Collegati con noi

Sport

Lukaku torna ma la Curva dell’Inter attacca: è uno come tanti

Pubblicato

del

L’affare e’ concluso, ma ancora prima dell’ufficialita’ il ritorno all’Inter di Romelu Lukaku divide la tifoseria nerazzurra. Si attendono infatti solo i comunicati per confermare la seconda esperienza milanese del centravanti belga, che tornera’ a vestire la maglia dell’Inter in una operazione in prestito oneroso dal Chelsea (8 milioni piu’ bonus), con il giocatore che si tagliera’ una parte di stipendio passando dai 12 milioni di euro che gli venivano versati a Londra agli 8,5 che guadagnera’ a Milano. Intanto, pero’, oggi e’ arrivata la reazione dei tifosi della Curva Nord. Lukaku e’ “stato sostenuto (e trattato) come un Re, ora e’ uno come tanti”, il messaggio della tifoseria organizzata nerazzurro dal proprio account ufficiale su Facebook in vista del ritorno in nerazzurro dell’attaccante, grande protagonista dello scudetto 2020/21 con Conte in panchina. La Curva spiega che “non fara’ alcuna contestazione al giocatore (nonostante il comportamento dell’estate scorsa)” e che “tutto cio’ che in futuro verra’ eventualmente fatto nei suoi confronti dovra’ guadagnarselo sul campo con umilta’ e sudore”. “Non tiferemo mai contro Lukaku se indossera’ nuovamente la maglia dell’Inter. Invitiamo comunque tutti gli interisti a non cadere nel tranello”, prosegue la Curva. “Abbiamo preso atto del tradimento di Lukaku e ci siamo rimasti malissimo. Ad un calciatore queste cose col tempo si possono anche perdonare, ma rimangono. Ora Romelu palla lunga e pedalare”, conclude la tifoseria interista su Facebook, dove sono in molti tra i supporter a concordare con la posizione della Curva Nord. Intanto il mercato in entrata dei nerazzurri prosegue, in attesa del ritorno in Italia di Lukaku per visite mediche e firme sui contratti. La trattativa per Paulo Dybala era stata messa in stand-by per chiudere l’operazione col Chelsea per il belga, ma potrebbe ripartire nei prossimi giorni: servira’, pero’, un’uscita nel reparto offensivo interista (su tutti Alexis Sanchez ma anche Edin Dzeko potrebbe partire) per sbloccare la situazione. Nel frattempo, l’Inter a breve annuncera’ un altro colpo in entrata, ovverosia Henrikh Mkhitaryan, che andra’ ad aggiungersi ad Andre’ Onana (portiere in arrivo a zero dall’Ajax). Il centrocampista armeno, che arriva a parametro zero dopo non aver rinnovato il contratto con la Roma, ha infatti svolto oggi le visite mediche di rito a Milano, per recarsi poi nella sede del club nerazzurro per firmare il contratto biennale che lo leghera’ all’Inter con un ingaggio da circa 4,5 milioni di euro a stagione.

Advertisement
Continua a leggere

Sport

Giochi Mediterraneo: pugilato azzurro cala tris di ori

Pubblicato

del

Il pugilato olimpico italiano è vivo e vegeto. Gli atleti piu’ attesi della truppa azzurra ai Giochi del Mediterraneo di Orano hanno vinto quasi tutti la medaglia d’oro. Giordana Sorrentino dagli ultimi Mondiali in Turchia era uscita delusa, mentre in Algeria chiude con il metallo piu’ prezioso al collo: la ragazza di Fiumicino e’ arrivata sul ring in condizioni smaglianti e ha dominato dall’inizio alla fine della manifestazione, piegando in finale Romane Moulai. E’ di colore aureo anche la medaglia di Federico Serra, re nei 52 kg uomini, dominatore dall’inizio alla fine nell’ultimo atto contro il marocchino Mortaji. L’uomo che arrivava con le aspettative piu’ alte, ossia Aziz Abbes Mouhiidine, riesce nella non facile impresa di sconfiggere il pugile di casa Moh Sai Habani: oro nei 91 kg quindi per il campione di Europa in carica. La calda serata di pugilato oranese viene chiusa purtroppo dalla sconfitta di Vincenzo Fiaschetti: il romano cede al Yousry Hafez, egiziano, nei +91 kg. Menzione speciale per l’atletica, che mette in cassaforte una doppia medaglia d’oro con le staffette 4×100 maschile e femminile. Gli sprinter Andrea Federici, Matteo Melluzzo, Diego Aldo Pettorossi e Roberto Rigali hanno chiuso primi con il tempo di 38.95, davanti alla Turchia, argento in 38.98, e alla Francia. “E’ un emozione incredibile vincere davanti a tutta questa gente – raccontano i ragazzi entusiasti – Ancora piu’ bello e’ aver battuto squadre importanti come quella francese”.. Altrettanto bene sono andate le azzurre Irene Siragusa, Gloria Hooper, Aurora Berton e Johanelis Herrera Abreu, in cima al podio (43.68) davanti alla Francia, che ha chiuso in 44.63, e a Cipro, terzo con 45.10. Se il pugilato e’ stato il grande protagonista della serata algerina, di sicuro il tiro con l’arco si e’ preso la scena nella mattinata: un oro, un tris d’argento e un bronzo. A conquistare l’alloro piu’ importante dei cinque e’ Federico Musolesi che, dopo aver vinto il derby italiano in semifinale con il vice campione olimpico Mauro Nespoli, ha superato in finale l’olimpionico Mete Gazoz per 6-4, vendicandosi della Turchia, che a inizio giornata, nella prova a squadre, aveva sconfitto 5-3 la Nazionale femminile di Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Chiara Rebagliati.

Continua a leggere

Sport

Calcio corrotto, gli Usa sbloccano altri 92 milioni di risarcimento del Fifagate

Pubblicato

del

Il Dipartimento di Giustizia americano ha annunciato che assegnera’ alla Fifa e alle federazioni calcistiche americane un ulteriore risarcimento di 92 milioni di dollari, in aggiunta ai 201 milioni di dollari di agosto 2021 sequestrati agli imputati del ‘Fifagate’, l’inchiesta sulla corruzione in seno all’ente calcistico internazionale. La procura federale di Brooklyn ha annunciato in un comunicato stampa la “distribuzione di circa 92 milioni di dollari per compensare le perdite subite dalla Fifa, la Concacaf, la Conmebol e altre federazioni considerate ‘vittime'”. La vicenda scoppio’ nel maggio 2015 con lo spettacolare arresto di sette leader mondiali del calcio a Zurigo e porto’ pochi mesi dopo all’addio di Sepp Blatter (l’ex capo della Fifa con Vladimir Putin), presidente della Fifa dal 1998, al quale successe Gianni Infantino. L’inchiesta scopri’ un sistema di tangenti e “racket” organizzato da funzionari del calcio in Sud e CentroAmerica, in cambio dell’assegnazione dei diritti di trasmissione televisiva per le competizioni, inclusa la Coppa America.

Continua a leggere

Sport

Cagliari, 10 giocatori via per scadenza contrattuale

Pubblicato

del

Una squadra di giocatori che se ne va dal Cagliari per scadenza contrattuale e fine prestito. Dalla mezzanotte di ieri in dieci non sono piu’ rossoblu. Dopo otto stagioni e 187 partite lascia il Cagliari Luca Ceppitelli: durante la sua lunga permanenza in Sardegna il difensore ha indossato la fascia di capitano e realizzato 10 reti. Termina la sua esperienza nell’Isola anche Charalampos Lykogiannis: per il laterale greco, che ha gia’ firmato con il Bologna, 109 presenze e 5 reti. Poi i prestiti: tornano al Parma Alberto Grassi, all’Inter Dalbert, al Marsiglia Kevin Strootman, al Torino Daniele Baselli. Stop anche per Keita Balde, Damir Ceter, Federico Marigosu. “A tutti va il ringraziamento per quanto dato alla causa rossoblu’ e l’augurio di un buon proseguimento di carriera”, si legge in un nota del club. Intanto Cagliari Calcio ed EYE Sport annunciano la firma di un accordo di sponsorizzazione tecnica che leghera’ le due realta’ sarde per i prossimi 5 anni, a partire dalla stagione 22/23. EYE Sport, tra i leader a livello nazionale nel settore del teamwear e sportswear, fornira’ al club capi tecnici e di rappresentanza per tutte le sue formazioni, dalla prima squadra al settore giovanile sino all’attivita’ di base.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto