Collegati con noi

Cronache

Ultras Napoli, ‘a Ischia per aiutare’. Ma vengono stoppati

Pubblicato

del

Si erano dati appuntamenti al porto di Pozzuoli, dopo un tam tam sui social, “muniti di stivali e pala” per “aiutare i fratelli ischitani” colpiti dall’alluvione. Ma l’iniziativa degli ultras del Napoli è stata bloccata, come affermano loro stessi, “per un presunto pericolo sciacallaggio”. Gli ultras partenopei si erano mobilitati su iniziativa in particolare di due gruppi, i Fedayn 1979 e Sud 1996, che con un messaggio circolato sui social avevano dato appuntamento ai tifosi: alle 5.30 al porto di Pozzuoli, destinazione Ischia, “per dare il nostro contributo”. L’iniziativa è però stata stoppata dalle autorità che, in queste ore, si occupano di filtare gli arrivi ad Ischia. “Davanti a una tragedia di simili proporzioni – si legge in un secondo messaggio dei tifosi, firmato anche da Ultras Ischa 1922 – non è nostra intenzione polemizzare, tuttavia ci sentiamo da ultras e da cittadini profondamente offesi da questo diniego illogico al nostro aiuto alla nostra terra. Non sappiamo i motivi dietro questa scelta ma bloccare centinaia di ragazzi per un presunto pericolo di sciacallaggio dimostra quanto poco conosciate del nostro mondo”. Secondo quanto è stato possibile apprendere, alla base dello stop alla partenza della carovana di ultras vi sarebbe soprattutto la necessità di non ingolfare la macchina dei soccorsi in queste ore ancora concitate, una fase in cui gli aiuti devono essere regolamentati anche per non mettere a rischio altre persone, vista la pericolosità della situazione.

Advertisement

Cronache

Spray su figlia di 16 mesi per farla ricoverare, madre arrestata

Pubblicato

del

Per tre volte era stata portata in vari ospedali con delle gravi irritazioni sulle braccia e sul corpo. Durante l’ultimo ricovero, il quarto, in un ospedale milanese, gli agenti della Squadra mobile, a seguito anche dei sospetti dei medici, hanno accertato che era la madre a procurare intenzionalmente alla figlia di 16 mesi spruzzandole dello spray deodorante al borotalco in quantità tale da richiedere le cure in ospedale. La donna, 29 anni, dopo le indagini coordinate dal Dipartimento che tutela minori e fasce deboli della Procura di Milano, è stata arrestata per maltrattamenti aggravati. La piccola è stata affidata ai Servizi sociali. Non si esclude che la donna soffra di disagi psichici da approfondire. Appartiene a una famiglia non problematica e si ipotizza che facesse ciò perché la piccola fosse ricoverata. La bimba presentava le irritazioni da alcuni mesi.

Continua a leggere

Cronache

Abusò della moglie segregata in casa, arriva condanna definitiva

Pubblicato

del

Pretendeva che la moglie fosse ubbidiente e assecondasse i suoi desideri senza fare storie. E per questo, con l’aiuto del padre e del fratello, l’aveva tenuta segregata in casa per mesi, costringendola a subire percosse e anche ripetute violenze sessuali, oltre a tentare di farla abortire.

Per la vicenda, che venne scoperta nell’autunno 2019 a Crevalcore, nel Bolognese, è diventata definitiva la condanna di un 35enne di origine marocchina: l’uomo, che dopo essere stato all’epoca arrestato era tornato a piede libero, deve scontare una pena residua di due anni e sette mesi per maltrattamenti, lesioni personali e violenza sessuale.

E’ stato rintracciato a Bologna dai carabinieri e portato in carcere. “Vuoi uscire di casa solo per farti gli affari tuoi” era una delle frasi che la donna, una connazionale sui 30 anni, si sentiva rivolgere dal marito, che l’aveva anche costretta a bere infusi a base di spezie, preparati da alcuni familiari, con presunti effetti abortivi. La vittima, dopo aver trovato il coraggio di rivolgersi ai carabinieri per chiedere aiuto, era stata affidata a una struttura protetta.

Continua a leggere

Cronache

Tragedia in Francia, sette bambini morti con la madre in un incendio

Pubblicato

del

Dramma a Charly-sur- Marne, a 100 km a est di Parigi: 7 bambini, di età fra 2 e 14 anni sono morti con la loro mamma in un incendio scoppiato nella loro abitazione. Che cosa sia accaduto e come ancora non è dato capirlo ma l’intervento dei vigili del fuoco purtroppo non ha consentito di salvare nessuno dei piccoli, il papà di tre bambini è stato estratto ancora vivo e portato in ospedale: è ustionato in modo grave. Gli altri 4 piccoli erano nati da una precedente relazione della loro mamma. Su questa tragedia indaga la gendarmerie parigina ed è stata aperta un’inchiesta.

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto