sue doti di attore. Nel corso della carriera, Giuffè, ha interpretato anche Pirandello, Čechov e Goethe. Ma è il teatro napoletano a dargli le maggiori soddisfazioni. Mette in scena, sia da attore che come regista, molte commedie di Eduardo tra cui ‘Le voci di dentro’, ‘Napoli milionaria’, ‘Non ti pago’ e ‘Natale in casa Cupiello’. Non ha disdegnato il cinema e le serie tv con una conduzione, nel 1971, del Festival di Sanremo.

Nel 2007, in occasione della consegna del tributo alla carriera assegnatogli dal “Premio Eti – Gli olimpici del teatro”, Carlo Giuffrè viene insignito del titolo di Grande Ufficiale dal Presidente della Repubblica. L’ultima apparizione in teatro è nel 2015 con l’adattamento del film di Steven Spielberg “Schindler’s List” ed al cinema l’anno successivo in ‘Se mi lasci non vale’ di Vincenzo Salemme.

Numerosi i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Giuffè, fra i primi a ricordare l’artista il sindaco di Napoli Luigi de MAgistris. Gianfranco Gallo, attore teatrale noto per la recente partecipazione nella serie Gomorra, racconta un aneddoto che l’ha legato all’attore scomparso oggi. “Ci ha lasciato Carlo Giuffrè. Si divise la fame con mio padre (Nunzio Gallo), erano giovanissimi. Poi sempre amici. Tutti e due del 1928, tutti e due grandi napoletani. Di lui ho un ricordo divertentissimo. Cenammo a casa dei miei, poi lo riaccompagnai in un Hotel sul lungomare. Siccome non aveva sonno, mi chiese di accendere l’autoradio, voleva sentire il “Mago” Gennaro D’Auria, si scompisciava dalle risate. Mi disse che lo faceva tutte le notti quando, come tutti gli attori, non riusciva a prendere sonno dopo la scarica di adrenalina della recita. Mi fece fare le 03,00. Sagittario lui, sagittario io! Quanto ridemmo”.

Ci ha lasciato Carlo Giuffrè. Si divise la fame con mio padre , erano giovanissimi. Poi sempre amici. Tutti e due del…

Pubblicato da Gianfranco Gallo su Giovedì 1 novembre 2018



Advertisement

Cinema

Il cinema italiano da Venezia a Pechino con la Coppa del mondo in mostra per il film “Super League”

Avatar

Pubblicato

del

È in scena la seconda edizione di “From Venice to China”, ovvero il cinema italiano a Pechino, una rassegna di film italiani del 75esimo festival internazionale del cinema di Venezia. Si tratta di pellicole  protagoniste al China Film Archive di Pechino nella settimana in cui è in corso l’edizione di quest’anno del Beijing Film Festival. Tra i film in proiezione in questi giorni c’è “Un giorno all’improvviso” di Ciro D’Emilio che racconta la storia di un ragazzino che sogna di diventare un calciatore, una storia che troverà tanti appassionati visto l’attenzione sul mondo del calcio in Cina. Non è un caso che a sbarcare a Pechino, assieme al cinema italiano sia arrivata la Coppa del Mondo, la Fifa World Cup vinta dalla Nazionale Italiana nel 2006, concessa per l’occasione dalla Figc: il trofeo è stato mostrato al pubblico in occasione della firma dell’accordo di co-produzione per il film “Super League”, ambientato nel mondo del football, tra Italia, Cina e Canada per il film “Super League”

La rassegna – presentata   nell’auditorium dell’Istituto italiano di Cultura di Pechino con il sottosegretario ai Beni culturali Lucia Borgonzoni- è  organizzata dalla Biennale di Venezia e dall’ Anica (l’Associazione italiana industrie audiovisive e multimediali del cinema) ed è in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Pechino e l’Istituto italiano di cultura, inoltre si avvale del contributo del ministero dello Sviluppo economico e dell’ Ice. Madrina a dell’evento l’attrice Tan Zhuo, salita sul palco il presidente della China Film Co-production, Miao Xiaotian, che ha ricevuto dalle mani dell’ambasciatore Ettore Sequi l’onorificenza di Commendatore all’Ordine della Stella d’Italia, ottenuta per i meriti nella co-produzione cinematografica tra Italia e Cina.

Tra i film in programmazione durante la rassegna dei cult del cinema italiano come “Morte a Venezia” di Luchino Visconti.

Continua a leggere

Cinema

Si gira a Napoli la seconda serie de “L’amica Geniale”, il sindaco de Magistris sul set

Avatar

Pubblicato

del

Un successo enorme per la prima serie e la previsione che quest’anno sarà ancora uno degli eventi televisivi più seguiti ed importanti. Stiamo parlando della seconda stagione  della serie tratta dal best seller di Elena Ferrante “L’Amica geniale” per la quale sono iniziate le riprese a Napoli. Sul Set si è recato in visita il sindaco della città Luigi de Magistris che su Facebook ha pubblicato un post. “Un tuffo nel passato, un’emozione grande. Oggi ho visitato il set -scrive il Sindaco di Napoli- della seconda serie de L’Amica geniale, una splendida produzione alla quale il Comune di Napoli ha offerto una grande e professionale collaborazione. Sarà di certo uno degli eventi televisivi più importanti dell’anno che rilancerà nel mondo un’immagine di una Napoli vera, popolare, struggente. Ho incontrato il regista Saverio Costanzo, oltre al cast, il bravissimo scenografo, la costumista, le stupende comparse, autentici volti di una Napoli del passato ma che si rivedono ancor oggi in tante strade e vicoli della nostra città. Due ore di autentica competenza, professionalità e passione. Grazie a tutte e a tutti”. Presto le riprese si sposteranno a Ischia dove è ambientata una grossa parte del romanzo della Ferrante e dove di recente è stato fatto il casting per le comparse e la ricerca dei set giusti per girare. My brilliant friend è una produzione HBO – Rai.

 

 

 

Rai e Hbo annunciano la seconda stagione de “L’amica geniale”, la serie in onda che ha polverizzato ogni record di ascolti in Italia e Usa

Continua a leggere

Cinema

Grande Cinema a Sorrento, De Sica e Raoul Bova aprono gli incontri internazionali

Avatar

Pubblicato

del

Raoul Bova, Violante Placido, Cinzia Th. Torrini, Elisa Del Genio e Ludovica Nasti de ‘L’amica geniale’, Christian De Sica e Pupi Avati; insieme ai protagonisti del cinema tedesco Doris Dorrie, Anne Kenis, Isabelle Stever, Buket Alakus, Markus Goller, Yasemin Samdereli. Ecco gli ospiti della 41esima edizione degli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento in programma da mercoledì 10 aprile nella cittadina costiera campana con anteprime, proiezioni, talk e tavole rotonde fino a domenica 14 aprile. Ospiti della serata inaugurale saranno Christian De Sica e la sua famiglia per raccontare tutte le novità dei premi intitolati a Vittorio De Sica, che tornano a Sorrento il prossimo settembre, grazie alla collaborazione con l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello. Tra i protagonisti della giornata d’apertura, anche Raoul Bova, uno dei volti più amati della tv e del cinema italiano, presto sul piccolo schermo nei panni di Giorgio Armani per la serie ‘Made in Italy, che si racconterà al pubblico nell’ambito di Ciak Incontra, la sezione di appuntamenti realizzati in collaborazione con il magazine Ciak. Il cinema tedesco, protagonista di questa edizione, con le proiezioni della commedia campione d’incassi ‘Benvenuti in Germania’ di Simon Verhoeven nel pomeriggio di mercoledì e in serata dell’ultimo film di Florian Henckel von Donnersmarck, ‘Opera senza autore’.

Elisa Del Genio e Ludovica Nasti, che hanno dato vita a Lenu’ e Lila nella prima stagione della serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante, saranno protagoniste di una conversazione con il pubblico moderata da Remigio Truocchio, alla quale interverra’ anche Francesco Nardella, vice direttore editoriale di Rai Fiction (giovedi’ 11 aprile). In serata il pubblico avra’ invece la possibilita’ di incontrare il regista Adriano Morelli con Violante Placido, che presenteranno al cinema Tasso il cortometraggio ‘Hand in the cap’, scritto da Nicola Guaglianone e girato interamente a Sorrento. Prodotto da Sly Production in collaborazione con la O’Groove di Pierpaolo Verga ed Edoardo De Angelis, il corto, interpretato da Violante Placido e Andrea Quintavalle, affronta la tematica della disabilità.

Nel segno della Germania, sara’ imperdibile l’incontro con la regista, produttrice e scrittrice tedesca Doris Dorrie, ospite d’onore di questa edizione (venerdi’ 12 aprile), che si confrontera’ con Cinzia Th. Torrini, regista e sceneggiatrice per il cinema e la televisione che ha consolidato la sua passione per il cinema proprio in Germania, a Monaco di Baviera, dove ha frequentato l’Accademia Hochschule Fuer Film und Fernsehen. Le due registe dialogheranno sul loro cinema in un incontro moderato dal critico Giovanni Spagnoletti. Si parlera’ di cinema e serie tv anche all’incontro ‘Italia – Germania nel cinema e nell’audiovisivo: le coproduzioni, i vantaggi e le opportunita” (giovedi’ 11 aprile), realizzato in collaborazione con Box Office e moderato dalla giornalista di Tivu’ Eliana Corti, alla presenza di Francesco Nardella (vice direttore editoriale Rai Fiction), Maria Giuseppina Troccoli (dg Cinema Mibac), Lisa Giehl (Fff Bayern), Cornelia Hammelmann (agente co-produzioni presso l’agenzia Trinity Movie), Philipp Kreuzer (Ceo Maze Pictures). Accanto all’omaggio alla Germania con retrospettive, eventi speciali tra cui la sonorizzazione dal vivo del capolavoro di Robert Wiene ‘Il Gabinetto del Dottor Caligari’ (giovedi’ 11 aprile), e anteprime presentate a Sorrento dai protagonisti del cinema tedesco, saranno imperdibili anche gli appuntamenti con Pupi Avati e il fratello Antonio Avati, sceneggiatore e produttore, che celebrano i 50 anni di successi della Duea Film e del loro sodalizio artistico (sabato 13 aprile), e l’appuntamento per ‘Ciak Incontra’ (domenica 14 aprile) con Lino Banfi che ripercorrera’ i momenti salienti della sua carriera, moderato dalla giornalista Alessandra De Luca. Al termine dell’incontro Lino Banfi introdurra’ inoltre il film di produzione tedesca ‘Indovina chi sposa mia figlia’, che lo vede tra i protagonisti della commedia. Gli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento sono organizzati da Cineventi con la direzione artistica di Remigio Truocchio, promossi dal Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Giuseppe Cuomo, con il coordinamento del dirigente del Settore Cultura, Antonino Giammarino, con il sostegno della Regione Campania, del Mibac e in collaborazione con la Film Commission Regione Campania, il Goethe-Institut, German Films Italia, l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, Anica, con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma.

Continua a leggere

In rilievo