Collegati con noi

In Evidenza

Spalletti con Raspadori-Simeone: voglio vincere

Pubblicato

del

Nei sei scontri in carriera con Spalletti, Juric e’ sempre uscito sconfitto, con le sue squadre che hanno subito 12 gol e ne hanno segnati solo 2. Eppure il tecnico del Napoli teme il Torino, che domani pomeriggio gli azzurri affronteranno al Maradona, e non ne fa mistero. ”Il Torino – dice – e’ un brutto cliente. Conosciamo il valore della squadra, della societa’ e il modo di lavorare del suo allenatore, un tecnico che porta sempre a casa qualcosa. Domani dovremo essere piu’ bravi di loro. Sanno costruire dal basso e con i rilanci di Milinkovic-Savic fino al limite dell’area, un’azione che ripetono spesso, hanno fatto diversi gol. I centrocampisti che sono a sostegno sanno giocare e difendere in piu’ modi e sanno fare la marcatura uomo contro uomo a tutto campo”. Insomma la partita si presenta difficile ma cio’ non limita le ambizioni del Napoli. ”Noi – dice il tecnico – vogliamo vincere partite difficili, non facili per cui siamo pronti a misurarci con squadre forti come il Torino”. Le notizie sulla condizione dei calciatori sono buone. Politano si e’ del tutto ripreso dalla distorsione alla caviglia subita nella partita con il Milan, Lozano, che aveva avuto un piccolo problema muscolare durante gli impegni con la Nazionale, e’ tornato del tutto guarito. Stesso discorso per Rrahmani. Insomma, Osimhen a parte, Spalletti ha ampie facolta’ di scelta. “Tra domani e martedi’ con l’Ajax – spiega Spalletti – ci saranno necessariamente delle rotazioni perche’ abbiamo due partite in 4 giorni. Pero’ domani credo che non ci saranno grosse differenze rispetto alla formazione iniziale che ha giocato piu’ spesso perche’ ho tutti gli uomini in buona condizione. Quello che conta e’ dare seguito a cio’ che abbiamo pensato e che ci diciamo quotidianamente. I miei giocatori sanno quanto me cosa bisogna fare e conoscono l’idea condivisa di gioco. Mi piacerebbe maggiore concretezza rispetto a quello che abbiamo espresso sinora. Quando sei in possesso della palla costantemente bisogna sapere qual e’ il momento di dare l’affondo giusto. Questo e’ lo scatto di maturita’ che devono fare soprattutto i piu’ giovani. Comunque ho molta fiducia che riusciremo a fare questo salto”. Questo e’ il momento di Raspadori, ma anche di Simeone. Spalletti sa che puo’ contare su entrambi, anche durante una stessa partita. ”Giocheranno tutti e due – chiarisce – Nel Napoli non ci sono titolari e riserve. Ci sono solo titolari che in ogni partita possono giocare minuti in piu’ o in meno. Con le cinque sostituzioni e con l’intensita’ degli impegni che abbiamo tutti devono fare la loro parte”. Dei progressi di Raspadori, evidenziatisi anche in Nazionale, non si puo’ fare a meno di essere soddisfatti. ”La Societa’ – dice Spalletti – e’ stata molto barava a fare la scelta di prendere Raspadori. Calcia bene di destro e di sinistro, ‘sente’ benissimo la porta, ha personalita’, e’ un ragazzo che vuole migliorare non si fermera’ certo alle prime soddisfazioni perche’ e’ giustamente ambizioso. Jack puo’ giocare indifferentemente come punta avanzata o avendo al suo fianco un altro attaccante. Dipende dal tipo di partita che viene fuori Se una squadra ti pressa forte e a noi non riesce di costruire in maniera qualitativa in nostro gioco, allora e’ meglio che giochi con un attaccante affianco. Ma se noi cominciamo bene l’azione non conta se ha qualcuno vicino perche’ lui sa fare tutto”. ”Lo abbiamo guardato bene – conclude il tecnico – e abbiamo speso dei soldini per averlo. Non ci potevamo permettere di fare una acquisto cosi’ importante che poi ci creasse dei blocchi o delle situazioni imbarazzanti”.

Advertisement

Cronache

Terremoto, Campi Flegrei: la terra trema tre volte nella notte

Pubblicato

del

Tre scosse di terremoto, la più forte 2.6, nella notte nella zona flegrea. La terra ha tremato a partire dalle 3,30. Epicentro localizzato a Pozzuoli, Napoli, ad una profondità tra 2,6 e 1,4 km, qui di molto superficiale. Le scosse sono state avvertite dalla popolazione della zona ma anche a Napoli, a Posillipo e al Vomero.Non si registrano danni ma paura si. La zona del lèggerò sisma è una delle più attive dal punto di vista vulcanologico perché è la ‘caldera’ dei Campi Flegrei.

Continua a leggere

In Evidenza

Koulibaly segna, porta il Senegal agli ottavi e dedica il gol a Ischia

Pubblicato

del

Ha segnato il gol che ha battuto l’Ecuador e portato il Senegal agli ottavi di finale dei Mondiali 2022 ma Kalidou Koulibaly non era felice e alla fine della partita si è capito perchè: ha voluto dedicare quel gol e i suoi pensieri all’isola di Ischia. Una dedica speciale per Ischia gravemente colpita dall’alluvione di domenica scorsa, uno dei luoghi del cuore di Kalidou e della sua famiglia, dove ha trascorso le sue vacanze : “Dedico il gol a Ischia in questo momento difficile. A causa delle frane – ha ricordato l’ex difensore del Napoli – ci sono stati molti morti. A Ischia e ai suoi abitanti, per dare loro forza in questo momento così difficile – ha aggiunto – voglio dedicare questo gol”.

 

 

Continua a leggere

Economia

Alis, aumentare Marebonus, 100 milioni per logistica

Pubblicato

del

Cinque milioni e mezzo di camion in meno sulle strade, oltre 5 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 evitate e aumenti di efficienza per 6,8 miliardi di euro, di cui oltre 5 miliardi di euro sotto forma di risparmi sui beni al consumo per le famiglie. Sono questi i risultati dell’intermodalità marittima e ferroviaria, nel 2022, in Italia, rivendicati dall’assemblea di Alis – Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile. “Siamo l’unica scelta di trasporto sostenibile oggi disponibile”, afferma il presidente di Alis, Guido Grimaldi, visto che i veicoli elettrici non sono ancora in grado di coprire lunghe distanze e che le tecnologie alternative come il gnl hanno costi elevatissimi. Chiede quindi una defiscalizzazione, la rapida attuazione degli investimenti del Pnrr e incentivi per rendere più attraente il settore. A partire dal Marebonus, che va portato – è la richiesta di Grimaldi – da 20 milioni a 100 milioni all’anno.

La misura, secondo uno studio dell’Enea citato all’assemblea di Alis, si è dimostrata dieci volte più efficace del superbonus edilizio, portando allo stesso risparmio energetico (circa 191mila tonnellate equivalenti di petrolio nel 2019) con costi pari a un decimo per lo Stato. Un altro punto centrale, per l’associazione, è evitare le nuove tasse sul settore previste dal pacchetto europeo Fit for 55, con l’applicazione alle compagnie armatoriali dell’Ets, il sistema di scambio delle emissioni. Alis chiede di esentare le linee di Autostrade del Mare e quelle di cabotaggio insulare.

La misura avrebbe infatti un effetto “paradossale”, per l’associazione: il ritorno di “milioni di camion sulle autostrade italiane ed europee” e un balzo delle emissioni di CO2 del 70%. Questo appello è accolto dal vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini, che promette impegno contro le “scelte economiche suicide” di Bruxelles come questa “tassa sull’inquinamento che porterebbe a inquinare di più”.

Salvini propone anche di “abbattere il muro dei signori del no” alle opere pubbliche, a partire dal ponte dello Stretto di Messina per cui auspica l’avvio degli scavi entro due anni. Interviene sull’importanza del ponte anche il ministro per la protezione civile e il mare, Nello Musumeci, dicendo che “non è un capriccio per i siciliani” ma un’infrastruttura necessaria per permette al Mezzogiorno di giocare il suo ruolo di piattaforma logistica del Mediterraneo. Il mare, sottolinea il Vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, è stato inserito dal governo tra le priorità programmatiche e “non è soltanto turismo, è trasporti, logistica, portualità, autostrade del mare che sono per l’Italia una straordinaria alternativa”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto