Collegati con noi

In Evidenza

Per i cento anni di Federico Fellini è festa nella sua Rimini

Avatar

Pubblicato

del

Nella penombra del ‘Fulgor’, seduto sulle ginocchia del nonno a guardare ‘Maciste all’inferno’, il piccolo Federico Fellini scopriva la magia del cinema. A due passi da quella sala che ha segnato per sempre la sua vita – iniziata il 20 gennaio del 1920 – la sua Rimini celebra il centesimo anniversario dalla nascita del figlio piu’ illustre, il Maestro della settima arte premiato con cinque Oscar. A due passi, nella centralissima Piazza Cavour, tra le note oniriche che hanno contrappuntato le sue pellicole e una torta, ribattezzata la Torta dei Sogni, alta due metri con figure e immagini dedicate alle sue opere e punteggiata da crostatine di zuppa inglese, il dolce preferito. Vissuto ieri sera, tra gli stucchi del rinnovato ‘Teatro Galli’, l’incanto della musica di Ezio Bosso che ha guidato dal podio la Europe Philharmonic Orchestra in un percorso dedicato al Maestro sulle partiture di Vivaldi, Mozart, Bach e Beethoven, il compleanno numero cento del regista va in scena tra la gente con un corteo variopinto a muoversi dal vicino Castel Sismondo – sede della mostra ‘Fellini 100 Genio immortale’ e cuore del futuro Museo Internazionale Federico Fellini – guidato da figuranti a interpretare le ‘maschere’ dell’immaginario felliniano e le note dei Musicanti di San Crispino, a precedere la sfilata dei bambini con i disegni dei loro sogni, il loro omaggio al piu’ visionario fra tutti i sognatori. Qui – dopo le magie dell’acrobata canadese Kai Leclerc famoso per le sue passeggiate capovolte’ e le coreografie della danzatrice aerea Elisa Barucchieri – giungera’ in serata, ancora al Teatro Galli, l’abbraccio musicale del direttore d’orchestra Vince Tempera, sul palco per augurare ‘Buon compleanno Federico’ attraverso le arie di Nino Rota, autore delle colonne sonore che hanno reso immortali le pellicole del cineasta romagnolo eseguite dalla Symphonitaly Orchestra e Oles di Lecce e del Salento. Le celebrazioni per l’anniversario numero cento del Maestro del Cinema – che la sua citta’ disseminera’ di appuntamenti lungo tutto l’anno – vivranno, domani, una appendice gastronomica con ‘Il sapore dei sogni, Fellini a tavola’ e una speciale Brigata di cuochi stellati a rendere omaggio ai gusti dell’insigne concittadino e, mercoledi’, un’appendice letteraria con lo scrittore francese Daniel Pennac per una rilettura teatrale del suo libro, ‘La legge del sognatore’ dedicato al regista romagnolo in un adattamento di Clara Bauer e dello stesso Pennac con la regia di Clara Bauer. In scena insieme allo scrittore, Pako Ioffredo, Demi Licata e Gaetano Lucido. Musiche originali di Alice Loup.

Advertisement

Cronache

Sangue e Covid, San Gennaro fa o’ miracolo pure nell’anno funesto e bisesto del virus

Avatar

Pubblicato

del

Si e’ ripetuto a Napoli il prodigio del ‘miracolo’ di San Gennaro. L’annuncio della liquefazione del sangue e’ stato dato alle 10.02 in un Duomo insolitamente vuoto per la festa del santo, per le misure anti Covid-19. Ad accoglierlo l’applauso dei fedeli presenti. Il sangue era gia’ sciolto nel momento in cui l’ampolla e’ stata presa dalla teca. “Con gioia e commozione – ha detto cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli – il sangue del nostro santo patrono e’ sciolto”. Il ripetersi del ‘miracolo’ e’ letto come un buon auspicio per Napoli e la Campania. Quest’ultimo avviene tre volte l’anno: a settembre, nel giorno di S.Gennaro, nel sabato che precede la prima domenica di maggio, a dicembre.

Continua a leggere

In Evidenza

Sky sconfitta al Tar, ora parte la class action per risarcire gli abbonati che ne faranno richiesta

Avatar

Pubblicato

del

Continua a leggere

Cronache

Caso Bellomo, sezione disciplinare del Csm: ex pm Nalin sospeso e trasferito

Avatar

Pubblicato

del

Sospensione per due anni e trasferimento a Bologna con funzioni di giudice. Questa la sentenza emessa dalla sezione disciplinare del Csm nei confronti dell’ex pm di Rovigo Davide Nalin, stretto collaboratore di Francesco Bellomo, l’ex consigliere di Stato destituito da Palazzo Spada dopo le denunce secondo cui avrebbe imposto ad aspiranti magistrate, che frequentavano i corsi della scuola di formazione giuridica ‘Diritto e Scienza’ da lui diretta, un ‘dress code’ con tacchi alti e minigonna e regole sui fidanzati. Nalin e’ stato sanzionato dal ‘tribunale delle toghe’ per uno dei capi di incolpazione formulati nei suoi confronti dalla procura generale della Cassazione, quello relativo alla partecipazione scientifica alla scuola diretta da Bellomo, mentre e’ stato assolto “per essere rimasti esclusi gli addebiti” dal capo riguardante le sue condotte nei confronti delle allieve dei corsi.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto