Collegati con noi

Corona Virus

No Green pass in piazza: poche migliaia a Roma e a Milano, quattro gatti a Napoli

Pubblicato

del

No Green pass in piazza, tensioni a Milano, in 4mila a Roma senza mascherine a Circo Massimo. Cortei a Trento e Bologna. Ancora un sabato di proteste contro il Green pass nelle citta’ italiane. La piu’ accesa a Milano con tensioni al centro dove, improvvisamente, circa duecento manifestanti si sono palesati correndo verso piazza del Duomo e sono stati bloccati dalle forze dell’ordine. Dopo un’ora di tensioni, spintoni e corse la polizia e’ riuscita a isolare tre gruppi di manifestanti, all’altezza dei portici meridionali, dove e’ stato schierato un doppio cordone per contenerli. Molte le persone controllate in piazza Duomo, tra insulti e urla rivolti agli agenti. Una donna, rifiutando di dare i documenti, ha morso un funzionario della Questura. Nel parapiglia una attivista No pass ha inseguito in bici un poliziotto in borghese gridando “al ladro” e accusandolo di averle strappato un cartello, in realta’ sequestrato. Il bilancio finale della Polizia e’ di 257 persone identificate, mentre due milanesi sono stati denunciati a piede libero: un 57enne per resistenza a pubblico ufficiale e un 62enne per resistenza e per aver rifiutato di fornire le proprie generalita’. Quarantanove le sanzioni amministrative per occupazione di aree urbane e 31 gli ordini di allontanamento. E’ stato inoltre avviato il procedimento per l’emissione di due Daspo urbani da parte del questore. Protesta pacifica nella Capitale dove circa quattromila persone sono scese in piazza nel pomeriggio al Circo Massimo per la manifestazione nazionale “Liberiamo l’Italia”. Quasi tutti senza mascherina, hanno urlato il loro no al certificato verde intonando cori “Giu’ le mani dai bambini”, e “Liberta’”. Un numero di partecipanti molto piu’ alto rispetto ai mille attesi. Tra le tante bandiere tricolore anche qualcuna del Regno delle due Sicilie, uno striscione per Trump e cartelli ‘Green pass’ con le due lettere finali che riproducevano i caratteri delle SS naziste. “E’ bellissimo vedere questa piazza senza mascherine. Sono il simbolo dell’oppressione. Noi dobbiamo cacciare via questo regime” ha detto un manifestante dal palco dove in chiusura e’ salito anche il cantante Povia per un ‘concerto’ improvvisato. In piazza anche i gilet arancioni e l’ex generale Antonio Pappalardo. “Stasera nasce un nuovo movimento che si deve opporre a questo regime – ha detto – Dobbiamo essere uniti perche’ il nemico e’ troppo forte”. E qualche ora prima dell’inizio del sit-in e’ stato denunciato dalla polizia nella Capitale uno dei promotori. Nicola Franzoni, imprenditore di Lerici (La Spezia) aveva da alcuni mesi, secondo quanto si apprende, un foglio di via da Roma ma e’ stato sorpreso durante un controllo su via Salaria mentre era in auto, probabilmente perche’ voleva prendere parte nel pomeriggio alla manifestazione. Non e’ scattata invece alcuna denuncia per un gruppo di manifestanti no vax che sono entrati in un bar vicino al Circo Massimo senza mostrare il green pass. Ne e’ nata una discussione sempre piu’ accesa con al proprietaria cui uno dei manifestanti ha rivolto ingiurie volgari fino a tirarsi giu’ i pantaloni. E’ seguito un parapiglia che e’ stato interrotto da agenti in borghese che hanno identificato i presenti.

“Non li denuncio perche’ passerei le mie giornate a denunciare – racconta demoralizzata la donna – e’ un anno e mezzo che fanno le manifestazioni al Circo Massimo e vengono nel bar senza mascherina”. Proteste e cortei anche in altre citta’. A Trento circa mille persone hanno protestato contro il certificato verde bloccando il traffico all’altezza della rotatoria di via dei caduti di Nassiriya. L’iniziativa di protesta si e’ svolta, per il ventesimo sabato consecutivo, fuori dal centro storico dove invece sono state inaugurate le iniziative per il Natale. Slogan e striscioni anche a Bologna. Senza indossare la mascherina, in mille hanno sfilato per le vie del centro: scanditi anche cori contro il presidente del Consiglio Mario Draghi e contro l’obbligo vaccinale. Mentre a Trieste in 200 hanno protestato in piazza Liberta’, presidiata dalle forze dell’ordine. Tra i partecipanti anche l’ex portuale e pugile Fabio Tuiach e il consigliere comunale 3V, Ugo Rossi. A Napoli, invece, in 70 si sono radunati a piazza Dante.

Advertisement

Corona Virus

Covid, bambino di dieci anni morto in ospedale a Torino

Pubblicato

del

Un bambino di dieci anni e’ morto oggi per Covid nella Terapia intensiva dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Il paziente, che secondo quanto si apprende da fonti sanitarie non era vaccinato per “precauzioni di salute in una famiglia di vaccinati”, era stato trasferito nella mattinata di ieri dall’ospedale di Mondovi’ (Cuneo) in gravi condizioni. Non aveva gravi patologie pregresse. Arrivato con ipotermia, rabdomiolisi, dolori muscolari importanti agli arti inferiori e sospetta miocardite innescati dal virus, fin da subito e’ iniziato il trattamento specifico contro il Covid, fino alla dialisi. I tentativi dei sanitari del Regina Margherita di Torino di salvare il bambino si sono rivelati inutili. La Direzione Aziendale della Citta’ della Salute, di cui l’ospedale fa parte, “si stringe alla famiglia in questo momento di profondo dolore”.

Continua a leggere

Corona Virus

Pfizer-BioNTech, al via test clinici vaccino contro Omicron

Pubblicato

del

Pfizer e BioNTech fizer-BioNTech hanno annunciato di avere avviato il reclutamento per un trial clinico che ha l’obiettivo di testare su adulti fino a 55 anni la sicurezza e la risposta immunitaria del loro vaccino specificamente contro la variante Omicron.

“Riconosciamo l’importanza di essere pronti nel caso in cui la protezione del vaccino diminuisca nel tempo e di aiutare a fronteggiare Omicron ed eventuali altre varianti future”, ha affermato la responsabile dei vaccini della Pfizer Kathrin Jansen in uno statement. Per l’amministratore delegato di BioNtech Ugur Sahin la protezione del vaccino iniziale contro le forme leggere o moderate di Covid sembra diminuire piu’ rapidamente contro Omicron: “Lo studio attuale prende il via nel quadro del nostro approccio scientifico per elaborare dei vaccini contro le varianti che raggiunga un livello di protezione simile a quello contro le varianti precedenti ma con una durata della protezione piu’ lunga”. Pfizer ha precisato che lo studio non ha incluso persone oltre i 55 anni perche’ l’obiettivo e’ quello di esaminare la risposta immunitaria dei partecipanti e non l’efficacia del vaccino. I volontari sono divisi in tre gruppi: il primo include individui che hanno ricevuto due dosi di vaccino Pfizer-BioNTech da 90 a 180 giorni prima e che riceveranno una o due inoculazioni del nuovo vaccino. Del secondo gruppo fanno parte persone che hanno ricevuto la terza dose, nello stesso periodo previsto, e a cui sara’ somministrata sia una nuova dose del vaccino iniziale sia una dose del vaccino creato contro Omicron. Il terzo gruppo sara’ composto da persone che non hanno ricevuto alcun vaccino contro il Covid e a cui saranno inoculate tre dosi di quello specifico contro Omicron. Il vaccino iniziale sviluppato da Pfizer-BioNTech e’ stato il primo ad essere autorizzato nei Paesi occidentali nel dicembre 2020, ricorda lo statement. E’ basato sulla tecnologia dell’mRna messaggero che consente di modificarlo facilmente e aggiornarlo in base all’evoluzione delle mutazioni del virus. Numerosi Paesi hanno cominciato a vedere un calo dei casi dovuti all’ondata di Omicron, la variante finora con maggiore trasmissibilita’, sebbene i casi globali siano in crescita. (ANS

Continua a leggere

Corona Virus

Covid, i dati del contagio in Italia: 186.740 positivi, 468 vittime

Pubblicato

del

Sono 186.740 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 77.696. Le vittime sono invece 468, mentre ieri erano state 352. Dall’inizio della pandemia sono 10.212.621 gli italiani contagiati dal Covid, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono 2.689.166, con una diminuzione di 20.691 nelle ultime 24 ore mentre i morti sono 144.343. I dimessi e i guariti sono invece 7.379.112, con un incremento di 231.500 rispetto a ieri.

Sono 1.397.245 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 519.293. Il tasso di positivita’ e’ al 13,36%, in calo rispetto al 15% di ieri. Sono 1.694 le terapie intensive, nove in piu’ di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 130. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 20.027, ovvero 162 in piu’ rispetto a ieri.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto