Collegati con noi

Cronache

Se vi insultano da Barbara D’Urso non è diffamazione, lo dice la Cassazione

Avatar

Pubblicato

del

Via libera al teatrino in tv, con scambi di accuse tra personaggi piu’ o meno noti. La “consapevole” decisione di mettersi in piazza, partecipando a programmi di gossip, espone alla possibilita’ di subire “giudizi lesivi” e questo rende piu’ elastici (“dilatati”) i parametri del diritto di critica con cui valutare tali offese. Con questa motivazione, la Cassazione ha assolto Lele Mora, querelato per diffamazione da un altro personaggio tv, Giovanni Conversano, diventato noto per la partecipazione come ‘tronista’ a Uomini e Donne, e del quale Mora per un periodo era stato manager. I fatti si riferiscono a una serie di puntate del programma di Barbara D’Urso Pomeriggio 5, andate in onda nel marzo 2011, in cui erano volate offese e accuse reciproche. Una querelle andata avanti per vari giorni, rivangando divergenze professionali e personali tra i due.

Alla fine Conversano aveva querelato Mora e altri due personaggi, chiamati come “opinionisti”, Claudio Napoli e Ciro Petrone. Tutti assolti. La quinta sezione penale della Cassazione (sentenza n. 32829) spiega che “le dichiarazioni sono state rese in un programma finalizzato a raggiungere il pubblico televisivo interessato solo alle notizie, alla curiosita’ e al ‘gossip’ su personaggi gravitanti nel mondo dello spettacolo”, “alcune reti televisive si sono uniformate” alla scelta di un settore della stampa “di soddisfare le ‘passioni’ del pubblico per il cosiddetto malcostume scandalistico e, piu’ in generale, per il pettegolezzo”: “la via tracciata da tale tipo di ‘informazione’ e’ strettamente legato allo share” e in tale contesto devono essere rivisti i “parametri” tradizionali “del diritto di critica o di cronaca”, riguardo al concetto di “continenza”. La Cassazione, sottolinea, che occorre verificare se i toni “aspri, forti e sferzanti” siano stati anche “meramente gratuiti”. In questo caso, il querelante “ha consapevolmente deciso di partecipare di partecipare a un dibattito dedicato al ‘gossip’ e di esporsi ai pericoli di un contesto dialettico su tematiche invadenti” della propria sfera personale e a “giudizi” ed “epiteti”.

Advertisement

Cronache

Uccide la moglie per una banale lite e poi chiama la polizia per consegnarsi

Avatar

Pubblicato

del

Un italiano di 65 anni si è costituito alla polizia di Torino dichiarando di avere ucciso la moglie con un oggetto contundente. L’episodio è avvenuto in corso Orbassano, nella periferia cittadina. Da quanto si apprende, l’uomo ha colpito la donna e solo dopo qualche ora ha contattato il 112. Sarebbe stata una lite a scatenare il raptus omicida del 65enne che nel primo pomeriggio a Torino ha ucciso la moglie all’interno della loro abitazione, in corso Orbassano. Come ricostruito dalla polizia l’uomo, che pare soffrisse da tempo di depressione, ha colpito la moglie con una sorta di stiletto, quindi ha atteso qualche ora prima di chiamare il 112. Al momento del delitto in casa c’era solo la coppia.

Continua a leggere

Cronache

Finto disabile girava in carrozzina elettrica in Piazzetta a Capri, i vigili urbani l’ha scoperto e…

Avatar

Pubblicato

del

Un falso disabile e’ stato individuato dalla polizia municipale di Capri mente circolava per fare acquisti nel centro storico nei pressi della celebre ‘piazzetta’, a bordo di un deambulatore elettrico destinato a persone diversamente abili. L’uomo, pur non trovandosi in tali condizioni, lo utilizzava per i suoi spostamenti in un’area interamente pedonale. Dopo averlo identificato e appurato che l’uomo non era in condizioni di disabilita’, i vigili hanno elevato un verbale con un ammenda

Continua a leggere

Cronache

Open Arms, la Spagna indica un suo porto per accogliere i migranti e Salvini esulta su Fb

Avatar

Pubblicato

del

Il premier spagnolo Pedro Sancher ha annunciato di aver offerto il porto di Algesiras, in Andalusia, per lo sbarco dei migranti a bordo della nave Open Arms, da giorni a largo di Lampedusa. “Ho indicato che il porto di Algeciras sia abilitato per ricevere OpenArms. La Spagna agisce sempre nelle emergenze umanitarie. E’ necessario stabilire una soluzione europea, ordinata e di supporto, che guidi la sfida migratoria con i valori del progresso e dell’umanesimo dell’Ue”, ha scritto Sanchez su Twitter. “L’inconcepibile risposta delle autorita’ italiane, e in particolare del suo ministro dell’ Interno Matteo Salvini, di chiudere tutti i suoi porti e le difficolta’ esposte da altri paesi del Mediterraneo centrale, hanno portato la Spagna a guidare nuovamente la risposta alla crisi umanitaria “. E’ quanto si legge, secondo El Pais, in un comunicato della presidenza spagnola, nel quale si annuncia la decisione del premier Pedro Sanchez di accogliere l’Open Arms in Andalusia. Il ministro italiano, Salvini, invece, lascia la spiaggia, si cerca un posto all’ombra, e su Fb ci fa sapere che “chi la dura la vince: la Spagna ha aperto i porti. Non ho risposto agli insulti, alle minacce di morte. Si ragiona con calma e si lavora da ministro”.

 

Continua a leggere

In rilievo