Collegati con noi

Sport

Napoli stanco e confuso, il Verona vince solo con la grinta: 3 a 1

Pubblicato

del

Vittoria del Verona in rimonta: 3-1 al Napoli. Nonostante il gol lampo di Lozano, la squadra di Gattuso è apparsa stanca, sconclusionata, fuori forma. Con il passare dei minuti il Napoli è capitolato sotto i colpi di Dimarco, Barak e Zaccagni. Occasione persa per gli azzurri che avevano l’opportunità di accorciare dalla vetta della classifica: i partenopei restano invece fermi a quota 34 punti scivolando al sesto posto, l’Hellas dal canto suo torna a sognare la zona Europa issandosi a 30. Neanche il tempo del fischio d’inizio che il Napoli sblocca subito il risultato del Bentegodi: lancio di Demme, con Lozano che insacca dopo appena 9 secondi di gioco (secondo gol più veloce della storia della Serie A). Il messicano fa 1-0 approfittando di uno svarione di Dimarco per battere un incolpevole Silvestri. La squadra di Gattuso prova ad insistere pochi istanti più tardi, cogliendo nuovamente di sorpresa una stranamente disattenta retroguardia dell’Hellas: questa volta il suggerimento di Zielinski per Lozano è però fuori misura, con gli scaligeri che si salvano in qualche modo. Dopo lo shock iniziale l’Hellas prova a farsi vedere al 10′, ma Zaccagni viene murato da Maksimovic prima di calciare da buona posizione. E’ ancora il Napoli nella fase centrale della prima frazione a farsi vedere di più, sfiorando il bis al 25′ con Demme che è bravo ad inserirsi dopo la sponda di Petagna: miracoloso il riflesso di Silvestri sul primo palo.

Con il passare dei minuti l’Hellas si scrolla da dosso le incertezze iniziali, trovando l’1-1 proprio con Dimarco: al 34′ la difesa del Napoli si addormenta, lasciando spazio all’inserimento del difensore scaligero che tutto solo riporta la gara in parità. I ritmi restano elevati fino all’intervallo, con Meret che salva su Lazovic e Lozano che non inquadra l’incrocio sull’ennesima ripartenza della sua gara. Nel secondo tempo la velocità del gioco diminuisce, con i due allenatori che provano a pescare forze fresche dalla panchina: Juric inserisce Magnani e Di Carmine, mentre Gattuso getta nella mischia Mertens al posto di uno spento Insigne.

Le scelte premiano i padroni di casa che al 61′ la ribaltano: imbeccata di Zaccagni per Barak che supera la blanda pressione di Bakayoko insaccando il 2-1 da posizione angolata. Gattuso decide allora di giocarsi le carte Politano e Osimhen, con il nigeriano che ritorna in campo dopo quasi tre mesi di assenza. La reazione del Napoli è però confusionaria e porta solo ad un tiro-cross del solito Lozano che si spegne sul fondo. Il Verona invece si dimostra squadra solida e con le idee chiare, calando il tris che chiude i conti al 79′: ci pensa Zaccagni di testa a spingere in rete il pallone morbido di Lazovic. Il Napoli non ha la forza di reagire ed alza bandiera bianca, incassando un’altra sconfitta pesante dopo quella in Supercoppa contro la Juventus.

Advertisement

Sport

Casamicciola, 100 mila euro dal Napoli: la solidarietà del calcio

Pubblicato

del

Un tweet commosso e la solidarietà concreta: “Siamo vicini a chi è stato colpito dalla tragedia di Ischia- scrive il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis- e il Calcio Napoli verserà 100.000 euro per le vittime dell’alluvione”.

Il mondo del calcio esprime la sua solidarietà, in particolare i calciatori del Napoli, presenti ed ex, come Faouzi Ghoulam che sui social scrive: “Forza Ischia”, legatissimo al luogo dove ha trascorso le vacanze con la famiglia e con l’amico Koulibaly, che ha dedicato a Ischia il suo gol contro l’Ecuador.

Da Toronto ha fatto sentire la sua vicinanza Lorenzo Insigne.

Anche Giovanni Simeone ha voluto far sentire la sua vicinanza: lui Ischia l’ha scoperta da poco ma l0’ha subito amata.

Giovanni Simeone

Anche dal mondo del calcio meno ricco arriva la solidarietà, è il caso dello Sporting Venafro che ha voluto ‘girare’ il suo incasso alla Virtus Forio, squadra isolana. “Vogliamo, seppur con un piccolo gesto, ha detto il presidnte Gianluca Primavera- dimostrare che il futsal non è solo la gara del sabato, l’allenamento o la vittoria tanto attesa. Il futsal è anche vicinanza nei momenti di difficoltà”.

Continua a leggere

In Evidenza

Koulibaly segna, porta il Senegal agli ottavi e dedica il gol a Ischia

Pubblicato

del

Ha segnato il gol che ha battuto l’Ecuador e portato il Senegal agli ottavi di finale dei Mondiali 2022 ma Kalidou Koulibaly non era felice e alla fine della partita si è capito perchè: ha voluto dedicare quel gol e i suoi pensieri all’isola di Ischia. Una dedica speciale per Ischia gravemente colpita dall’alluvione di domenica scorsa, uno dei luoghi del cuore di Kalidou e della sua famiglia, dove ha trascorso le sue vacanze : “Dedico il gol a Ischia in questo momento difficile. A causa delle frane – ha ricordato l’ex difensore del Napoli – ci sono stati molti morti. A Ischia e ai suoi abitanti, per dare loro forza in questo momento così difficile – ha aggiunto – voglio dedicare questo gol”.

 

 

Continua a leggere

In Evidenza

Ferrari, stavolta Binotto lascia sul serio

Pubblicato

del

Binotto lascia la Ferrari: quelli che sembravano solo rumors qualche settimana fa, con conseguente smentita della Casa di Maranello adesso sono diventati realtà è l’annuncio arriva dai social dell’Azienda che lo scrive su Twitter.
“Ferrari annuncia di aver accettato le dimissioni di Mattia Binotto che il 31 dicembre lascerà il suo ruolo di Team Principal della Scuderia Ferrari. Così la Casa di Maranello ha annunciato la conclusione del rapporto con il Team Principal che ha guidato l’impegno del Cavallino Rampante negli ultimi quattro anni. Attesa da qualche giorno, la notizia è arrivata questa mattina e sancisce un passaggio di consegne che – come scritto nel comunicato ufficiale “dovrebbe concludersi nel nuovo anno”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto