Collegati con noi

In Evidenza

Napoli formato Coppa, Gattuso non molla il gruppo: col Brescia e col Barcellona gioca solo chi merita ed è in forma

Valeria Grasso

Pubblicato

del

Il Napoli in campionato ricomincia da 33. Passo dopo passo il Napoli sta risalendo la china in classifica,  mantenendo comunque ben saldi i piedi per terra. Importantissime le vittorie in trasferta nell’ultima settimana con Inter in Coppa Italia e Cagliari in serie A. Due gare dove il Napoli non ha preso goal ma ne ha fatti due, con Fabian Ruiz e Dries Mertens, di grande qualità. Due capolavori di balistica. È questo l’elemento che spesso può fare la differenza a favore del Napoli. Qualità, organizzazione, umiltà, sacrificio e carattere devono essere il mantra per la squadra in questa stagione per ritrovarsi definitivamente. Sarà ciò che è mancato, si vede, ad Allan negli ultimi giorni. Scarsa forma che gli è costata l’esclusione a Cagliari. Ma oggi si ricomincia, come ha ribadito il mister, Rino Gattuso, nel post gara di Cagliari: senza sosta e senza rancore. I giocatori che dimostreranno sul campo la loro voglia e la loro condizione, meriteranno di far parte del gruppo. Altrimenti, no! Non sorride e non si lascia andare ancora l’allenatore a sorrisi o a facili entusiasmi. E’ soddisfatto dell’atteggiamento della squadra, che ha dimostrato  – nelle ultime due gare – grinta, passione e  dedizione. Una squadra coerente, più unita e più compatta. Come piace a lui. Ma non si fida  ancora, perché è necessario proseguire con tante di queste prestazioni, che c’è ancora molta strada da fare. Il gruppo ha tante potenzialità, dunque occorre continuare a fare bene senza distrarsi. Obiettivo concreto (primo di tutti) sono i 40 punti, poi il resto si vedrà. Nessun giorno di riposo, nonostante la richiesta dei calciatori azzurri, si pedala anche oggi. In vista della trasferta di venerdì a Brescia per il campionato e della prima gara valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League in casa con il Barcellona.

Advertisement

Cronache

Berlusconi, a Napoli si indaga su 3 testimoni della difesa dell’ex premier: sono dipendenti del senatore-albergatore di Ischia De Siano

Avatar

Pubblicato

del

La Procura di Napoli sta indagando sui alcuni testimoni degli avvocati della difesa di Silvio Berlusconi in relazione al procedimento giudiziario conclusosi in Cassazione con la condanna dell’ex premier a 4 anni di reclusione per evasione fiscale. Lo scrive Il Fatto Quotidiano. Il fascicolo, affidato al sostituto procuratore Maria Di Mauro, al momento, non prevede ipotesi di reato. L’attività d’indagine, che è appena iniziata, nasce da un esposto presentato lo scorso 29 maggio da Antonio Esposito, il presidente del collegio che pronuncio’ la condanna ai danni di Berlusconi. Il giudice, ora in pensione, ha chiesto all’ufficio inquirente partenopeo accertamenti sulle dichiarazioni rese da tre testi della difesa dell’ex premier, allegate al ricorso presentato dai suoi legali alla Corte europea dei diritti dell’uomo. Si tratta di dichiarazioni risalenti al 3 aprile 2014 (data antecedente all’imputazione di Berlusconi) in cui i tre testimoni (tra cui un cameriere e il responsabile del ristorante di un hotel), tutti dipendenti del coordinatore campano di Forza Italia Domenico De Siano (che e’ anche un albergatore) riferiscono di avere sentito Esposito pronunciare parole offensive all’indirizzo dell’ex cavaliere, frasi del tipo”…A Berlusconi, se mi capita l’occasione, gli devo fare un mazzo cosi’…”. Con la denuncia il giudice Esposito chiede al pm di fare luce sulla veridicita’ di quelle dichiarazioni. Il magistrato, che a causa dei ritardi provocati dalla pandemia e’ stato ascoltato dagli inquirenti lunedi’ scorso, ha inoltre negato di avere proferito frasi di quel tenore.

Continua a leggere

Economia

Whirlpool Napoli mentre negozia col Governo comunica lo stop alla produzione a fine ottobre

amministratore

Pubblicato

del

A prescindere dagli effetti del Covid, la produzione nel sito Whirlpool di Napoli cesserà il 31 ottobre. Lo ha confermato l’amministratore delegato di Whirlpool Italia, Luigi La Morgia. Il dirigente della multinazionale Usa era presente in videoconferenza al tavolo di lavoro convocato dal Mise con azienda, Invitalia, sindacati e regione Campania. La Morgia, tanto per far capire che i suoi capi americani alla fine faranno quello che vogliono, ha anche spiegato di aver già dato comunicazione ai fornitori della cessazione dell’attività.

I lavoratori dello stabilimento, appresa questa notizia, si stanno recando in fabbrica per tenere un’assemblea convocata al termine del tavolo tenuto a Roma sul futuro dell’insediamento di via Argine. Gli operai giudicano il tavolo “deludente” e il Governo “incapace di far valere le posizioni del Paese”. Gli operai chiedono “il rispetto degli accordi e dei lavoratori” e spiegano di non voler accettare “riconversioni fantoccio”. Non saranno mesi facili. I dipendenti della Whirlpool hanno dato già ampia dimostrazione di essere un gruppo di lavoro forte, coriaceo e battagliero. E pretenderà risposte concrete sul fronte del lavoro non solo dagli americano ma anche dal Governo nazionale.

Continua a leggere

Economia

Amazon si arricchisce col virus, Bezos sempre più paperone: patrimonio da 171,6 miliardi di dollari

Avatar

Pubblicato

del

Jeff Bezos è sempre più ricco. Il patron di Amazon vale, da solo, 171,6 miliardi di dollari grazie alla volata a Wall Street del gigante delle vendite online. E’ quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index, che rivela come la fortuna di Bezos è tornata ai livelli pre-divorzio. Bezos ha guadagnato solo quest’anno 56,7 miliardi di dollari. E li ha guadagnati in questi mesi di lockdown grazie al covid 19. La pandemia ha accresciuto la richiesta mondiale di consegne a domicilio ed ha arricchito Bezos.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto