Collegati con noi

In Evidenza

Mattarella nomina 25 Cavalieri del Lavoro

Pubblicato

del

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, oggi ha firmato i decreti con i quali, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, di concerto con il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, sono stati nominati 25 Cavalieri del Lavoro. Il QUIRINALE ha diffuso l’elenco completo degli insigniti, con l’indicazione, per ciascuno, del settore di attività e della regione di provenienza: Valter Alberici (Industria metalmeccanica) Emilia Romagna; Francesco Maria Giorgino Baggi Sisini (Editoria), Lombardia; Sergio Balbinot – (Assicurazioni), Friuli Venezia Giulia; Luca David Antonio De Meo (Industria automobilistica), Estero; Vito Lorenzo Augusto Dell’Erba (Credito), Puglia; Gianni Faggi (Industria metallurgica), Toscana; Guido Fiorentino (Servizi turistico-alberghieri), Campania; Maurizio Focchi (Edilizia), Emilia Romagna; Margherita Fuchs (Industria alimentare), Trentino Alto Adige. Carmelo Giuffrè (Industria sistemi irrigazione), Sicilia; Giacomo Gnutti (Servizi turistico alberghieri), Lombardia; Franco Goglio (Industria imballaggi flessibili), Lombardia; Giovanni Gorno Tempini (Servizi finanziari), Lazio; Sergio Iori (Industria componentistica), Lombardia; Andrea Lardini (Industria Tessile), Marche; Aram Manoukian (Industria chimica), Lombardia; Andrea Rigoni (Industria alimentare), Veneto; Alberto Rossi (Logistica portuale), Marche; Giuseppe Russello (Industria componentistica), Sicilia; Giuseppe Santoni (Industria calzaturiera) Marche; Chiara Soldati (Agricolo vitivinicolo), Piemonte; Olga Urbani (Industria alimentare), Umbria; Adolfo Valsecchi (Industria alimentare), Sardegna; Cesare Marcello Carlo Verona (Artigianato penne stilografiche), Piemonte; Rosina Zuliani (Agricolo florivivaistico), Sardegna.

Advertisement

Esteri

Guerriglia a Bruxelles dopo la partita Belgio-Marocco

Pubblicato

del

Dopo la vittoria del Marocco in Qatar contro il Belgio ai mondiali di calcio,  a Bruxelles si sono verificate scene di guerriglia urbana.  Alcune decine di giovani tifosi del Marocco hanno assaltato le vie del centro città e l’area adiacente alla stazione di Midi, distruggendo l’arredo urbano e appiccando il fuoco ad auto, scooter e tutto quello che incontravano. Sul posto sono intervenuti un centinaio di agenti della polizia in divisa anti-sommossa con camionette e idranti. Gli scontri sono tuttora in corso. Il principale viale del centro, Boulevard Anspach, è stato chiuso e la polizia ha fatto appello ad evitare la zona.

“Condanno con la massima fermezza gli incidenti accaduti questo pomeriggio”, scrive il sindaco di Bruxelles, Philippe Close. “La polizia è già intervenuta con fermezza, ha ribadito, e consiglio ai tifosi di non venire in centro città. La polizia sta usando tutti i suoi mezzi per mantenere l’ordine pubblico. Ho dato loro ordine di procedere con gli arresti nei confronti dei responsabili degli scontri”.

Continua a leggere

Esteri

Kiev, Mosca verso nuovo esercito privato ‘anti-Wagner’

Pubblicato

del

Mosca ha nominato un nuovo “guardiano” per le carceri in Russia e nei territori dell’Ucraina occupati con il compito di creare una nuova “compagnia militare privata” per cercare di contrastare il monopolio detenuto in questo settore da Evgenij Viktorovic Prigozhin, proprietario del Gruppo Wagner, de facto l’esercito privato (PMC) di Putin. Lo riferisce l’Odessa Journal. Secondo il capo dell’intelligence della Difesa ucraina, un criminale di Horlivka vicino alla famiglia dell’ex presidente fuggitivo Viktor Yanukovych – Armen Sarkisyan – è diventato la nuova “guardia” per le carceri della Federazione Russa e dei territori ucraini occupati. L’Odessa Journal ricorda che Sarkisyan è sulla lista dei ricercati ucraini come uno degli organizzatori degli omicidi di Maidan (gli ucraini definiscono “Cento eroi celesti” i connazionali che hanno perso la vita durante le proteste antigovernative nel 2013-14). “Uno degli scopi principali della sua attività è la creazione di una nuova ‘compagnia militare privata’ – scrive l’intelligence della Difesa ucraina -. Si ipotizza che entro un tempo limitato la nuova struttura recluterà un numero significativo di ‘reclute'”. Il modello del progetto dovrebbe essere il famigerato Gruppo Wagner e le nuove forze saranno reclutate nelle carceri. Il “progetto”, commenta l’intelligence, dovrebbe rafforzare il contingente di occupazione e creare concorrenza interna tra gli eserciti privati russi. Il nuovo PMC è stato sponsorizzato dall’uomo d’affari russo-armeno Samvel Karapetyan, fedele di Putin di origine armena, uno degli sponsor dell’invasione russa in Ucraina. I servizi d’intelligence di Kiev commentano infine che una “nuova struttura è un tentativo di contrastare l’effettivo monopolio di Evgenij Viktorovic Prigozhin nel campo delle PMC in Russia”.

Continua a leggere

Esteri

Kiev, russi si preparano a lasciare centrale Zaporizhzhia

Pubblicato

del

 Secondo il presidente dell’agenzia nucleare ucraina Energoatom Petr Kotin ci sarebbero segnali che l’esercito russo si starebbe preparando a lasciare la centrale nucleare di Zaporizhzhia: “Nelle ultime settimane abbiamo effettivamente avuto informazioni secondo cui ci sono segnali che i russi potrebbero lasciare la centrale di Zaporizhzhia”, ha detto alla tv nazionale, citato da Ukrainska Pravda. Kotin ha sottolineato che “è troppo presto per dire che l’esercito russo stia lasciando l’impianto”, ma si può dire che si stanno “preparando”, “c’è l’impressione che stiano facendo le valigie e rubando tutto quello che riescono a trovare”.

Kotin ha anche sottolineato che “sulla stampa russa viene indicato che potrebbe valere la pena di abbandonare la centrale di Zaporìzhzhia e di porla sotto il controllo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea)”. Il presidente di Energoatom infine ha ricordato che i russi “hanno stipato tutto quello che potevano nell’impianto di Zaporizhzhia: attrezzature militari, il personale, camion, probabilmente con armi ed esplosivi” e hanno messo trappole esplosive nel territorio della centrale.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto