Collegati con noi

Spettacoli

Pure Cattelan dice ‘ciao ciao’ a Sky e “per essere felice” ne va su Netflix per fare “Una semplice domanda”

Avatar

Pubblicato

del

Alessandro Cattelan approda su Netflix: si intitola ‘Una semplice domanda’ il docushow in otto puntate, prodotto da Fremantle, di cui Cattelan e’ autore e protagonista, che portera’ l’ex conduttore di X Factor sulla piattaforma. Le riprese sono attualmente in corso e il debutto e’ previsto entro la fine del 2021 in tutti i Paesi in cui il servizio e’ attivo. L’idea di questo nuovo show nasce in una sera d’estate da una riflessione di Cattelan in risposta ad una domanda, solo in apparenza semplice, di sua figlia Nina: “Papa’, come si fa a essere felici?”. “Sai, essere felici…ero convinto di sapere qualcosa sulla felicita’. Ho una bella famiglia, sono in salute, ho un bel lavoro, dovrei sapere cosa sia la felicita’. E allora perche’ mi ha messo in crisi quella che in fin dei conti e’ solo Una semplice domanda?”. Ed e’ proprio la ricerca della risposta a questa domanda, ‘come si fa ad essere felici?’, al centro di questo percorso alla scoperta degli elementi necessari per ottenere la formula perfetta per la felicita’. Per realizzare il suo scopo Cattelan viaggera’, in Italia e all’estero, intervistando e condividendo esperienze uniche con personaggi in grado di aiutarlo in questa missione. Un tema diverso per ogni puntata. Interviste, esperienze e riflessioni tenute insieme da un linguaggio visivo che spazia nei generi, dal docu al filmico passando per il real, dando un carattere identificativo ai diversi approcci narrativi, con uno stile omogeneo ed unico. Netflix lancia il programma di Cattelan con un’operazione di marketing a Roma e Milano. Dalla sera del 9 maggio in piazza Campo de’ Fiori a Roma e in piazza San Babila a Milano campeggiano due led wall con la frase ‘Spoiler Alert’: da questa mattina le schermate si sono riempite a suon di tweet con l’hashtag #unasemplicedomanda, il titolo del docushow, fino a rivelare adesso il volto del conduttore.

Advertisement

In Evidenza

Sophia Loren a Firenze, chiavi della città e bagno folla

Avatar

Pubblicato

del

Decine e decine di persone assembrate per aspettarla, farle un video con lo smartphone, poterle recapitare biglietti e foto da autografare come una volta: questa l’accoglienza riservata da Firenze a Sophia Loren. La diva, 86 anni, nuovamente premiata come attrice meno di un mese fa ai David di Donatello per la sua interpretazione in ‘La vita davanti a se” diretto dal figlio Edoardo Ponti (Netflix), nel capoluogo toscano ha ricevuto le Chiavi della citta’ dalle mani del sindaco Dario Nardella, in una breve cerimonia nel Cortile di Michelozzo a Palazzo Vecchio. Poi l’attrice ha ricevuto un bagno di folla all’inaugurazione ufficiale del ristorante che porta il suo nome, ‘Sophia Loren – Original Italian Food’. All’inaugurazione del locale Loren e’ stata accolta dall’imprenditore Luciano Cimmino, il patron di Carpisa e Yamamay, fondatore della catena di ristoranti e pizzerie intitolati all’attrice, fra l’entusiasmo dei fan.

“Ti aspettiamo a Napoli”, le hanno detto alcuni, provenienti dalla Campania, ma nella folla (nient’affatto distanziata, anche se tutti indossavano la mascherina) c’erano anche molti fiorentini e un certo numero di turisti stranieri incuriositi. “Non sono abituata a queste cose – ha detto Loren, ricevendo le Chiavi della citta’ – io mi emoziono moltissimo. Mi piace vedere tanta gente che mi vuole bene. Sono veramente contenta. Non vedo l’ora di dire ai miei figli di questo mio viaggio a Firenze, perche’ non vedo l’ora di dire loro che mi piacerebbe che venissero con me a fare una bellissima vacanza qui, in questa citta’, perche’ e’ veramente meravigliosa”.

“Abbiamo ammirazione e gratitudine per Sophia Loren perche’ e’ davvero un’icona del cinema, della cultura, dell’arte, del nostro Paese, delle nostre citta’”, ha affermato il sindaco Nardella, che a Palazzo Vecchio l’ha omaggiata anche con una ‘serenata’, una versione di ”O sole mio’ suonata col suo violino. “Non ha sbagliato una nota!”, ha approvato Loren, ricevendo anche un omaggio floreale. “E’ il simbolo – ha aggiunto Nardella – di una creativita’ che unisce Napoli a Firenze, l’Italia e l’America, e che, come lo sguardo di questa straordinaria attrice, non ha eta’, perche’ vive ogni giorno come se fosse sempre l’inizio di un nuovo bellissimo capitolo”.

Continua a leggere

Spettacoli

Michael J. Fox compie 60 anni, è stato un simbolo negli anni ‘80

amministratore

Pubblicato

del

Il 9 giugno raggiungera’ il traguardo dei 60 anni, l’attore simbolo degli anni ’80: Michael J. Fox. Lo storico interprete di Marty McFly nella saga di successo Ritorno al Futuro, e’ stato re indiscusso di sitcom, teen movie e commedie romantiche fino alla diagnosi di Morbo di Parkinson precoce all’eta’ di soli 30 anni nel 1991. Basti pensare ai suoi inizi con Casa Keaton (Family ties), serie TV andata in onda per 7 stagioni in Italia dal 1986 al 1992 in cui Fox interpretava il ruolo di Alex Keaton, primogenito di una famiglia composta dai genitori ex hippie e i tre figli dediti invece al consumismo sfrenato targato anni ’80. Al regista della trilogia del Futuro, Robert Zemeckis, Fox deve il suo successo cinematografico, sigillato proprio con il primo iconico film, Ritorno al futuro, che usci’ in sala nel 1985. Risalgono sempre al 1985 e al 1987 altre sue due interpretazioni memorabili, una nelle fila del teen movie fantastico con Voglia di Vincere ( Teen Wolf) dove l’attore interpreta un adolescente licantropo e Il segreto del mio successo sul tentativo di un giovane rampante di scalare la vetta di una grande multinazionale americana.

Continua a leggere

Spettacoli

Ascolti Tv, vince la scienza con Ulisse: oltre 3 milioni di spettatori su Ra1

Avatar

Pubblicato

del

Il programma piu’ visto della prima serata di ieri, e’ stato Ulisse – Il Piacere della Scoperta Speciale, con la partecipazioni di Piero Angela, trasmesso da Rai1, che ha intrattenuto 3.135.000 telespettatori pari al 15.7% con 122mila interazioni sociali). Su Canale 5 L’Ultima Gara con Raoul Bova ha ottenuto 2.131.000 telespettatori pari al 10.3% di share. Su Rai2 Piacere, sono un po’ Incinta, ha interessato 1.595.000 telespettatori pari al 7.5% di share. Su Italia 1 Una Notte da Leoni 2 ha segnato 1.170.000 telespettatori con il 5.6% di share. Primato stagionale su Retequattro per Dritto e Rovescio che ha totalizzato 1.168.000 telespettatori con il 7.2% di share. Su La7 Piazza Pulita ha registrato 850.000 telespettatori con uno share del 5.3%. Su Rai3 A Private War ha avuto un seguito di 801.000 telespettatori pari ad uno share del 3.6%. Nell’access prime time di Rai1 Soliti Ignoti ha intrattenuto 4.725.000 telespettatori con il 21.3% di share. Su Canale 5 Striscia la Notizia ha segnato 3.416.000 telespettatori con uno share del 15.3%. Su La7 Otto e Mezzo ha interessato 1.474.000 telespettatori pari al 6.8% di share. Su Retequattro Stasera Italia ha ottenuto 1.091.000 telespettatori con il 5.3%di share nella prima parte, 1.068.000 telespettatori con il 4.7% nella seconda parte. Su Rai3 Nuovi Eroi e’ stato visto da 1.063.000 telespettatori con il 5.4%; Un Posto al Sole ha avuto un seguito di 1.656.000 telespettatori con il 7.7%; per Blob, 991mila telespettatori e il 5.4% di share. Su Rai2 TG2 Post ha informato 914.000 telespettatori con il 4%. Rai1 vince il prime time con 4.049.000 telespettatori e il 18.15% di share. Per Canale5, 3096.000 telespettatori e il 13.88% di share . Nei complessivi le reti Rai si aggiudicano la prima serata con 8.225.000 telespettatori e 36.9% di share (per le reti Mediaset, 7.349.000 telespettatori e 32.94% di share); le 24 ore con 3.168.000 telespettatori e il 36% di share (per Mediaset, 2810.000 telespettatori e 31.93% di share). Le reti Mediaset vincono la seconda serata con 3.502.000 telespettatori e 33.55% di share (per la Rai, 3.109.000 telespettatori e 29.8% di share). Per le reti generaliste nell’intera giornata le reti Rai hanno ottenuto 2.506.000 telespettatori pari al 28,5% di share; per Mediaset, 2.067.000 con il 23,5% di share. Le reti generaliste Rai in prima serata hanno segnato 6.554.000 telespettatori con il 29,4%; per le reti generaliste Mediaset, 5.392.000 con il 24,2 di share. Per l’informazione i Tg delle ore 20 hanno avuto i seguenti ascolti: per il Tg1, 4.464.000 telespettatori pari al 24.2% di share; per il Tg5, 3.361.000 telespettatori e il 17.9% di share; per il TgLa7 972.000 telespettatori e il 5.2% di share. Nella seconda serata di Rai1 Porta a Porta e’ stato seguito da 645.000 telespettatori con il 9.1% di share. Su Rai2 Il Mythonauta ha registrato 363.000 telespettatori con il 3%. Su Rai 3 Candle in Barbed Wire ha segnato 251.000 telespettatori con l’1.8% di share.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto