Collegati con noi

Cronache

Sicurezza, un sito e una App per il numero unico delle emergenze 112

Avatar

Pubblicato

del

Il numero unico per le emergenze (Nue) 112 da oggi ha anche un sito internet e una App su cui trovare tutte le informazioni relative al servizio. Il debutto della versione digitale arriva nella giornata europea dedicata proprio al Nue, che in Italia e’ attivo ad oggi in 7 regioni e nella Sicilia orientale. Accendendo all’indirizzo https://112.gov.it i cittadini troveranno le informazioni sulla genesi e lo sviluppo del servizio, il suo funzionamento e le modalita’ di utilizzo. Ci sono anche indicazioni sulla normativa di riferimento, sulle centrali uniche di risposta, uno spazio dedicato alle news. E nelle regioni dove sono attive le centrali uniche sara’ possibile accedere al 112 anche attraverso la App ‘Where Are U’: quando si fa la chiamata d’emergenza, vengono inviati automaticamente all’operatore anche i dati sulla localizzazione del chiamante. L’App puo’ essere utilizzata anche se non si e’ in condizioni di parlare: si seleziona il tipo di soccorso di cui si ha bisogno e l’operatore ricevera’ una chiamata muta con le indicazioni del soccorso richiesto. In caso di mancata copertura della rete dati, la localizzazione avviene tramite Sms. Ma come funziona il Numero unico d’emergenza?

Alla Centrale unica di risposta vengono convogliate le chiamate per richiedere l’intervento di Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco o del Soccorso sanitario e sono gli operatori a smistare le telefonate ai vari enti responsabili della gestione delle emergenze.

https://youtu.be/2A3-l8m-8iw

Il sistema ha consentito alle amministrazioni che gestiscono le centrali operative di pronto intervento di ricevere la meta’ delle segnalazioni che ricevevano prima dell’arrivo del Nue: il 50% delle chiamate ricevute dalle Centrali uniche di risposta in realta’ non riguarda infatti una vera e propria emergenza e dunque non viene inoltrare ai vari enti. Ad oggi il 112 e’ attivo in Friuli Venezia Giulia, Lazio (prefisso 06), Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia orientale, Valle d’Aosta e nelle Province Autonome di Trento e Bolzano. Ma l’obiettivo, dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini in un video postato sul sito, è quello di estenderlo a tutta Italia. “Il servizio garantisce una risposta tempestiva e coordinata a tutte le situazioni di emergenza dei cittadini – sottolinea il titolare del Viminale – E’ un modello che funziona e lavoreremo insieme per estenderlo il prima possibile in tutta Italia. Da oggi il progetto e’ concreto, perche’ in manovra abbiamo finalmente messo i fondi per farlo correre. Anche in questo caso dalle parole ai fatti”.

Advertisement

Cronache

Pasqua tragica a Monopoli per un 26enne: gli va per traverso un boccone e muore soffocato

amministratore

Pubblicato

del

Un boccone di carne ha causato la morte per soffocamento di un 26 enne di Monopoli, Bari. Il giovane era a casa dello zio per il pranzo pasquale e quando i commensali riuniti a tavola si sono accorti che stava soffocando hanno provato a fare le manovre per liberargli la gola ma non ci sono riusciti così hanno allertato il 118. Giunto in ospedale però neppure i medici sono riusciti ad estrarre il pezzo di carne che nel frattempo aveva istruito le vie respiratorie del giovane ed hanno effettuato una tracheotomia ma ormai era troppo tardi e il giovane è morto. Sulla vicenda indaga la polizia anche se con ogni probabilità si è trattato di una tragica fatalità.

Continua a leggere

Cronache

Salerno, donna accoltellata al cuore per strada dal suo stalker

Avatar

Pubblicato

del

Tragedia della follia  a Salerno.  Un uomo ha accoltellato una giovane romena. La donna è ora al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e ruggi d’Aragona e la sua vita è appesa ad un filo: alla 39enne è stato inferto un colpo al cuore. L’uomo è stato invece bloccato da alcuni carabinieri di pattuglia in centro che sono accorsi sul luogo della tragedia ed hanno fermato l’accoltellatore nell’immediatezza dei fatti. La donna era da tempo oggetto di morbose attenzioni di quell’uomo che ha precedenti proprio per stalking..

Continua a leggere

Cronache

Pasqua a Napoli: tutti in fila per Caravaggio a Capodimonte

Avatar

Pubblicato

del

Lunghe file al museo di Capodimonte per la mostra “Caravaggio Napoli”: solo nel lunedi’ in albis 2396 ingressi. Molti visitatori hanno scelto il biglietto integrato (con 1 solo euro di differenza infatti e’ possibile visitare anche il museo con le preziose collezioni e le altre due mostre in corso: Depositi di Capodimonte e Jan Fabre). A dieci giorni dall’inaugurazione, l’esposizione ha superato i 10mila ingressi e si prepara alle prossime festivita’: 25 aprile e 1 maggio. Positivo anche il confronto con lo scorso anno: nonostante la Pasqua 2018 coincidesse con la prima domenica ad ingresso gratuito, tutto il weekend di Pasqua 2019 fa registrare un incremento del 30%. Soddisfatto il direttore Sylvain Bellenger: “Siamo giunti a queste festivita’ con un’offerta culturale variegata: ben 3 mostre (Caravaggio, Fabre e Depositi) e un museo sempre piu’ accessibile con tutte le sezioni aperte, dalla ritrovata collezione De Ciccio all’Armeria Farnesiana e borbonica fino all’arte contemporanea”.

Continua a leggere

In rilievo