Collegati con noi

Uncategorized

Nubifragi e trombe d’aria al centronord, due morti

Pubblicato

del

Frammenti di mattoni caduti dalla torre del campanile di San Marco a Venezia accanto ad ombrelloni e tavolini dei caffe’ all’aperto della piazza rovesciati e spostati per metri. Le cabine dalle spiagge scaraventate sulla linea ferroviaria Genova-La Spezia. Un mercato a Marina di Carrara spazzato via a tal punto da somigliare ad una scena di guerra. Una gru franata sul tetto di alcuni abitazioni nella frazione di Boara a Ferrara, e il tetto di una casa divelto precipitato su tre auto in provincia di Lucca. Ed ancora centinaia di alberi ad alto fusto sradicati finiti su tetti, auto e strade; chicchi di grandine grandi come noci che hanno distrutto i raccolti e trombe d’aria con raffiche di vento che in alcuni casi hanno raggiunto i 150 chilometri orari travolgendo ogni cosa, compresi automobilisti e passanti. Mentre al sud le temperature sfiorano, in alcuni casi, i 40 gradi, al centronord e’ tornato il maltempo con una bufera di pioggia, grandine e vento che ha travolto Toscana, Liguria, Emilia Romagna, Veneto e in parte la Lombardia con un bilancio ancora provvisorio ma molto pesante: due morti, numerosi feriti e danni molto ingenti ad abitazioni con decine di sgomberati, a stabilimenti balneari, a capannoni industriali, a strade, a campagne e al patrimonio arboreo. Travolti anche tre alberi del museo-giardino di Boboli a Firenze che almeno fino a domani rimarra’ chiuso. Le piu’ ‘bersagliate’ dalla furia della natura sono state le province di Massa Carrara, Lucca, La Spezia e la zona del Levante di Genova, dove solo nel corso della mattina squadre di vigili dei fuoco hanno portato a termine ben 150 interventi. Tra le tante “cartoline dall’inferno” di questa bizzarra estate caratterizzata dagli estremi, siccita’ e nubifragi, che in entrambi i casi hanno lasciato una scia di devastazione, c’e’ quella del trimarano di Giovanni Soldini che “vola” stavolta non per mare ma sulla terra, e plasticamente sintetizza quanto accaduto in quei territori flagellati. L’imbarcazione, la Maserati Multi 70, con i suoi 21 metri di lunghezza e le sue 6 tonnellate di peso e’ stata sollevata dal vento e scaraventata a diversi metri di distanza dal cantiere lungo in fiume Magra, nello spezzino, in cui era custodita. Del resto la situazione e’ talmente critica che nel pomeriggio a Roma si e’ riunita l’Unita’ di crisi del Dipartimento della Protezione civile per fare il punto sul maltempo. E il Capo Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio si e’ appellato “a tutti i cittadini affinche’ seguano le indicazioni delle autorita’ locali e le norme di autoprotezione”. Le previsioni non fanno, infatti, ben sperare poiche’ la perturbazione di origine atlantica che “con precipitazioni a carattere di nubifragio”, e “raffiche di vento, tanto violente quanto estese sul territorio” potrebbero ripetersi anche nella giornata di venerdi’ sulle stesse regioni del centro-nord ed avere una coda della perturbazione “con fenomeni meno diffusi ma comunque localmente di forte intensita’, sul resto delle regioni centrali”, come Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Sardegna. Intanto comincia la conta dei danni e la prima a chiedere lo stesso di calamita’, anche per quelli subiti a Ferragosto sempre per i nubifragi, e’ stata la Toscana, regione in lutto perche’ piange i due morti. Firmato lo stesso provvedimento anche per il Veneto e prossima sara’ la richiesta della Liguria. Non e’ solo l’Italia, anche la Francia conta le sue vittime: sono infatti 5 le persone decedute in Corsica per il maltempo che si e’ abbattuto sull’isola, tra le quali una bambina di 13 anni, un pescatore a Girolata e una donna in Kayak a Erbalunga. Sono 12 i feriti e tra quelli piu’ gravi c’e’ anche una ragazza italiana di 23 anni , colpita da un albero.

Advertisement

Uncategorized

Usa: non c’è minaccia uso imminente arma atomica da Mosca

Pubblicato

del

  “Non vediamo al momento nessuna minaccia imminente sull’uso di armi nucleari da parte da Mosca ma continuiamo a monitorare la situazione in modo molto serio”. Lo ha detto il Consigliere per la sicurezza nazionale americana, Jake Sullivan, in un briefing con la stampa alla Casa Bianca. “Dopo tutte le chiacchiere e le minacce da parte di Putin, c’e’ il rischio che il leader del Cremlino prenda in considerazione l’uso dell’arma nucleare”, ha precisato Sullivan ricordando che gli Stati Uniti “sono stati chiari in pubblico e in privato” con Mosca su quali sarebbero state “le conseguenze”. Tuttavia, “al momento non vediamo indicazioni sull’imminente uso di armi atomiche”.

Nella foto il Consigliere per la sicurezza nazionale americana, Jake Sullivan, e il segretario generale della Nato Stoltenberg 

Continua a leggere

Cronache

Colpita da emorragia durante escursione al Vesuvio, donati organi

Pubblicato

del

Un prelievo multiorgano su una paziente 73enne, deceduta nel corso della notte per emorragia cerebrale, e’ stato praticato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia (Napoli): fegato, reni e cornee gli organi prelevati da equipe provenienti dall’ospedale Cardarelli di Napoli, dal Ruggi D’Aragona di Salerno e dai medici del reparto oculistica dell’ospedale stabiese. La donatrice, americana di 73 anni, era stata colpita da emorragia cerebrale inoperabile mentre era impegnata in un’escursione sul Vesuvio. Tutte le operazioni sono state coordinate dal Centro Regionale Trapianti della Campania con il gruppo di lavoro dell’unita’ operativa anestesia e rianimazione di Castellammare diretto dalla dottoressa Maria Josè Sucre. Nelle prime ore della mattinata gli organi prelevati hanno cominciato il loro viaggio verso i riceventi. Il fegato e’ gia’ stato trapiantato su un paziente al Cardarelli di Napoli, i reni sono diretti verso Torino, mentre le cornee prelevate dagli oculisti stabiesi sono state depositate nella banca degli occhi di Napoli. Alla fine della procedura di prelievo tutti i componenti delle equipe intervenute hanno omaggiato la salma della donatrice con un inchino. La donatrice era giunta all’ospedale di Sorrento lo scorso 17 settembre 2022 era stata, poi, trasferita al San Leonardo di Castellammare. Ieri mattina l’accertamento della morte celebrale; finita la procedura, i familiari, figlio e marito, hanno dato il consenso alla donazione di organi e tessuti, come da volonta’ piu’ volte espressa quando era in vita dalla stessa donatrice.

Continua a leggere

Uncategorized

Expo 2030, il sindaco Gualtieri ha presentato la candidatura di Roma al BIE di Parigi

Pubblicato

del

Il Comitato promotore di Expo Roma 2030 ha consegnato oggi a Parigi al Segretario generale del BIE (Bureau International des Expositions), Dimitri Kerkentzes, il dossier di candidatura di Roma per l’Expo del 2030. A presentare il documento, ed illustrarlo successivamente ai giornalisti, il presidente del Comitato, Giampiero Massolo, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e – in rappresentanza del governo – il sottosegretario agli Esteri, Manlio Di Stefano.

“La nostra candidatura – ha detto il sindaco di Roma – si presenta come unica perché Roma è una delle capitali più belle e conosciute del mondo ed è perfettamente in grado di ospitare le decine di milioni di turisti previsti per questo grandissimo evento planetario che cadrà proprio nell’anno della scadenza degli obiettivi di sviluppo sostenibile”- Inoltre, come ha aggiunto Gualtieri al termine della presentazione del dossier per la candidatura di Expo 2030, “abbiamo consegnato al BIE una lettera di presentazione del presidente Mattarella, il suo endorsement. È  il cappello complessivo di tutta questa operazione per l’unità nazionale che egli rappresenta”.

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto