Collegati con noi

Economia

L’italiana Conad acquista la francese Auchan Italia, nasce un gigante da 17 mld

Avatar

Pubblicato

del

Conad compra ipermercati, supermercati e negozi di prossimita’ Auchan, riportando sotto la bandiera italiana la quasi la totalita’ delle attivita’ in Italia del gruppo francese che di fatto si ritira dal Paese. L’operazione vale circa 1 miliardo di euro e dovrebbe chiudersi nell’anno ma dovra’ passare il vaglio dell’Antitrust, visto che la fusione tra il secondo e il quinto gruppo nella Gdo in Italia fara’ nascere un colosso capace di scalzare le Coop dal podio, che varra’ il 19% del mercato con fatturato aggregato di 17 miliardi di euro. Dai ‘rivali’ e’ arrivato subito una dimostrazione di fair play, con un augurio un buon lavoro a Conad. “E’ positivo che a rilevare un operatore estero sia un gruppo cooperativo italiano” ha spiegato Coop sottolineando che “la competizione e’ un bene utile, l’importante e’ che sia sana e nell’interesse dei consumatori”. Con l’acquisizione entrera’ in Conad una parte importante dei circa 1.600 punti vendita di Auchan Retail Italia (anche quelli a marchio Simply) tra cui 46 ipermercati e 230 supermercati, capaci di dare lavoro a 20.000 persone. Numeri cospicui. Non a caso le possibili ricadute sull’occupazione gia’ preoccupano i sindacati. Alla multinazionale francese resteranno invece i 50 negozi LillaPois, catena specializzata in igiene e cura della persona, oltre ai 33 supermercati gestiti da Auchan Retail in Sicilia. Nella operazione Conad ha avuto il supporto del finanziere Raffaele Mincione. L’alleanza passa attraverso una newco, Bdc Italia, al 51% del consorzio bolognese e al 49% di Pop18 (controllata da Wrm di Mincione) che valorizzera’ la parte immobiliare. In casa Conad oggi si brinda ad una azienda tornata italiana, dato che iper e super nati dal nocciolo duro dei negozi ‘Citta’Mercato’ era finito definitivamente sotto le insegne francesi nel 2004. “Siamo soddisfatti di aver acquisito e riportato nelle mani di imprenditori italiani una rete di distribuzione di grande valore, che sta attraversando un periodo di difficolta’ ma che ha grandi potenzialita’ – ha spiegato l’a.d. Francesco Pugliese -. Oggi nasce una grande impresa italiana, che portera’ valore alle aziende e ai consumatori italiani”. Dello stesso tono il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, che parla di “una storica inversione di tendenza in un settore vitale per la valorizzazione del Made in italy agroalimentare, dopo che lo shopping straniero ha portato all’estero tre marchi storici su quattro”. Il passo indietro dei francesi e’ stato dettato dalle difficolta’ di rilanciare le loro attivita’ nel Paese: nel 2018 Auchan Italia e’ stata svalutata per 440 milioni contribuendo alla perdita di quasi un miliardo di euro del gruppo. In allarme ci sono appunto i sindacati, che temono esuberi. Filcams-Cgil e Fisascat-Cisl sollecitano a Conad ad fare chiarezza sul suo piano industriale e il ministero dello Sviluppo economico a vigilare. Da fonti vicino al dossier pero’ arriva un messaggio tranquillizzante, che parla di un obiettivo di “continuita’” dal punto di vista occupazionale.

Advertisement

Economia

Fisco, 3 milioni di dichiarazioni precompilate ‘fai da te’: martedì il termine per l’invio

Avatar

Pubblicato

del

Ancora due giorni per completare la dichiarazione dei redditi precompilata ed inviarla al fisco. Entro martedi’ 23 sara’ possibile accettare la dichiarazione cosi’ come messa a punto dall’amministrazione fiscale o integrarla inviandola direttamente via web all’Agenzia delle Entrate. Grazie alla sempre maggiore accuratezza e soprattutto alla sempre maggiore mole di dati gia’ inseriti dall’Agenzia, gli italiani che scelgono il ‘fai da te’ stanno aumentando e raggiungeranno probabilmente quest’anno i 3 milioni. In caso di errori si potra’ sempre rimediare entro il 25 ottobre, ultimo giorno per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo. Una chance in piu’ possibile pero’ solo se l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata.

Continua a leggere

Cronache

NoiConsumatori: ecco come fare causa a Sky per chiedere la restituzione del maltolto

Avatar

Pubblicato

del

Il primo provvedimento dell’autorità a favore dei telespettatori gabbati da un ‘paccotto’ di Sky conferma la non corretta attività fornita, nella gestione dei propri servizi, dal colosso delle comunicazioni. Soltanto a Napili sono oltre 10 mila gli utenti (svariate centinaia di migliaia in tutta Italia) che tra comitati, pubblici esposti e pagine social hanno immediatamente denunciato un non trasparente aumento dei costi, oltre a continui disservizi, pretesi da Sky per gli abbonamenti ai pacchetti sportivi: meno partite e più costi di gestione dei pacchetti commerciali, dunque, senza mai ricevere chiarimenti per la direzione ed attuazione di un piano commerciale così ingiusto. Preso atto di un comportamento non consono per chi, da anni, a corredo di lauti costi, dispensa tale servizio sulle piattaforme televisive nazionali, si è deciso di adire le vie giudiziarie per la difesa dei diritti violati, tutelando i soggetti deboli nella contesa in atto: i consumatori.
Coloro i quali si sono fatti carico di abbonamenti criptici, oltre che materialmente più costosi rispetto al servizio reso, potranno aderire alla maxi causa per il rimborso delle somme indebitamente versate indebitamente, a corredo di un risarcimento danni.Dal mese 06 – 2108 avevamo denunciato le stranezze presenti nel “pacchetto calcio” Sky, sottolineando la mancanza di trasparenza e l’abuso di posizione dominante, verificatosi con l’imposizione di contratti a nostro avviso vessatori, con contenuti e partite nettamente inferiori nel rapporto fra servizio “fruito” e servizio “pagato” alla piattaforma. Abbiamo invocato l’intervento dell autority che, carte alla mano, non ha potuto che accogliere i reclami e le segnalazioni dei consumatori impotenti di fronte al colosso tv.

Ora Sky dovrà fornire spiegazioni sulla mancanza di trasparenza della contrattualistica e, soprattutto, risarcire del danno economico cagionato entro dieci giorni le somme sottratte. Si richiede dunque la formulazione di un’offerta risarcirtoria per ogni utente vittima di pubblicità ingannevole, costretto a pagare altro operatore per poter vedere tutte le partite di calcio, per non parlare dei disagi e disinformazione subiti senza spiegazione alcuna. Chi vuole aderire alla causa per chiedere la restituzione del maltolto ed i danni può farlo mettendosi in contatto con l’ufficio legale dell’associazione NoiConsumatori.

Continua a leggere

Economia

Fendi lancia capsule collection con Jackson Wang

Avatar

Pubblicato

del

Fendi lancia una speciale capsule collection creata in collaborazione con Jackson Wang, noto cantautore di Hong Kong e ambasciatore della maison in Cina. Realizzata sotto la direzione creativa di Silvia Venturini Fendi, la capsule combina lo stile cool di Jackson Wang al dna della maison. Il colore nero e il logo FF ton sur ton utilizzato all over o sotto forma di striscia, sono i tratti distintivi della collezione che presenta una selezione di capi ready to wear, l’iconica borsa Baguette, che ha appena debuttato in versione maschile, una clutch, un cappello, delle sneakers e sandali. Infine uno speciale logo “Fendi Team Wang” sui capi.

Velluto e ciniglia neri impreziosiscono abiti formali, maglioni, T-shirt, pantaloni. Per festeggiare il lancio, dal 19 al 28 luglio, all’ingresso di Shamao Street, shopping center Ifs di Chengdu, dove ha sede un’importante riserva naturale centro ricerche sul panda gigante, sara’ visibile un’installazione che rappresenta un panda appunto, ideato da Wang per Fendi. L’opera, alta 3,3 metri e larga 2, ha la forma di un cubo ed e’ racchiusa da pareti di vetro decorate dalla frase “F Is For…” che prosegue con “Fun, Friends, Fantasy, Funk”. L’installazione trasparente di colore verde rappresenta il Palazzo della Civilta’ Italiana, headquarter romano della maison, in scala ridotta. Gli accessori della capsule di Wang per Fendi includono una Baguette in pelle nera con logo FF in velluto ricamato sulla patta anteriore. Stessa lavorazione sulla tracolla a mano della clutch in pelle nera. Punteggiate dal logo FF e da particolari in velluto le scarpe. Le sneakers sono realizzate in maglia tecnica, mentre la suola dei sandali e’ in materiali tecnici. Il cappello da baseball in ciniglia con il logo FF all-over completa l’offerta degli accessori. La capsule sara’ lanciata in 33 boutique selezionate e sul sito della maison dal 20 luglio. Wang e’ un ex sciabolatore nella squadra di Hong Kong. Nel 2011 ha abbandonato lo sport per dedicarsi alla musica. Nel maggio 2018, durante l’evento Fendi FF Reloaded a Shanghai, Wang ha cantato il singolo inedito Fendiman scalando le classifiche e diventando ambasciatore Fendi in Cina.

Continua a leggere

In rilievo