Collegati con noi

Guerra Ucraina

Ucraina, Putin ordina la tregua di Natale ma Kiev chiede ai russi di ritirarsi

Pubblicato

del

Ha chiesto una breve tregua, di 36 ore, per il Natale ortodosso, ma l’appello alla sospensione delle ostilità da parte  di Vladimir Putin sembra caduto nel vuoto. Kiev ha infatti risposto che ci sarà tregua solo quando i russi si ritireranno, Biden ha invece affermato che si tratta di un tentativo di Mosca di prendere fiato per le difficoltà delle truppe russe sul terreno.

La decisione di Putin è arrivata dopo un colloquio con il presidente turco Erdogan che ritiene che bisogna favorire la ricerca di una soluzione per far cessare il conflitto. Putin ha spiegato ancora una volta di essere aperto a un dialogo serio ma soltanto se Kiev “tiene conto delle nuove realtà territoriali”

In sostanza se l’Ucraina dovesse rinunciare a cercare di riprendere il controllo in Crimea e nelle altre 4 regioni annesse da Mosca annesse lo scorso autunno, si potrebbe parlare – secondo Mosca- di una soluzione pacifica. Inoltre Putin ha anche voluto aggiungere  frasi polemiche contro i paesi occidentali, colpevoli di “armare l’Ucraina” e di svolgere un “ruolo distruttivo” .

Putin annuncia di avere ordinato al ministro della Difesa Serghei Shoigu di attuare la tregua natalizia, dal mezzogiorno del 6 gennaio alla mezzanotte del 7, accogliendo una richiesta in questo senso ad entrambe le parti del Patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa. Contemporaneamente il leader russo lancia un appello a Kiev perché accolga la cessazione temporanea dei combattimenti, per dar modo a tutti gli ortodossi di partecipare alle cerimonie religiose. Il consigliere del presidente ucraino risponde che si tratta di pura ipocrisia. Pochi giorni soltanto mentre secondo gli ucraini Putin starebbe preparando un’offensiva più violente per il mese di febbraio. Nella giornata di oggi è arrivata anche la notizia che sia Biden che Scholz, USA e Germania,  hanno deciso di inviare a Kiev panzer americani e tedeschi. Berlino, inoltre, si unisce agli Usa nella fornitura degli efficaci sistemi missilistici Patriot. Anche perchè in Ucraina continuano a morire civile.

 

Advertisement

Esteri

Zelensky cancella visita a Madrid prevista per venerdì

Pubblicato

del

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ha annullato la visita che avrebbe effettuato a Madrid venerdì prossimo, secondo fonti della Casa del Re, dopo che oggi aveva annunciato l’incontro che si sarebbe svolto incontro con Filippo VI e il successivo pranzo al Palazzo Reale. Lo scrive l’agenzia spagnola Efe. Il Palazzo della Zarzuela non ha spiegato i motivi della cancellazione della visita, che sarebbe stata la prima visita bilaterale di Zelensky in Spagna e nella quale avrebbe dovuto incontrare il premier Pedro Sánchez e firmare un accordo sulla sicurezza.

Il viaggio di Zelensky avrebbe incluso il Portogallo, tappa anche questa destinata a saltare stando a Rtp, la televisione pubblica portoghese, che – senza specificare le sue fonti – indica come motivo dell’annullata visita “l’aggravarsi della situazione in Ucraina”, si legge nella homepage della Rtp.

Continua a leggere

Esteri

Kiev, più di 30 località sotto il fuoco russo nel Kharkiv

Pubblicato

del

Sono ancora in corso i combattimenti nella regione di Kharkiv, nel nord-est dell’Ucraina, dove più di 30 località sono sotto il fuoco russo e quasi 6.000 residenti sono stati evacuati, secondo il governatore regionale. “Più di 30 località nella regione di Kharkiv sono state colpite dall’artiglieria nemica e dai colpi di mortaio”, ha scritto Oleg Synegoubov sui social network.

Il governatore ha aggiunto che dall’inizio dei combattimenti sono stati evacuati da queste zone un totale di 5.762 residenti. Le forze russe hanno attraversato il confine da venerdì per condurre un’offensiva in direzione di Lyptsi e Vovchansk, due città situate rispettivamente a circa venti e cinquanta chilometri a nord-est di Kharkiv, la seconda città del Paese.

Continua a leggere

Esteri

Mosca: bilancio finale vittime Belgorod è di 15 morti

Pubblicato

del

E’ di 15 morti e 17 persone tratte in salvo il bilancio finale del crollo parziale di un condominio residenziale di 10 piani nella città russa sudoccidentale di Belgorod, colpita ieri da un attacco ucraino. Lo ha reso noto stamattina a operazioni di ricerca terminate il Ministero per le Emergenze russo, citato dall’agenzia di stampa Tass.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto