Collegati con noi

Sport

Protesta dei tifosi della Lazio,migliaia contro Lotito

Pubblicato

del

Una manifestazione pacifica, partita dalla Curva Nord dello stadio Flaminio e conclusa a Ponte Milvio, alla chiesa della Gran Madre di Dio, per far sentire il dissenso nei confronti del presidente della Lazio, Claudio Lotito. Sono stati migliaia i tifosi che hanno preso parte alla protesta, con un itinerario concordato con le forze dell’ordine, iniziata alle 18.30 e durata poco meno di 4 ore. E che ha visto sfilare i supporter biancocelesti, con sciarpe e bandiere per le vie che collegano lo storico impianto romano fino a quello che è il cuore del tifo laziale, considerato il luogo di raduno prima delle partite, Ponte Milvio appunto.

Al coro di “Libera la Lazio”, slogan simbolo della contestazione al numero uno biancoceleste, i tifosi hanno voluto manifestare ancora una volta il proprio dissenso nei confronti della gestione Lotito, complice anche una stagione al di sotto delle aspettative che ha visto la Lazio chiudere fuori dai primi cinque posti che valevano l’accesso in Champions League e con due allenatori dimissionari, prima Sarri poi Tudor, considerata dal tifo laziale non all’altezza dell’importanza e della storia del club.

Tanti gli striscioni esposti dai tifosi, tutti accomunati dalla presa di posizione dei supporter, ormai in aperta contestazione al presidente laziale. Una protesta che, nel corso della serata, si è allargata uscendo anche fuori dai confini romani e facendo il giro del mondo. Diversi striscioni sono stati esposti dai Lazio club all’estero: da New York a Parigi, passando per Berlino e Londra, anche i tifosi oltre confine hanno voluto far sentire il proprio dissenso postando sulle proprie pagine social l’immagine di uno striscione con la scritta “Liberaci dal male” nei luoghi più iconici delle città. Poco dopo le 22, poi, la fine della manifestazione con i tifosi a lasciare Ponte Milvio per far ritorno a casa.

Advertisement

Sport

Conte vede un buon Napoli per un tempo, Mantova battuto

Pubblicato

del

Primo tempo positivo per il Napoli che batte 3-0 il Mantova nella seconda amichevole nel ritiro di Dimaro. Antonio Conte prova una formazione di 3-4-2-1, con Cheddira centravanti, con Politano e Lindstrom alle spalle, e un centrocampo con Anguissa e Iaccarino centrali e Mazzocchi e Spinazzola sulle fasce, mentre in difesa una chance per mostrarsi a Natan, con Rahmani e con Rafa Marin. Restano invece in fuori dalla squadra Osimhen, che aspetta la fine della trattativa con il Psg per salutare l’azzurro, e l’infortunato Cajuste. In campo Conte è conscio della stanchezza dei suoi ma vuole vedere, anche se a momenti, la pressione del Napoli sulla costruzione del Mantova, con Anguissa e Spinazzola che comandano bene contro la squadra di Possanzini, ex vice di De Zerbi e che lo scorso anno ha portato il Mantova alla promozione dalla C alla B. Il Napoli è determinato per mostrare che gli allenamenti di Dimaro stiano già facendo funzionare gli schemi del nuovo tecnico e trova il vantaggio dopo 4′, quando Iaccarino ruba palla al Mantova e passa a Politano, che vede subito Lindstrom che si inventa un preciso diagonale dell’1-0.

Il Napoli pressa, ha un bel dialogo a centrocampo tra Anguissa e Iaccarino, pronto a mostrarsi protagonista, e trova il raddoppio al 10′ quando Cheddira gira bene l’assist per Spinazzola che trova il tiro del 2-0, nella gioia dei 1600 tifosi. La partenza forte vede anche il 3-0 al 16′, quando Cheddira segna raccogliendo bene palla su angolo ed esulta in un match in cui si mostra, cercando posto anche sul mercato per un club in cui sia protagonista. In avvio di ripresa Conte inserisce Simeone per Cheddira, Rui per Spinazzola, Ngonge per Politano, Zerbin al posto di Mazzocchi, Ostigard al posto di Rafa Marin e Juan Jesus per Natan. In attacco Simeone entra con voglia, ha un paio di occasioni ma sbaglia e dopo un quarto d’ora soffre per un problema all’inguine ed esce, lasciando posto ad Ambrosino, poco prima che Conte inserisca Gaetano per Lindstrom. Nella ripresa le sostituzioni continuano, il ritmo cala e il risultato resta 3-0. Domani per il Napoli ultima giornata con doppio allenamento a Dimaro e partenza in serata per Napoli in vista dell’inizio il 25 luglio della seconda parte di ritiro a Castel di Sangro, in Abruzzo, dove Conte accoglierà anche i nazionali.

Continua a leggere

Sport

Tennis: Tsitsipas battuto, Berrettini in finale a Gstaad

Pubblicato

del

Matteo Berrettini ha raggiunto la finale del torneo Atp 250 di Gstaad (Svizzera) dopo aver battuto sulla terra rossa il greco Stefanos Tsitsipas, n.12 del mondo e primo favorito del seeding. Il romano ha vinto in due set (7-6, 7-5) una partita dominata dal servizio. Tsitsipas si era imposto in tutte e quattro le sfide precedenti. Domani Berrettini – che proprio a Gstaad, nel 2018, aveva vinto il suo primo titolo Atp – affronterà il francese Quentin Halys che nell’altra semifinale ha superato il tedesco Jan-Lennard Struff.

Continua a leggere

Sport

Su Tivusat le dieci partite del campionato di calcio di Serie A

Pubblicato

del

La nuova stagione del campionato di calcio di serie A si apre con una novità: tutte le 10 partite si potranno seguire su Tivusat con un abbonamento a Dazn. Si potrà seguire il campionato tramite il satellite da ogni parte d’Italia, anche nelle zone (come le comunità montane o le isole) dove internet e il digitale terrestre hanno difficoltà ad arrivare. Aumenta la scelta rispetto allo scorso anno, quando su Tivusat erano visibili solo 7 partite e diminuisce il costo.

L’accordo, sottoscritto da Dazn con Tivùsat, permetterà a tutti gli utenti della piattaforma satellitare italiana, che sono, o che diventeranno, abbonati Dazn, di assistere agli altri eventi trasmessi sui due canali dedicati (214 e 215:) una selezione di partite de La Liga Ea Sports, della serie A di basket e del volley. Oltre al grande calcio l’offerta gratuita di Tivusat comprende otto canali tematici in Hd: film cult, produzioni originali, serie di tendenza, cinema d’autore e fiction; i grandi film nazionali e internazionali, dai classici del passato ai successi di oggi e ai grandi broadcaster, fino a opere inedite di registi emergenti e a veri e proprio tesori restaurati; e infine i classici dell’investigazione e dell’erotismo all’italiana. E naturalmente teatro, musica, documentari e tante rubriche. Nel menu di tivùsat ci sono poi, sempre in alta definizione, 38 canali d’intrattenimento, 22 canali di news e sport, tre canali per bambini e ragazzi e tre per lo shopping. A tutto questo va aggiunto il bouquet esclusivo con sette canali in 4K.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto