Collegati con noi

Corona Virus

Ucciso dal covid il medico di Ercolano Bernardo Cozzolino, era vaccinato con doppia dose

Pubblicato

del

 

 

Bernardo Cozzolino,  63 anni, medico generico, di Ercolano, è deceduto a causa del Covid. Il dottor Cozzolino era vaccinato con doppia dose Pfizer, non aveva patologie se non piccoli acciacchi figli dell’età. Peraltro non è ancora un anziano tecnicamente. Cozzolino, secondo quanto ricostruito anche attraverso quanto scrivono suoi amici e conoscenti sui social network, era stato ricoverato al Cotugno da settembre ma le sue condizioni sarebbero peggiorate, tanto da indurre le autorità sanitarie prima a trasferire il medico in terapia sub-intensiva, quindi a intubarlo. Fino a quando, purtroppo, il suo cuore ha smesso di battere. I polmoni erano stati  compromessi da una polmonite bilaterale interstiziale che è stata letale.

La polmonite è il segnale tangibile della morte causata del terribile virus. E’ evidente che saranno effettuati accertamenti su questo caso perchè è oggettivamente grave che un paziente 63enne immunizzato con doppia dose possa vedere i suoi polmoni compromessi fino alla morte. Sotto choc la comunità di Ercolano. Il medico era ben voluto da tutti per il lavoro che faceva, per il suo carattere mite e per la spirito di servizio con cui aiutava e curava le persone sue assistite e non.

Advertisement

Corona Virus

Covid, decreto su Super Green pass pubblicato in Gazzetta

Pubblicato

del

Il decreto che introduce il Super Green pass e’ stato pubblicato questa notte in Gazzetta ufficiale ed entra in vigore dal 27 novembre. Il testo finale del provvedimento, approvato mercoledi’ in Consiglio dei ministri, si compone di dieci articoli e prevede tra l’altro l’estensione dal 15 dicembre dell’obbligo vaccinale al personale della scuola, del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico. Dal 6 dicembre al 15 gennaio si applicheranno invece le nuove norme sul Super Green pass, valido solo per vaccinati e guariti dal Covid, anche in zona bianca.

Continua a leggere

Corona Virus

Friuli Venezia Giulia, da lunedì si ritorna in zona gialla: troppi ricoveri e troppe terapie intensive

Pubblicato

del

Da lunedì il Friuli Venezia Giulia passa in zona gialla e 18 regioni a rischio moderato: su nel Nord Est la Regione ha infatti superato tutti e tre i parametri che insieme fanno scattare misure più restrittive: l’occupazione delle aree mediche oltre il 15% (è al 19,5%), le terapie intensive oltre il 10% (sono al 16%) e l’incidenza settimanale oltre 50 casi Covid per centomila (registra il valore di 346,4 per 100mila), hanno fatto sì che il Friuli Venezia Giulia tornasse da lunedì in zona gialla..

La regione con  la provincia autonoma di Bolzano fa registrare le incidenze più alte a 458,9 e 346,4. Seguono Val d’Aosta a 265,5 e Veneto a 226,1. E il Veneto è l’unica Regione ad essere classificata questa settimana a rischio alto.

 

Continua a leggere

Corona Virus

Covid, i dati del contagio in Italia: 13.686 positivi, 51 le vittime

Pubblicato

del

Sono 13.686 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 13.764. Sono invece le 51 vittime in un giorno. Ieri erano state 71. Il numero di positivi registrato oggi e’ il piu’ alto dal 30 aprile (quando si registrarono 13.446 positivi e 263 vittime). Sono 172.618 gli attualmente positivi al Covid in Italia, secondo i dati del ministero della Salute, 6.020 in piu’ nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 4.982.022, i morti 133.537. I dimessi e i guariti sono invece 4.675.867, con un incremento di 7.610 rispetto a ieri.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto