Collegati con noi

Ben'essere

Una bioplastica per contenere la mozzarella e tenere lontani i batteri: la sfida dal convegno del Consorzio dei produttori

Avatar

Pubblicato

del

La sfida è tutta in due parole: ricerca e sostenibilità, quelle  che porta avanti il Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana DOP che stavolta sono state tradotte in un convegno nella bella sede nell’area delle Regie cavallerizze all’interno del parco della Reggia di Caserta. “Sfide importanti, che il settore deve affrontare, in particolare sul tema della sostenibilità, che ci sta molto a cuore e su cui stiamo già lavorando”, afferma il presidente del Consorzio, Domenico Raimondo.

Un convegno dalle prospettive importanti incentrato, dopo i saluti della Direttrice della Reggia di Caserta, Tiziana Maffei, sulla Lectio dell’ex ministro ed ex presidente del CNR Luigi Nicolais sulla ricerca quale settore competitivo per il settore lattiero caseario. Nicolais ha presentato l’ultima ricerca, portata avanti con la società Materias: un nuovo poliestere. “Lo abbiamo già brevettato, ed entro un anno, contiamo di mettere in produzione i contenitori per la mozzarella. L’idea principale – prosegue l’ex Ministro – è di fare in modo tale che alcuni peptidi si leghino al film in poliestere del contenitore; si tratta di peptidi edibili, cioè che si possono mangiare, e che uccidono i batteri”.

In questo modo c’è un incremento della shelf life, in modo tale da allungare la vita alla mozzarella, per consentire all’eccellenza campana di raggiungere mercati lontani senza che il prodotto debba subire variazioni o perdite di freschezza.

Con l’ex ministro Nicolais, è intervenuto Salvatore Iannace, dirigente di ricerca dell’Istituto per i polimeri compositi e biomateriali del CNR che ha spiegato l’utilizzo delle bioplastiche quali materiali per l’imballaggio della mozzarella seguire lo showcooking dello chef Giuseppe Daddio con degustazione di freschissima, fragrante mozzarella di bufala campana.

Advertisement

Ben'essere

La mozzarella di bufala campana al Salone del Camper: percorsi di storia, cultura e buon cibo

Avatar

Pubblicato

del

In camper lungo i percorsi della storia e della cultura della Campania, attraverso i luoghi del buon cibo, in questo caso della mozzarella di bufala campana. Il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop porta territorio, cultura e storia della Campania al Salone del Camper di Parma, dal 12 settembre fino al 20 settembre. La Bufala Dop per la prima volta parteciperà infatti all’evento fieristico, rilanciando la sinergia tra cibo e cultura in chiave di sviluppo del turismo.

Così, negli spazi del Consorzio, si potrà entrare in contatto con i tesori campani, a partire dalla Reggia di Caserta (all’interno della quale ha sede il Consorzio), l’area archeologia di Paestum e Velia (altra zona tradizionalmente vocata alla produzione di mozzarella di bufala campana Dop) e percorsi speciali all’interno dei cinque parchi nazionali (Cilento, Vesuvio, Matese, Circeo, Gargano) che si trovano nell’area di origine della Mozzarella di Bufala Campana DOP.

“La collaborazione tra il Consorzio, la Reggia di Caserta e Paestum intende offrire al turismo dei camper nuovi itinerari e occasioni di conoscenza. Quella del 2020 è stata proprio l’estate del camper”, sottolinea il direttore del Consorzio di Tutela, Pier Maria Saccani. Secondo l’Associazione Produttori Caravan e Camper, oltre un milione sono stati i camperisti che hanno affollato l’Italia in queste vacanze 2020. “La pandemia – aggiunge Saccani – ha generato nuove abitudini dei consumatori, che come Consorzio puntiamo a intercettare, offrendo loro anche nuove esperienze legate al turismo enogastronomico e culturale”.

Previsto un programma di degustazioni giornaliere guidate della Bufala Dop, nel pieno rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza anti-Covid.

Tiziana Maffei

“Le eccellenze enogastronomiche sono una parte importante della cultura italiana – afferma il direttore generale della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – grazie anche a questa iniziativa del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop sarà possibile promuovere il nostro patrimonio e esperienze culturali e turistiche ancora più immersive. La Reggia di Caserta è stata concepita da Re Carlo non solo come luogo di delizia ma anche come realtà produttiva. Riteniamo, dunque, fondamentale incentivare la sinergia e la collaborazione con l’imprenditoria e con il territorio. Cultura e sviluppo sostenibile sono facce della stessa medaglia”.

Il Salone del Camper è l’evento nazionale più importante del settore del Turismo in Libertà, organizzato da Fiere di Parma. Per questa undicesima edizione, sono confermati circa 200 espositori provenienti da tutto il mondo.

Continua a leggere

Ben'essere

A Marianna Vitale il premio Michelin Chef Donna 2020

Avatar

Pubblicato

del

Va a Marianna Vitale il Premio speciale Michelin Chef Donna 2020. Il riconoscimento e’ stato assegnato nell’ambito della quinta edizione dell’Atelier Des Grandes Dames, network che ha lo scopo di celebrare il talento femminile nell’alta ristorazione voluto da Veuve Clicquot. Marianna Vitale, chef del “Ristorante Sud” (Quarto- Napoli) e’ stata selezionata degli ispettori Michelin per la tenacia, con cui ha costruito un progetto di ristorazione di qualita’ al di fuori dei circuiti turistici della sua regione. Il “Ristorante Sud”, nato a maggio 2009, ha ottenuto una stella Michelin dall’edizione 2012. Marianna Vitale, classe 1980, e’ una delle 43 chef italiane a capo di ristoranti stellati. In tutto il mondo sono 168. Il premio speciale Michelin Chef Donna 2020 by Veuve Clicquot si inserisce tra i premi assegnati da Michelin in occasione della presentazione della 65a edizione della Guida Michelin Italia, quale riconoscimento di storie di italiani di successo che contribuiscono all’eccellenza del patrimonio culturale della nazione.

Continua a leggere

Ben'essere

Legge su enogastronomia, Quaresimale incontra chef Romito

Avatar

Pubblicato

del

 Una legge sull’enogastronomia che tuteli maggiormente le tipicita’ abruzzesi e valorizzi il lavoro di migliaia di professionisti del settore. e’ questa l’idea del consigliere regionale e capogruppo Lega, Pietro Quaresimale, presentata allo chef stellato abruzzese Niko Romito nel corso di un incontro informale, ma denso di riflessioni e prospettive. “Ho accolto l’impostazione visionaria e proiettata al futuro di questo grande chef – spiega Quaresimale – e ne ho apprezzato il valore umano oltre che professionale. Niko Romito e’ un grande ambasciatore della nostra cultura gastronomica e ogni giorno, attraverso i suoi piatti, riesce a raccontare la nostra terra in un binomio tra gusto e bellezza”. “Le mie prossime iniziative – conclude – terranno in grande considerazione le idee scaturite da questo incontro. Invito altri professionisti della cucina e dell’eccellenza enogastronomica abruzzese a rivolgere istanze e suggerimenti per dare una mano a migliorare l’economia del comparto e incentivare lo sviluppo turistico della regione”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto