Collegati con noi

Corona Virus

Vaccino agli amici, indagato medico nel cosentino

Avatar

Pubblicato

del

“Porta chi vuoi che gli facciamo il tampone a tutti… pure ai gatti”. Si esprimeva cosi’, non sapendo di essere intercettato dai carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanita’ di Cosenza, il direttore sanitario dello Spoke Ospedaliero di Cetraro-Paola, Vincenzo Cesareo. Ma oltre ai tamponi, secondo gli investigatori, il medico avrebbe anche somministrato almeno 4 dosi del vaccino anti Covid a persone che non rientravano negli elenchi della fase uno dei destinatari solo perche’ suoi amici. Adesso Cesareo e’ indagato dalla Procura della Repubblica di Paola ed e’ stato anche interdetto dal lavoro per 12 mesi con l’accusa di peculato in relazione ad un’altra vicenda sulla quale il Nas stava indagando dal giugno scorso per l’uso improprio dell’auto di servizio. Provvedimento che gli e’ stato notificato dai carabinieri del Gruppo Tutela Salute di Napoli. Oltre al peculato, nei confronti del medico vengono ipotizzati i reati di truffa, falso in atti pubblici e turbata liberta’ nella scelta del contraente, oltre che per ulteriori ipotesi di peculato aventi ad oggetto farmaci ed altri presidi medici ospedalieri. E cosi’, dopo il caso di Modena – dove alcune dosi di vaccino sono andati ai parenti dei medici perche’ “avanzate” e per “non sprecarle” – che ha fatto ad apripista ad altre vicende simili in Puglia, anche la Calabria viene interessata dal fenomeno dei vaccini somministrati a parenti ed amici. Situazioni che hanno spinto i Nas ad avviare accertamenti in tutta Italia che sono ancora in corso. Nel caso di Paola, la scoperta delle presunte vaccinazioni indebite e dei tamponi “anche ai gatti” e’ venuta alla luce con i servizi di intercettazione e pedinamento avviati dai carabinieri del Nas – coordinati dal capo della Procura di Paola Pierpaolo Bruni – per la vicenda dell’auto. La procura aveva chiesto l’arresto del medico, ma il gip ha ritenuto sufficiente l’interdizione per interrompere il compimento dei reati. A Paola, tuttavia, la richiesta della Procura su Cesareo e’ antecedente all’inizio della fase vaccinale. L’indagine, infatti, era iniziata sull’ipotesi di peculato per l’uso improprio dell’auto di servizio. Secondo quanto emerso dalle indagini, Cesareo avrebbe usato la vettura per gli scopi piu’ svariati: accompagnare amici e parenti in aeroporto, recarsi a fare acquisti al centro commerciale Ikea di Salerno, accompagnare a pranzi e cene, anche fuori regione, i propri familiari ed altri soggetti a lui legati da vincoli personali. Non solo, in alcuni di questi spostamenti, il professionista sarebbe riuscito anche a passare indenne dai posti di blocco istituiti per il rispetto delle norme anti Covid dichiarando di essere in servizio per eseguire tamponi a domicilio. Seguendo le mosse di Cesareo, i carabinieri hanno scoperto anche che il medico avrebbe effettuato indebitamente, sin da giugno 2020, tamponi molecolari per la ricerca del Covid19 a beneficio di numerosi soggetti a lui vicini.

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus, i dati del contagio in Italia: 13.902 positivi e 318 morti

Avatar

Pubblicato

del

La corsa del virus non accenna a fermarsi ed è stata superata nelle ultime 24 ore la soglia dei 100 mila decessi Covid in Italia, secondo i dati forniti nel bollettino quotidiano al Ministero della Salute. Sono infatti  318 i decessi nel Paese, per un totale di 100.103 dall’inizio della pandemia.

Sono 13.902 i nuovi positivi su 184.684 tamponi effettuati, con una percentuale di positività del 7,5 %, sostanzialmente invariata rispetto al giorno prima.  Aumentano però le persone costrette al ricovero in ospedale :687 in più, 95 ingressi anche in terapia intensiva per un totale in Italia di 21.831 ricoverato con sintomi.

La regione con il maggior numero di persone contagiate è l’Emilia Romagna: 2.987 su 17.492, con un tasso di positività del 17 per cento, 50 i morti. Una settimana per la regione che è la peggiore della seconda ondata. Alto il tasso anche in Lombardia, 10% circa, dove i positivi sono stati 2.301 e i morti 52.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus, il contagio in Campania: 1.644 positivi su appena 11.398 tamponi, aumentano i ricoverati

Avatar

Pubblicato

del

Meno tamponi fatti e più positivi: è quello che accade ogni lunedì, perchè vengono effettuati tamponi più ‘mirati’ nelle 24 ore precedenti. Oggi la percentuale di positività nella Campania appena diventata ‘zona rossa’ è del 14,42 % con 1.644 nuovi positivi su 11.398 tamponi. I dati del bollettino quotidiano dell’Unità di crisi della Regione Campania però ci parlano anche di un aumento dei ricoverati in ospedale che adesso sono 1.425, a cui si sommano 145 persone in terapia intensiva.  I deceduti sono 41. Aumenta però anche il numero di guariti che nelle ultime 24 ore sono 1.291.

Questo il bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania di oggi:
Positivi del giorno: 1.644 (di cui 124 casi identificati da test antigenici rapidi)
di cui
Asintomatici: 1.015
Sintomatici: 505
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 11.398 (di cui 1.450 antigenici)
Totale positivi: 286.865 (di cui 8.529 antigenici)
Totale tamponi: 3.102.497 (di cui 138.140 antigenici)
Deceduti: 41 (*)
Totale deceduti: 4.505
Guariti: 1.291
Totale guariti: 192.453
* 15 deceduti nelle ultime 48 ore, 26 deceduti in precedenza ma registrati ieri.
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 148
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.425
** Posti letto Covid e Offerta privata.

Continua a leggere

Corona Virus

Ursula Von der Leyen: da aprile 100 milioni di dosi di vaccino al mese in Ue

Avatar

Pubblicato

del

Il numero di dosi di vaccino disponibili nell’Ue dovrebbe raggiungere i 100 milioni al mese a partire da aprile. Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen in un’intervista ai quotidiani tedeschi Stuttgarter Zeitung e Stuttgarter Nachrichten e ripresa anche da Politico.eu. “Da aprile in poi, le quantita’ potrebbero nuovamente raddoppiare secondo i piani dei produttori, anche perche’ stanno per essere approvati ulteriori vaccini”, ha detto Von der Leyen, aggiungendo che si aspetta “una media di circa 100 milioni di dosi al mese nel secondo trimestre, per un totale di 300 milioni entro la fine di giugno”. “La presidente nella sua intervista non ha specificato le aziende” dei vaccini, “dunque le cifre che ha dato sono le cifre globali che stimiamo adesso per il secondo trimestre. Sapete che la situazione evolve ed e’ per questo che siamo molto prudenti nelle stime che evolvono anche in funzione dei nostri contatti con le imprese”, ha precisato poi il portavoce della Commissione europea Eric Mamer rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se il vaccino Johnson&Johnson fosse o meno compreso nell’annuncio della presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen sulle 300 milioni di dosi entro la fine di giugno. Il vaccino Johnson&Johnson non ha ancora ricevuto l’ok da parte dell’Ema.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto