Collegati con noi

Sport

Tennis: a Miami Berrettini fuori, Ok Fognini e Sinner

Pubblicato

del

Il torneo Masters 1000 di Miami non porta buone notizie per Matteo Berrettini, che si e’ dovuto ritirare nel giorno del suo esordio, al secondo turno, a causa di un problema alla mano destra. Niente match con l’argentino Juan Manuel Cerundolo, quindi, e un altro azzurro fuori causa dopo l’eliminazione, ieri, di Lorenzo Musetti, un po’ a sorpresa, per mano dell’australiano Alexei Popyrin). A proseguire il percorso, ma con un avvio di cammino davvero sofferto, sono stati Fabio Fognini e Jannik Sinner. Solo a leggere il punteggio (6-7, 6-2, 7-6), si capisce che non e’ stata una gara facile per Fognini, costretto alla rimonta contro il giapponese Taro Daniel dopo aver perso malamente al tie break il primo set. Una partita che lo aveva visto rubare due volte il servizio al rivale ma altrettante subire il controbreak dopo aver sprecato ben tre set point nel decimo gioco. Nel tie break il 34enne di Arma di Taggia in pratica non ha giocato: Daniel e’ volato sul 5-0, chiudendo poi per 7-1. Nel secondo set, l’azzurro ha trovato continuita’ e in mezz’ora ha riequilibrato la sfida ma nel terzo si e’ di nuovo complicato la vita obbligandosi ancora al tie break, stavolta vincente anche se non certo sereno. Sul suo cammino, domenica, dovrebbe trovare l’insidioso Andrey Rublev, n.7 del ranking. L’altoatesino Sinner, che aveva di fronte il 22enne finlandese Emil Ruusuvuori, si e’ imposto per 6-4, 3-6, 7-6. Tanta fatica non sembrava necessaria dopo un primo set vinto in scioltezza, ma altrettanto facilmente l’azzurro ha perso il secondo e nel terzo si e’ combattuto punto a punto fino al 10-8 del tie break. Al prossimo turno, Sinner dovra’ affrontare il 19enne spagnolo Pablo Carreno-Busta. Intanto c’e’ preoccupazione per Berrettini, che gia’ ad Acapulco, un mese fa, era stato fermato da un problema fisico, allora agli addominali. Il n.1 del tennis azzurro, n.6 Atp, capito e risolto il nuovo disturbo insorto, dovrebbe a questo punto tornare in campo sulla terra rossa del torneo di Montecarlo, che comincera’ il 9 aprile.

Advertisement

Sport

La Roma spreca, ma le basta Cristante-gol per battere la Salernitana

Pubblicato

del

Pur sprecando tanto, la Roma conquista l’Arechi e torna a casa con i primi tre punti del campionato. A mandare al tappeto una Salernitana volenterosa ma troppo leggera in avanti e’ un gol di Cristante alla mezzora del primo tempo. Nicola lancia subito in campo i nuovi arrivati Bronn, Candreva e Vilhena e schiera Bonazzoli (preferito a Ribery) nel tandem con Botheim. Mourinho si affida al 3-4-2-1 con Dybala e Zaniolo alle spalle di Abraham. I giallorossi partono con le marce alte e dopo quattro minuti mettono i brividi all’Arechi: Coulibaly perde un pallone sanguinoso in mezzo al campo, Zaniolo s’invola palla al piede ma al momento della battuta strozza troppo e conclude a lato. Il numero 22 della Roma e’ il piu’ vivace e si rende pericoloso anche al 9′ ma il suo tiro viene deviato in angolo.

La Salernitana prova a venire fuori dal guscio con Bonazzoli che al 18′ ci prova dal limite con un tiro  che viene respinto con qualche difficolta’ da Rui Patricio. I giallorossi, pero’, hanno un’altra marcia e quando accelerano rischiano sempre di far male alla difesa del cavalluccio marino. Che al 33′ capitola: Cristante calcia forte dalla distanza, la palla viene deviata da Coulibaly e termina nell’angolino alla sinistra di Sepe. E’ una doccia gelata per i 26mila dell’Arechi che, pero’, tirano un sospiro di sollievo sul finire di tempo quando prima il palo nega la gioia a Dybala e, poi, Mazzocchi salva sulla conclusione a botta sicura di Abraham. Nella ripresa la Salernitana parte meglio e riesce a tenere la Roma maggiormente nella propria meta’ campo. Nicola si gioca anche la carta Ribery trequartista per provare a sfruttare l’esperienza e la fantasia del francese. Ma le occasioni migliori sono ancora per i giallorossi. Al 12′ i ragazzi di Mourinho vanno vicini al raddoppio con un tiro ad incrociare di Dybala che esce d’un nulla. Dieci minuti dopo ci prova ancora Zaniolo con una botta dalla distanza che fa la barba al palo ed esce alla sinistra di Sepe. Nicola si gioca il tutto per tutto schierando i suoi con il 3-4-3 (Ribery-Kristoffersen-Valencia nel tridente) ma l’attacco granata non riesce mai a pungere. Al 32’arriva anche il momento di Wijnaldum che prende il posto di Zaniolo e fa il suo esordio in giallorosso. L’ex Liverpool al 41′ trova anche il gol in contropiede su assist di Dybala ma la gioia viene vanificata da una posizione di offside. Un episodio che non cambia la storia del match. Al triplice fischio la Roma fa festa ma la Salernitana esce tra gli applausi della sua gente.

Continua a leggere

In Evidenza

Torna la serie A e grazie ai disservizi Dazn i tifosi rimpiangono Sky

Pubblicato

del

Torna il campionato di calcio di Serie A e tornano i disservizi sulla piattaforma tv di Dazn, e la polemica oltre che dai tifosi arriva anche dai politici impegnati nella campagna elettorale. Dopo alcuni momenti di blak out durante Lazio-Bologna, nel pomeriggio, e’ arrivato il comunicato della piattaforma per scusarsi della situazione che riguardava Salernitana-Roma e Spezia-Empoli. Sui social e’ partita la forte protesta dei tifosi, inferociti anche per l’aumento del prezzo di abbonamento. Il primo a reagire e’ stato Mauro Berruto, responsabile sport del Pd, annunciando una segnlazione all’Agcom. Poi e’ arrivato anche il tweet di Carlo Calenda: “Alla fine e’ stata semplicemente una fesseria togliere i diritti a Sky. Peraltro colpendo una grande azienda che aveva investito in Italia e fa anche cinema, serie e cultura”. A seguire Matteo Salvini: “Da abbonato a #Dazn #credo che il servizio che stanno offrendo faccia schifo”, il tweet che fa perno sul suo slogan elettorale ‘Credo’. A poco sono servite le scuse di Dazn e l’indicazione di una via alternativa al collegamento via tv: le stories di Instagram, con link dedicati “Se stai riscontrando dei problemi di accesso, utilizza il link nelle Instagram stories per vedere Salernitana-Roma e Spezia-Empoli”, l’avviso di Dazn che forniva un escamotage per aggirare i disservizi che sono tornati a far capolino sulla diretta della Serie A. Quando stavano per cominciare le due partite odierne della fascia serale valide per la prima giornata, la Ott che detiene l’esclusiva del massimo campionato aveva diffuso una nota via Instagram: “Alcuni utenti stanno attualmente riscontrando problemi di accesso sulla nostra piattaforma. Stiamo lavorando duramente per trovare il prima possibile una soluzione e ci scusiamo per l’inconveniente”. Poi, evidemente, a primo tempo in corso i problemi non erano risolti, ed e’ arrivato un altro avviso di Dazn. L’avviso con scuse di Dazn, con la segnalazione di una via alternativa per guardare le partite della prima giornata, non hanno placato le proteste via social dei tifosi. Su twitter, con l’hashtag Dazndown, molti segnalano problemi a macchia di leopardo anche sulle partite del pomeriggio, Fiorentina-Cremonese e Lazio-Bologna. Gli utenti attaccano duramente la Ott, sottolineando che all’aumento delle quota di abbonamento si aggiunge il ripetersi dei problemi di visione gia’ riscontrati in passato. Sulla spinosa vicenda e’ intervenuto anche Mauro Berruto, responsabile sport del Partito Democratico, che da’ notizia di avere inviato una segnalazione dei disservizi all’AGCom. “In tutta #Italia ci sono gravi problemi di ricezione della trasmissioni di @DAZN_IT. Il @pdnetwork ha inoltrato una segnalazione urgente ad #AGCOM per accertare eventuali violazione degli accordi sulla qualita’ del segnale raggiunti in quella sede”

Continua a leggere

Sport

Calcio, grande gol di Koulibaly in Chelsea-Tottenham (2-2)

Pubblicato

del

Grande gol di Koulibaly in Premier League. Si è presentato alla grande Kalidou Koulibaly ai tifosi del Chelsea. Al 19esimo minuto ha segnato il del vantaggio dei Blues contro il Tottenham di Conte. Calcio d’angolo e lui secondo palo in area colpisce al volo di destro e batte l’incolpevole Lloris. Uno schema ma anche un gol molto bello, complesso, per il quale bisogna avere ottima tecnica. Derby londinese tra Blues e Spurs concluso sul 2-2. La squadra di casa, dopo esser passata in vantaggio due volte grazie ai gol di Koulibaly e James, si è fatta raggiungere prima da Hojbjerg e successivamente da Kane al sesto minuto di recupero. Scintille tra Conte e Tuchel: i due sono quasi arrivati alle mani al termine della partita, con l’arbitro che ha mostrato il cartellino rosso probabilmente a entrambi gli allenatori.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto