Collegati con noi

Sport

Calcio, mezzo Napoli in infermeria: infortuni anche per Insigne,Maksimovic e Demme

Pubblicato

del

Infortunio per Insigne, Maksimovic e Demme nell’allenamento di oggi del Napoli. Il club azzurro riferisce che Insigne e Maksimovic hanno disputato solo un tempo della partitella di fine allenamento e poi sono usciti per dei risentimenti muscolari. Problemi anche per Diego Demme che ha subito un trauma contusivo al ginocchio. Le condizioni dei tre giocatori azzurri saranno verificate nei prossimi giorni, come pure quelle di Meret, che soffre per un trauma contusivo al bacino. Il Napoli non sara’ in campo nel week end dedicato ai recuperi di serie A e quindi Gattuso ha concesso il week end libero a tutti. La squadra si ritrovera’ lunedi’ a Castel Volturno per preparare la sfida contro il Verona.

Advertisement

Sport

Rugani-gol al 95′, la Juve ritrova la vittoria contro un bel Frosinone

Pubblicato

del

E’ Rugani l’uomo della provvidenza della Juve: il difensore trova il gol vittoria contro il Frosinone al 95′ e permette ad Allegri di superare quota 1000 punti in serie A, oltre che interrompere una striscia di quattro partite senza vittorie. Il trascinatore, però, è Vlahovic, che con una doppietta e l’assist per il 3-2 finale si guadagna la palma di migliore in campo. Per Di Francesco è una beffa atroce, anche se il vantaggio sulla B resta di tre lunghezze. Non è ancora tempo di Alcaraz dal primo minuto, Allegri si tiene l’argentino come carta a gara in corso e schiera la mediana solita, con Cambiaso e Kostic sulle corsie e il terzetto McKennie-Locatelli-Rabiot in mezzo.

Il partner di Vlahovic è Chiesa, per sostituire l’infortunato Danilo viene scelto Rugani. Di Francesco si schiera a specchio con il 3-5-2, lanciando il tandem Soulé-Cheddira e lasciando in panchina altri baby bianconeri Barrenechea e Kaio Jorge. La Juve ha una voglia enorme di tornare a vincere dopo 35 giorni a secco, la sfida si sblocca dopo meno di 180 secondi: Gatti premia l’inserimento di McKennie, l’americano stoppa alla perfezione e serve Vlahovic, il quale va in anticipo su Valeri e di destro gira in rete il gol del vantaggio. Sembra una gara in discesa per i bianconeri, invece il Frosinone si compatta e comincia ad attaccare. E, dopo una punizione di Soulé dai 25 metri respinta dalla barriera, arriva anche il pareggio: Zortea va via sulla destra e crossa, Cheddira si stacca dalla marcatura di Cambiaso e di testa infila Szczesny per l’1-1.

Alla Juve riappaiono i fantasmi del periodo negativo, i ciociari ne approfittano e in ripartenza Bresciani firma il clamoroso sorpasso. Allegri perde anche Rabiot e inserisce Alcaraz, in attacco Vlahovic è letale e, dopo essere stato chiuso in uscita bassa da Cerofolini, trova la doppietta personale pescando l’angolino. Nello scoppiettante 2-2 dei primi 45 minuti il grande assente è Chiesa, ripreso anche da Allegri. Il tecnico cerca la scossa con Yildiz e Weah inseriti al posto proprio dell’azzurro e di Kostic, Di Francesco risponde con i due ex Kaio Jorge e Barrenechea. I bianconeri, però, attaccano in maniera confusa e difendono con poca concentrazione rischiando di prendere il 2-3, così Allegri diventa una furia e lancia via la giacca.

Nel finale si fa male McKennie e si tenta l’assalto con l’inserimento di Milik, l’unica occasione capita sul destro di Vlahovic che spedisce in curva. Poi, all’ultimo calcio d’angolo, il serbo prolunga sul secondo palo e Rugani trova la zampata vincente che fa esplodere lo Stadium. La Juve torna a vincere e si tiene stretto il secondo posto, il Frosinone viene beffato e chiude con 0 punti il ciclo di fuoco con Milan, Fiorentina, Roma e i bianconeri.

Continua a leggere

Sport

Sequestrati bastoni nel rione Marina a Cagliari: servivano per picchiare i supporter del Napoli?

Pubblicato

del

Bastoni e altro materiale pericoloso sequestrato anel quartiere Marina, in piazza Sant’Eiulalia a Cagliari. Forse era l’arsenale predisposto da qualche gruppo di tifosi per dare l’assalto ai supporter napoletani nel caso avessero attraversato la città in marcia passando da via Roma come era successo due anni fa per la sfida calcistica contro i rossoblù. Per ora è soltanto un’ipotesi: la Questura in queste ore sta cercando di capire a chi appartengano. Non risultano invece sequestri di materiale a rischio tra i quattrocento tifosi arrivati da Napoli. Partita a rischio scontri, la Polizia ha utilizzato anche un elicottero per tenere sotto controllo le principali strade della città. Si è cercato di evitare la situazione dello scorso anno: i supporter sono stati caricati sui pullman direttamente dall’aeroporto e portati nel settore ospiti della Domus evitando di passare per il centro della città. Clima incandescente già nel pre partita con le tifoserie che si scambiano insulti dai rispettivi settori.

Continua a leggere

Sport

Mondiale di F1: 6 sprint e la Cina, una ‘maratona’ lunga 24 Gp

Pubblicato

del

Il Mondiale di F1 del 2024 sarà di 24 Gran Premi per un totale di 30 eventi tra le gare corte del sabato e quelle della domenica e scatterà il 2 marzo in Bahrain (si corre di sabato per rispetto del Ramadan in un paese musulmano), concludendosi l’8 dicembre ad Abu Dhabi. L’Italia ospiterà il GP dell’Emilia Romagna a Imola il 19 maggio e il GP d’Italia a Monza l’1 settembre. Suzuka si sposta dall’autunno ad aprile, mentre la stagione terminerà l’8 dicembre ad Abu Dhabi. Ravvicinate per ragioni logistiche le gare in Australia, Giappone e Cina, con quest’ultima che torna tra le 24 tappe in programma dopo lo stop per il Covid (2019 fu l’ultima volta). Le sei Sprint del Mondiale 2024 si correranno a Shanghai, Miami, Spielberg, Austin, San Paolo, Lusail. Azerbaijan e Belgio non ospiteranno più la mini gara (avranno un weekend tradizionale), al loro posto subentrano Cina e Miami come location di una doppia gara.

La prima Sprint della stagione si correrà in Cina ad aprile 2024 e soltanto una delle Sprint si correrà in Europa, precisamente in Austria a fine giugno 2024. Ecco tutte le date del Mondiale F1 2024 con le 6 gare Sprint in programma evidenziate in neretto: 2 marzo – Bahrein 9 marzo – Arabia Saudita 24 marzo – Australia 7 aprile – Giappone 21 aprile – Cina – Sprint Race 5 maggio – Miami – Sprint Race 19 maggio – Emilia Romagna 26 maggio – Monaco 9 giugno – Canada 23 giugno – Spagna 30 giugno – Austria – Sprint Race 7 luglio – Gran Bretagna 21 luglio – Ungheria 28 luglio – Belgio 25 agosto – Olanda 1 settembre – Italia 15 settembre – Azerbaigian 22 settembre – Singapore 20 ottobre – Usa – Sprint Race 27 ottobre – Messico 3 novembre – Brasile – Sprint Race 23 novembre – Las Vegas 1 dicembre – Qatar – Sprint Race 8 dicembre – Abu Dhabi.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto