Collegati con noi

Musica

Musica: i 100 anni di Sergio Bruni a ‘Napulitanata’

Pubblicato

del

Uno spettacolo e un’esposizione di memorabilia inedite per il centenario della nascita di Sergio Bruni: mercoledi’ 15 settembre alle ore 21.00 ‘Napulitanata’ ricordera’ ‘A voce ‘e Napule’ con un evento speciale. Nella sala concerto consacrata alla canzone napoletana, in Piazza Museo 10, l’ensemble guidato da Mimmo Matania e Pasquale Cirillo proporra’ le canzoni che maggiormente identificano l’eredita’ bruniana, Carmela e Amaro e’ ‘o bene, ma anche Palcoscenico, ‘O Vesuvio, ‘O ritratto ‘e Nanninella e Na bruna. Bruni era nato il 15 settembre del 1921 a Villaricca ed e’ scomparso il 22 giugno 2003 a Roma. Con Matania alla fisarmonica e Cirillo al pianoforte, si esibiranno Manuela Renno e Pasquale Pirolli, voci, Giuseppe Arena, contrabbasso e Antonio Sacco, tromba. A fare da cornice al concerto ci sara’ un’esposizione di documenti messi a disposizione dalla famiglia Bruni: foto inedite in scena e in famiglia, il manoscritto di una poesia composta da Sergio Bruni per il compleanno della nipotina Eva e uno scritto che il poeta Salvatore Palomba ha voluto dedicare all’artista in occasione del centenario. “Sono felice che una realta’ di giovani appassionati al patrimonio culturale napoletano abbia proposto uno sguardo inedito alla figura di mio padre – ha dichiarato Bruna Chianese, figlia di Sergio Bruni e autrice del libro Mio padre Sergio Bruni – Sono contenta che la mostra possa essere visitata dai turisti presenti in citta’ oltre che dagli appassionati”. Per la mostra ingresso gratuito su prenotazione fino al 31 ottobre. Dopo il riconoscimento Traveller’s Choice 2021 ottenuto da Tripadvisor, Napulitanata da’ quindi il via alla programmazione autunnale, continuando il suo percorso di valorizzazione della canzone classica napoletana.

(La foto in evidenza è tratta da wikipedia)

Advertisement

Musica

Adele in lacrime cancella tutti i suoi concerti a Las Vegas

Pubblicato

del

A sole 24 ore dal debutto la pop star Adele ha annullato tutti i suoi concerti a Las Vegas. “Mi dispiace così tanto, ma lo show non è pronto”, ha detto la cantante in lacrime mentre su Instagram dava la notizia a milioni di fan. “Metà della mia squadra ha il Covid ed è stato impossibile finire di preparare lo spettacolo”, ha detto, aggiungendo che a rovinare i piani hanno contribuito anche i “ritardi nelle consegne”. I 24 concerti al Caesars Palace, in programma tutti i weekend fino ad aprile, sarebbero stati i primi concerti di Adele da cinque anni a questa parte. I biglietti erano in vendita ad un prezzo che andava dagli 85 ai 685 dollari e il guadagno previsto per la pop star si sarebbe dovuto aggirare attorno al mezzo milione. “Sono stata sveglia nelle ultime 30 ore per cercare di salvare lo spettacolo ma non c’e’ piu’ tempo”, ha detto ancora la cantante scusandosi soprattutto con chi si trovava già a Las Vegas. “Mi dispiace che sia cosi’ all’ultimo minuto. Sono cosi’ arrabbiata e imbarazzata. Stiamo riprogrammando tutte le date, ci stiamo lavorando proprio ora. E finiro’ il mio spettacolo”, ha assicurato. Ma in tanti suo social media hanno espresso la propria rabbia per una decisione cosi’ improvvisa.

Continua a leggere

In Evidenza

I Maneskin a Sanremo come ospiti d’onore, ora a Los Angeles con i Coldplay

Pubblicato

del

In diretta da Los Angeles e prima di partire per New York, i Maneskin confermano la loro presenza al Festival di Sanremo 2022: saranno i super-ospiti della kermesse canora. La band vincitrice del festival l’anno scorso con ‘Zitti e buoni’ era collegata con Amadeus, in diretta dal teatro Ariston con il TG1. Il conduttore ha annunciato che la prima serata de Festival sarà dedicata proprio a loro, i Maneskin. I quattro ragazzi stanno collezionando successi anche oltreoceano: a Los  Angeles, sul palco del Forum sono stati ospiti all’iHeartRadio ALTer EGO, festival organizzato dal network radiofonico americano. Lì hanno suonato 5 brani, fra cui ‘Zitti e buoni’ e l’ultimo cioè “Mammamia”, e si sono alternati fra gli altri con i Coldplay.

 

 

 

Continua a leggere

In Evidenza

I Maneskin annunciano la loro partecipazione al Coachella

Pubblicato

del

I Maneskin saranno al Coachella festival in California, che si terra’ il 17 e il 24 aprile. La band fara’ parte della line up di uno dei festival piu’ iconici del mondo insieme ad artisti come Harry Styles, Billie Eilish, Ye, Swedish House Mafia. La band portera’ live le sonorita’ dell’album “Teatro d’Ira – Vol. I” (certificato disco di platino e con oltre un miliardo di ascolti su Spotify) nel corso dell’estate 2022, con un tour che li vedra’ protagonisti dei piu’ importanti festival del mondo – oltre al Coachella -, come il Rock in Rio, il Rock Am Ring, il Reading & Leeds Festival e il Lollapalooza. Con 6 dischi di diamante, 133 platino e 34 oro a livello globale e quasi 4 miliardi di streaming su tutte le piattaforme digitali, Victoria, Damiano, Thomas e Ethan sono gli italiani piu’ ascoltati al mondo su Spotify nel 2021, anno che li ha visti protagonisti di numerosi successi, dal primo posto al 71 Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest con il brano “Zitti e buoni” (cinque dischi di platino, contenuto nell’album “Teatro d’Ira – Vol. I”) fino al premio “Best Rock” agli MTV EMAs, la prima vittoria di un artista italiano in una categoria internazionale, la doppia nomination ai BRIT Awards come “International Group” e “International Song” e l’inclusione di “I wanna be your slave” (triplo disco di platino) nella “Top 10 Tracks of 2021” secondo BBC. I Maneskin sono reduci dall’eccezionale esperienza negli Stati Uniti, con due speciali live a New York e Los Angeles e la presenza come special guest al concerto dei Rolling Stones a Las Vegas. Sono stati ospiti del Tonight Show con Jimmy Fallon e del popolare talk-show The Ellen DeGeneres Show e vantano una candidatura agli American Music Awards 2021 – in cui si sono esibiti con una straordinaria performance – come “Favorite Trending Song” con “Beggin'”. Sono inoltre stati nominati da Billboard come Best New Artist dell’anno e hanno ricevuto il prestigioso invito da parte dell’Academy al museo dei Grammy per leggere alcune delle nomination della 64/a edizione.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto