Collegati con noi

In Evidenza

Superlega, lo scrittore Maurizio De Giovanni: sono l’espressione del calcio dei poveri

Avatar

Pubblicato

del

“Sbaglia chi dice che la Superlega rappresenta il calcio dei super ricchi, invece e’ il calcio dei super poveri, che si sono inventati questa cosa per fronteggiare debiti enormi per i contratti capestro che hanno firmato”. Lo scrittore Maurizio de Giovanni ne e’ certo, e porta come ultimo esempio la mega liquidazione di una ventina di milioni di euro che andra’ al tecnico portoghese Mourinho, fresco di licenziamento dal Tottenham, “quel club ha esonerato l’allenatore pagando una clausola enorme” dice lo scrittore. Secondo De Giovanni la Superlega e’ l’anticalcio. “L’Europa – spiega – non sono gli Usa, e il calcio non e’ il basket. Non si puo’ ragionare sulla base dell’Nba o dell’Eurolega. La pallacanestro ha un funzionamento e un seguito diverso, ed ha anche necessita’ diverse dal calcio. Si gioca in 5, una rosa e’ di 12 persone, non di 25. Il calcio e’ un’altra cosa. Tentare la strada americana, lasciando il campanile, perche’ il calcio e’ lo sport del campanile, e’ il sogno di un bambino tifoso del Benevento che va a vincere contro la Juventus, ecco tentare questa strada e’ dare vita all’anticalcio”. “Alcuni commentatori – prosegue De Giovanni – hanno usato la parola crimine per definire questa vicenda, io non voglio fare come loro, pero’ siamo davanti a una contrapposizione molto grave. E’ il contrario del calcio”. Come se ne esce? A parere dello scrittore “non se puo’ uscire piu’, sono andati troppo avanti, con posizioni troppo diverse. Anche perche’ ora subentra un altro fattore, con i soldi della Jp Morgan, anche se si dovessero ammettere queste squadre ai campionati, il gap tecnico con le altre sarebbe talmente vasto che in pratica si giocherebbe dal quarto posto in piu’, che e’ una perversione, un’aberrazione. Finisce ogni competitivita’. L’alternativa e’ che questi ammettano l’errore e tolgano tutto di mezzo, oppure non vedo proprio come se ne possa uscire. Uefa e Fifa hanno preso posizioni cosi’ forti che non possono non andare avanti”. Come interpretare questa vicenda al di la’ del lato meramente economico? “E’ in atto un processo di gemmazione, dal calcio nasce un’altra cosa, un altro sport. Questi della Superlega faranno un circo anche simpatico e divertente da vedere, un circus come dicono gli americani, ma e’ un’altra cosa rispetto al calcio”. Quanto ai tifosi, secondo De Giovanni “devono far sentire la propria voce, mai come adesso. Non e’ un caso che questa operazione sia stata fatta a stadi chiusi. I tifosi vogliono il campionato, non un calcio televisivo da vedere ogni tanto; vogliono i derby, le partite importanti, vogliono che la propria squadra anche piccola possa sognare certi palcoscenici. Con la Superlega invece i tifosi si perderanno, resteranno gli spettatori; tutti vedremo la Superlega, come si vede un bel film o uno spettacolo circense, ma senza partecipazione emotiva

Advertisement

Cultura

Tombe di bimbi sanniti svelate in una necropoli di Pontecagnano esposte al Map

amministratore

Pubblicato

del

Oltre a oggetti legati al mondo infantile, come vasi di piccole dimensioni, poppatoi, statuette in terracotta, i corredi funerari delle tombe di due bambini risalenti al IV secolo avanti Cristo trovate nel Salernitano sembrano proiettare quei due bimbi, un maschio e una femmina, verso una vita che non hanno avuto il tempo di avere. Cio’ che sarebbe stato il loro futuro e’, oggi, possibile presumerlo grazie al ritrovamento dei due importanti contesti funerari, portati alla luce di recente a Pontecagnano, nella necropoli occidentale dell’antica citta’ nell’area di via Raffaello Sanzio. I due ricchi corredi sono la novita’ in esposizione nel Museo archeologico di Pontecagnano (Map) Etruschi di Frontiera, in un edificio moderno che accoglie dal 2007, quando e’ stato inaugurato, le testimonianze archeologiche dell’insediamento che si e’ sviluppato a partire dal IX secolo avanti Cristo proprio dove sorge la cittadina alle porte di Salerno. Uno scavo che ha restituito quasi diecimila sepolture.

“Da qualche anno per le giornate europee dell’Archeologia mettiamo in mostra quello che di recente scopriamo o reperti mai esposti”, spiega all’AGI il direttore del sito museale Luigina Tomay. E questo allestimento, ricorda “e’ stato possibile grazie alla collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno che coordina le indagini archeologiche nella citta’ di Pontecagnano Faiano”. I corredi infantili che ora e’ possibile ammirare al Map appartenevano a un bambino di circa tre anni d’eta’ e a una bambina di qualche anno piu’ grande. E hanno si’ piccoli giocattoli, ma soprattutto oggetti tipici delle tombe degli adulti. Nella tomba di bambino 9815, oltre ad alcune statuette e il gioco degli astragali, ossicini di ovini utilizzati come dadi, c’e’ “un ricco servizio di vasellame in bronzo funzionale al simposio, al consumo del vino. Un piccolo cinturone di bronzo indossato, quindi riferibile alla sfera guerriera. E uno strigile di bronzo, uno strumento usato per detergere il sudore dopo la palestra, dunque un oggetto che allude alla pratica atletica”, racconta Tomay.

“Tutto questo insieme di materiali e’ tipico del costume funerario maschile degli adulti, quindi la sfera della guerra, del simposio, l’ideale atletico – ribadisce – questo ci fa capire che, proprio con la deposizione di questo corredo, i parenti del bimbo morto prematuramente hanno voluto sottolineare quella identita’ che avrebbe assunto una volta arrivato al momento di passaggio dall’eta’ infantile a quella adulta”. La tomba di bambina 9674, poi, oltre alle statuette femminili di terracotta, presentava per lo piu’ vasi solitamente presenti nelle sepolture di donne adulte. “Ci sono un lebete nuziale, destinato ai lavacri che la sposa aveva nel giorno delle nozze oppure, per esempio, i vasi che contenevano i gioielli o ancora tutto il set per il trucco”, elenca il direttore del museo. “Una serie di oggetti che alludono al destino che avrebbe avuto, quello di matrona, padrona della casa e soprattutto madre”.

Continua a leggere

In Evidenza

Boeing, primo volo del 737-10: è l’aereo più grande del mondo

Avatar

Pubblicato

del

L’ultimo nato e il piu’ grande della famiglia degli aerei Max della Boeing, il 737-10, ha fatto il suo volo inaugurale oggi segnando una nuova tappa nel rilancio di questo velivolo, che era stato fermato per venti mesi dopo due incidenti mortali. L’aereo e’ decollato da Renton, nello Stato di Washington, ed e’ atterrato a Seattle. “Ha funzionato a meraviglia”, ha assicurato Jennifer Henderson, responsabile dei piloti del programma 737, che era al comando del volo.

Continua a leggere

In Evidenza

Sergio Ramos lascia il Real Madrid e lo cercano in tanti: dalla Premier al Psg e in Italia

Avatar

Pubblicato

del

L’ashtag è #GraciasSergio: il mondo madridista è in fermento per l’addio di Sergio Ramos. Da Florentino Perez a Carlo Ancelotti salutano il mito dei ‘blancos’.
Perez lo ringrazia per aver contribuito ad accrescere la gloria del Real Madrid nel Mondo.

671 presenze con le Merengues ma Sergio Ramos nonostante le lacrime di commozione è pronto a una nuova avventura. Lo vogliono in tanti: dai club della Premier League al Paris Saint Germain, ma anche il Milan e la Roma di Mourinho. Ma la moglie del calciatore twitta cuori rossoneri. Con la dirigenza del Milan, grazie anche all’amicizia con Maldini, Ramos avrebbe già parlato: la richiesta è altina si parla di 15 milioni netti a stagione ma tutti sognano di avere uno come lui in difesa. Un affare impossibile? Chissà …

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto