Collegati con noi

Sport

Neymar rischia una squalifica pesante per il pugno a Gonzalez, ma il PSG lo difende: siamo contro il razzismo

Avatar

Pubblicato

del

Dopo la partita PSG – Marsiglia, finita in rissa con 5 espulsi, Neymar potrebbe essere squalificato a lungo. L’incontro, che ha visto l’esordio di Alessandro Florenzi con la maglia del PSG, è finito con la vittoria della squadra ospite in casa parigina per 1 a 0 ed è stato turbato dal finale incandescente: in pieno recupero si è scatenata una rissa che ha visto protagonisti Kurzawa, Paredes e Neymar per il PSG e Amavi e Benedetto per il Marsiglia, Neymar ha dato un pugno a Gonzalez. Il brasiliano sarebbe stato vittima di una serie di offese razziste (Neymar scrive su Twitter: ‘Mi ha chiamato Mono hijo de punta’ che vuol dire Macaco figlio di ….) e questo avrebbe scatenato la sua rabbia.

La dirigenza del PSG con una nota ha ritenuto di schierarsi a fianco del suo giocatore Neymar, insultato: il Club ricorda che “non c’è posto per il razzismo nella società, nel calcio e nelle nostre vite” e ricorda di essere impegnato da oltre 15 anni “ nella lotta contro tutte le forme di discriminazione con i suoi partner come SOS Racisme, Licrae Sprotitude”. “Il Paris Saint Germain- conclude la nota del club parigino-conta sulla Commissione disciplinare della LFP per indagare e far luce sui fatti. Il Club resta a disposizione per collaborare allo svolgimento delle indagini”.

Advertisement

Sport

Champions, l’Inter domina ma non passa a Kiev contro lo Shakhtar

Avatar

Pubblicato

del

L’Inter domina la partita a Kiev ma spreca troppo e se si aggiungono due traverse e un fallo a rigore su Lukaku non fischiato, allora il quadro di Shakhtar Donetsk – Inter è chiaro. Un peccato perchè adesso, anche con la complicità dell’arbitro bulgaro, l’avventura in Champions dei nerazzurri è diventata tutta in salita. Alla fine dopo il destro di Barella e la punizione di Lukaku sulla traversa, e il gol fallito da Martinez a porta vuota, il risultato resta bloccato sullo 0 a 0. E lo Shakhtar è in testa al girone.

Continua a leggere

In Evidenza

Barcellona, si dimette il presidente Bartomeu con tutta la giunta direttiva del club

Marina Delfi

Pubblicato

del

Il presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, e tutta la giunta direttiva del club si sono dimessi: lo hanno annunciato   i media spagnoli. Bartomeu e i vertici blaugrana hanno fatto un passo indietro dopo il ribaltone di ieri a poche ore dalla sfida a Torino contro la Juventus.

Le dimissioni sarebbero state dettate dall’impossibilità di spostare il referendum sul voto di censura nei confronti Bartomeu, presentato dalla Generalitat catalana che non ha rilevato alcun impedimento allo svolgimento del referendum dell’1 e 2 novembre di sfiducia alla dirigenza nonostante le misure prese per contenere i contagi da Covid nel Paese. Bartomeu -da tempo in disaccordo con Messi- era in carica dal 2015

Continua a leggere

In Evidenza

Milan-Roma finisce in parità ma l’arbitro Giacomelli ne combina di tutti i colori

Marina Delfi

Pubblicato

del

Una partita dove è successo di tutto, un grande spettacolo invelenito dalle decisioni dell’arbitro Giacomelli che concede nel secondo tempo due rigori che a parere di tutti erano totalmente inesistenti. Un’altra decisione sconcertante che fa chiedere a tutti qual è davvero il ruolo del VAR? È finita in parità lasciando l’amaro in bocca sia al Milan che alla Roma.

La partita inizia con un gran gol di Ibrahimovic su assist di Leao al 2′ di gioco. Passano dieci minuti e la Roma pareggia con il suo centravanti, Dzeko: si va al riposo in parità ma appena inizia il secondo tempo i rossoneri tornano in vantaggio con Saeelemaekers ancora con assist di Leao. A questo punto i pasticci: rigore per la Roma per un presunto fallo di Bennacer su Pedro. Inesistente ma Veretout segna e porta di nuovo in parità il match.

Giacomelli ne combina un’altra: stavolta il rigore lo concede al Milan per un fallo che non c’è di Mancini su Calhanoglu . Trasforma Ibrahimovic e i rossoneri sono di nuovo in vanataggio ma all’84. è Kumbulla a firmare il definitivo 3-3.

 

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto