Collegati con noi

Sport

Al Verona la sfida salvezza, Sassuolo choc Berardi

Pubblicato

del

Perde il Sassuolo, ma a Verona perde anche l’Italia. Domenico Berardi si rompe il tendine d’Achille della gamba destra e se gli emiliani dovranno fare a meno della loro bandiera, gli azzurri di Spalletti perdono un protagonista per il prossimo Europeo. Sono passati nemmeno una quindicina di minuti della ripresa, Montipò sbaglia un rinvio con i piedi, Berardi stoppa di petto ma non appenna accenna a scattare si accascia al suolo portando subito le mani nella zona del tendine. La smorfia di dolore dice tutto. Berardi alza la mano e chiede il cambio.

Per il Sassuolo diventa dura, riperde il capitano che, tornato titolare dopo mesi, chiude così la stagione da dimenticare. Nella gara della paura un clamoroso errore di Henrique spiana la strada a Swiderski che con un tocco sporco come è destino del campionato dell’Hellas batte Consigli e manda all’inferno il Sassuolo. Una gara con poche emozioni, tanti errori e un’apprensione palpabile. Vince il Verona con fortuna ma anche con grande umiltà, per il Sassuolo – con l’esordio in panchina di Ballardini – una sconfitta preoccupante.. Baroni ripropone il francese Henry prima punta.

Noslin scala a supporto dell’attaccante, con Lazovic e Suslov. Coppola vince il ballottaggio con Magnani al centro della difesa, Serdar e Duda in mediana a centrocampo. Folorunsho non va neanche in panchina per un attacco influenzale. Ballardini schiera il suo primo Sassuolo con il 4-3-3. La notizia è il ritorno di Berardi, titolare un mese e mezzo dopo l’ultima volta. Pedersen è forse l’unica novità come terzino destro. Un quarto d’ora di studio poi si accende Berardi che dalla destra fa spiovere un pallone sul secondo palo, controllo e sinistro di Thorstvedt, bravo Montipò a respingere con i pugni. Rimane una gara sporca, nervosa, con due squadre che hanno troppa fretta una volta vicino all’area avversaria, frenesia che comporta tanti errori. Il Verona si fa vivo alla mezz’ora.

Sinistro di Suslov dal limite, Consigli con i pugni e ancora il portiere del Sassuolo a dire di no alla ribattuta di Cabal. Primo tempo, comunque, avaro di emozioni tra due squadre molto più attente a non correre pericoli che a crearne. La ripresa porta, purtroppo, la brutta notizia per il Sassuolo. Il Sassuolo perde fantasia in fase offensiva con l’infortunio di Berardi ma il Verona non sembra in grado di approfittarne. Anzi, in questa parte centrale della ripresa, sembrano gli emiliani più in palla. Baroni corre ai ripari provando a cambiare di fatto l’intero pacchetto offensivo. L’equilibrio si rompe sull’erroraccio di Henrique che perde malamente palla da ultimo uomo, il pallone arriva a Bonazzoli che premia lo scatto di Swiderski che, contrastatonda Erlic, riesce a toccare quel tanto per battere Consigli. Il Sassuolo ci prova più che altro per dovere ma, stordito per l’infortunio di Berardi, non crea alcuna occasione per mettere in crisi la retroguardia gialloblù.

Advertisement
Continua a leggere

In Evidenza

La morte di Mattia Giani sul campo di calcio, l’accusa del giudice sportivo: l’ambulanza arrivò dopo 17 minuti

Pubblicato

del

Una tragedia ha colpito il mondo del calcio toscano con la morte del calciatore Mattia Giani durante una partita tra Lanciotto e Castelfiorentino. Il giudice sportivo della Figc – Lega Dilettanti toscana ha ora fornito una ricostruzione dettagliata degli eventi che hanno portato alla tragedia e delle decisioni conseguenti.

Secondo il giudice sportivo, l’ambulanza è arrivata allo stadio di Campi solo 17 minuti dopo che i soccorsi sono stati richiesti per Mattia Giani. Durante questo periodo, i soccorsi sono stati forniti da un massaggiatore ospite e da un medico presente in tribuna, che sembra che abbiano utilizzato un defibrillatore per tentare di rianimare il giocatore. Successivamente, una prima ambulanza è giunta sul posto e ha continuato le operazioni di soccorso con l’aiuto di altri volontari che sono arrivati con un’altra ambulanza pochi minuti dopo. Nonostante gli sforzi dei sanitari, il calciatore è stato dichiarato morto dopo il suo trasferimento in ospedale.

Il giudice sportivo ha ritenuto giustificata la sospensione della partita, che è stata interrotta al 14′ del primo tempo, a causa dell’inevitabile turbamento di giocatori e dirigenti causato dall’evento tragico. Inoltre, ha deciso che la parte restante della partita dovrà essere recuperata in un secondo momento.

La squadra Lanciotto è stata multata di 400 euro “per mancanza di ambulanza e/o medico”,  sanzione prevista per questa mancanza.

“Giova sottolineare – scrive ancora il giudice sportivo – come il rispetto del grave evento anche da parte della società Lanciotto Campi Bisenzio e dei componenti la terna arbitrale sia sintomo di grande osservanza dei valori della solidarietà e della correttezza sportiva”.

Continua a leggere

In Evidenza

Champions, il Real Madrid di Ancelotti batte il City ai rigori e vola in semifinale

Pubblicato

del

Il “re” di coppe piazza un altro colpo: il Real Madrid di Carlo Ancelotti raggiunge la semifinale di Champions League dopo una battaglia durissima contro il Manchester City di Pep Guardiola. Raggiunge così Del Bosque come il secondo allenatore del Real Madrid con più presenze in Champions.

Con uno spettacolare pareggio 3-3 nell’andata, i Blancos di Carlos Ancelotti si sono imposti dopo i rigori (5-4) nel ritorno dei quarti di finale all’Etihad Stadium. Nonostante un inizio frenetico, con il Real che si è portato in vantaggio al 12’ grazie a Rodrygo e il Manchester City che ha colpito la traversa con Haaland, il primo tempo si è chiuso sull’1-1, firmato da De Bruyne al 76’. Il ritmo del match è stato incandescente, con entrambe le squadre impegnate in rapidi scambi e azioni fulminee. Nonostante gli sforzi di entrambi i lati nei tempi regolamentari e supplementari, il risultato è rimasto invariato.

La partita è stata caratterizzata da un gioco tattico, con Pep Guardiola e Carlo Ancelotti che hanno orchestrato le loro mosse con maestria. Ma è stata la lotteria dei rigori a decretare il vincitore, con il Real Madrid che ha avuto la meglio, accedendo così alla semifinale per il quarto anno consecutivo. Ora, i Blancos si preparano ad affrontare il Bayern Monaco in un’altra sfida emozionante per un posto nella finale di Champions League.

Continua a leggere

Sport

Champions, il Bayern va in semifinale battendo l’Arsenal di misura

Pubblicato

del

Il Bayern Monaco si consola del campionato deludente conquistando l’accesso alla semifinale di Champions League dopo una vittoria cruciale sul campo dell’Arsenal. Con un risultato finale di 1-0 all’Allianz Arena nel ritorno dei quarti di finale, i bavaresi hanno dimostrato ancora una volta la loro forza e determinazione. Il momento decisivo è arrivato nella ripresa, quando Kimmich ha trovato la rete di testa su un preciso cross di Guerreiro al minuto 63’.

La partita è stata caratterizzata da un dominio del Bayern, che ha colpito due volte il palo nella stessa azione all’inizio della ripresa, con Goretzka e Guerreiro, mettendo a dura prova la difesa dell’Arsenal. Nonostante i tentativi dei Gunners di reagire grazie ad un ottimo Jorginho, il Bayern ha mantenuto saldamente il controllo del gioco e ha difeso con determinazione il proprio vantaggio fino al fischio finale.

Questo risultato segue il pareggio 2-2 nell’andata all’Emirates di Londra, confermando la superiorità complessiva del Bayern Monaco nella doppia sfida. Ora, i bavaresi si preparano ad affrontare la vincente tra Manchester City e Real Madrid nella semifinale.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto