Collegati con noi

Cronache

Tolta la potestà genitoriale a Valentina Casa e Felice Dorice, le loro bambine andranno in una struttura protetta. Il piccolo Giuseppe è finito in una bara massacrato dal mostro di Cardito

Avatar

Pubblicato

del

A Valentina Casa ed a Felice (anche se si fa chiamare Fabrizio) Dorice è stata sospesa la potestà genitoriale. L’ha deciso il Tribunale per i Minorenni di Napoli dopo la morte del piccolo Giuseppe, ucciso di botte domenica scorsa a Cardito dal compagno della mamma Tony Essobti Badre. I genitori non potranno vedere Noemi che resta ricoverata all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli e la sorellina di quattro anni, rimasta miracolosamente illesa ed ora in una struttura protetta.

La posizione di Valentina Casa è al vaglio degli inquirenti. Vogliono capire se la donna ha assistito alla brutale aggressione del compagno al piccolo Giuseppe. Anche Felice Dorice, il papà del bambino morto, chiede chiarezza. Ha parlato attraverso i microfoni di “Pomeriggio 5” con Barbara D’Urso. “Non sapevo neppure che i miei figli vivessero a Cardito. Chiamavo Valentina, la loro madre, ma non mi rispondeva al telefono. O, quelle rare volte che lo faceva, inventava scuse per non passarmeli. Mi diceva che ormai loro non mi appartenevano più”, dice angosciato. “Se avessi saputo che vita conducevano i miei figli avrei fatto di tutto per aiutarli. Valentina sapeva che poteva contare su di me e sulla mia famiglia”, ha raccontato davanti alle telecamere di canale 5.

Confessione choc di Tony Essobti: Ho ucciso Giuseppe e massacrato Noemi con calci, pugni e un manico di scopa

Advertisement

Cronache

Pasqua tragica a Monopoli per un 26enne: gli va per traverso un boccone e muore soffocato

amministratore

Pubblicato

del

Un boccone di carne ha causato la morte per soffocamento di un 26 enne di Monopoli, Bari. Il giovane era a casa dello zio per il pranzo pasquale e quando i commensali riuniti a tavola si sono accorti che stava soffocando hanno provato a fare le manovre per liberargli la gola ma non ci sono riusciti così hanno allertato il 118. Giunto in ospedale però neppure i medici sono riusciti ad estrarre il pezzo di carne che nel frattempo aveva istruito le vie respiratorie del giovane ed hanno effettuato una tracheotomia ma ormai era troppo tardi e il giovane è morto. Sulla vicenda indaga la polizia anche se con ogni probabilità si è trattato di una tragica fatalità.

Continua a leggere

Cronache

Salerno, donna accoltellata al cuore per strada dal suo stalker

Avatar

Pubblicato

del

Tragedia della follia  a Salerno.  Un uomo ha accoltellato una giovane romena. La donna è ora al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e ruggi d’Aragona e la sua vita è appesa ad un filo: alla 39enne è stato inferto un colpo al cuore. L’uomo è stato invece bloccato da alcuni carabinieri di pattuglia in centro che sono accorsi sul luogo della tragedia ed hanno fermato l’accoltellatore nell’immediatezza dei fatti. La donna era da tempo oggetto di morbose attenzioni di quell’uomo che ha precedenti proprio per stalking..

Continua a leggere

Cronache

Pasqua a Napoli: tutti in fila per Caravaggio a Capodimonte

Avatar

Pubblicato

del

Lunghe file al museo di Capodimonte per la mostra “Caravaggio Napoli”: solo nel lunedi’ in albis 2396 ingressi. Molti visitatori hanno scelto il biglietto integrato (con 1 solo euro di differenza infatti e’ possibile visitare anche il museo con le preziose collezioni e le altre due mostre in corso: Depositi di Capodimonte e Jan Fabre). A dieci giorni dall’inaugurazione, l’esposizione ha superato i 10mila ingressi e si prepara alle prossime festivita’: 25 aprile e 1 maggio. Positivo anche il confronto con lo scorso anno: nonostante la Pasqua 2018 coincidesse con la prima domenica ad ingresso gratuito, tutto il weekend di Pasqua 2019 fa registrare un incremento del 30%. Soddisfatto il direttore Sylvain Bellenger: “Siamo giunti a queste festivita’ con un’offerta culturale variegata: ben 3 mostre (Caravaggio, Fabre e Depositi) e un museo sempre piu’ accessibile con tutte le sezioni aperte, dalla ritrovata collezione De Ciccio all’Armeria Farnesiana e borbonica fino all’arte contemporanea”.

Continua a leggere

In rilievo