Collegati con noi

Uncategorized

L’Isis torna a minacciare il ministro Di Maio: per lui la solidarietà bipartisan del mondo politico

Pubblicato

del

Torna a minacciare l’Italia  e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio l’Isis, e lo fa ancora una volta attraverso la  rivista Al-Naba con una foto di Di Maio scattata a Roma in occasione del vertice della coalizione anti-Daesh di giugno scorso. Vertice al quale aveva partecipato anche il Segretario di Stato Usa Antony Blinken.

L’ articolo, dal titolo  ‘Perché il Califfato li spaventa!’ c’era anche un accenno alla ‘conquista di Roma’. Non è la prima volta che il titolare della Farnesina riceve queste ‘attenzioni’ dalla rivista dell’Isis: era già accaduto a luglio.

 

Per Di Maio la solidarietà è ovviamente bipartisan, Giuseppe Conte, presidente del M5S scrive su Twitter : “Sono vicino a Luigi Di Maio per le nuove, gravissime minacce ricevute dai terroristi Isis. Non ci fanno paura: il suo impegno, al servizio del Paese e della stabilità internazionale, non sarà scalfito da atti intimidatori. Chi tocca Luigi tocca ognuno di noi”.

 

“L’Italia non arretrerà di un centimetro nella sua lotta al terrorismo internazionale, dice il presidente della Camera Roberto Fico, le minacce dell’Isis al ministro Luigi Di Maio sono minacce a tutta la nostra comunità. A lui la vicinanza mia e di Montecitorio”.

“A nome mio personale e di tutta la comunità del Partito democratico -dichiara il segretario nazionale del Partito democratico, Enrico Letta – esprimo solidarietà e preoccupazione per questo ennesimo, grave ed esplicito atto intimidatorio verso Luigi Di Maio”.

“Vicinanza e solidarietà al ministro Di Maio” dalla presidente del Senato, Elisabetta Casellati . “Nessuna minaccia potrà mai scalfire l’impegno e la determinazione dell’Italia nella lotta al terrorismo” dice Casellati.

“Solidarietà al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ancora una volta vittima delle minacce dell’Isis. L’impegno dell’Italia, scrive Maria Stella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie su Twitter- contro il fondamentalismo e contro il terrorismo continuera’ senza alcun tentennamento. Difendiamo la democrazia e la libertà”.

Advertisement

Uncategorized

Nubifragi e trombe d’aria al centronord, due morti

Pubblicato

del

Frammenti di mattoni caduti dalla torre del campanile di San Marco a Venezia accanto ad ombrelloni e tavolini dei caffe’ all’aperto della piazza rovesciati e spostati per metri. Le cabine dalle spiagge scaraventate sulla linea ferroviaria Genova-La Spezia. Un mercato a Marina di Carrara spazzato via a tal punto da somigliare ad una scena di guerra. Una gru franata sul tetto di alcuni abitazioni nella frazione di Boara a Ferrara, e il tetto di una casa divelto precipitato su tre auto in provincia di Lucca. Ed ancora centinaia di alberi ad alto fusto sradicati finiti su tetti, auto e strade; chicchi di grandine grandi come noci che hanno distrutto i raccolti e trombe d’aria con raffiche di vento che in alcuni casi hanno raggiunto i 150 chilometri orari travolgendo ogni cosa, compresi automobilisti e passanti. Mentre al sud le temperature sfiorano, in alcuni casi, i 40 gradi, al centronord e’ tornato il maltempo con una bufera di pioggia, grandine e vento che ha travolto Toscana, Liguria, Emilia Romagna, Veneto e in parte la Lombardia con un bilancio ancora provvisorio ma molto pesante: due morti, numerosi feriti e danni molto ingenti ad abitazioni con decine di sgomberati, a stabilimenti balneari, a capannoni industriali, a strade, a campagne e al patrimonio arboreo. Travolti anche tre alberi del museo-giardino di Boboli a Firenze che almeno fino a domani rimarra’ chiuso. Le piu’ ‘bersagliate’ dalla furia della natura sono state le province di Massa Carrara, Lucca, La Spezia e la zona del Levante di Genova, dove solo nel corso della mattina squadre di vigili dei fuoco hanno portato a termine ben 150 interventi. Tra le tante “cartoline dall’inferno” di questa bizzarra estate caratterizzata dagli estremi, siccita’ e nubifragi, che in entrambi i casi hanno lasciato una scia di devastazione, c’e’ quella del trimarano di Giovanni Soldini che “vola” stavolta non per mare ma sulla terra, e plasticamente sintetizza quanto accaduto in quei territori flagellati. L’imbarcazione, la Maserati Multi 70, con i suoi 21 metri di lunghezza e le sue 6 tonnellate di peso e’ stata sollevata dal vento e scaraventata a diversi metri di distanza dal cantiere lungo in fiume Magra, nello spezzino, in cui era custodita. Del resto la situazione e’ talmente critica che nel pomeriggio a Roma si e’ riunita l’Unita’ di crisi del Dipartimento della Protezione civile per fare il punto sul maltempo. E il Capo Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio si e’ appellato “a tutti i cittadini affinche’ seguano le indicazioni delle autorita’ locali e le norme di autoprotezione”. Le previsioni non fanno, infatti, ben sperare poiche’ la perturbazione di origine atlantica che “con precipitazioni a carattere di nubifragio”, e “raffiche di vento, tanto violente quanto estese sul territorio” potrebbero ripetersi anche nella giornata di venerdi’ sulle stesse regioni del centro-nord ed avere una coda della perturbazione “con fenomeni meno diffusi ma comunque localmente di forte intensita’, sul resto delle regioni centrali”, come Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Sardegna. Intanto comincia la conta dei danni e la prima a chiedere lo stesso di calamita’, anche per quelli subiti a Ferragosto sempre per i nubifragi, e’ stata la Toscana, regione in lutto perche’ piange i due morti. Firmato lo stesso provvedimento anche per il Veneto e prossima sara’ la richiesta della Liguria. Non e’ solo l’Italia, anche la Francia conta le sue vittime: sono infatti 5 le persone decedute in Corsica per il maltempo che si e’ abbattuto sull’isola, tra le quali una bambina di 13 anni, un pescatore a Girolata e una donna in Kayak a Erbalunga. Sono 12 i feriti e tra quelli piu’ gravi c’e’ anche una ragazza italiana di 23 anni , colpita da un albero.

Continua a leggere

Uncategorized

Covid: 19.457 contagiati, 78 le vittime. Tasso al 14,8%

Pubblicato

del

Sono 19.457 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i contagiati erano 24.787. Le vittime sono 78, in calo rispetto alle 129 di ieri. Il tasso e’ al 14,8 %, in rialzo rispetto a ieri.   Sono invece 298 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, mentre gli ingressi giornalieri sono 30. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 7.543, in lieve calo nelle ultimo 24 ore.

Continua a leggere

Uncategorized

Europei nuoto: oro Panziera nei 200 dorso donne

Pubblicato

del

Margherita Panziera vince la medaglia d’oro e domina con il tempo di 2:07:13 nei 200 dorso donne agli Europei di nuoto di Roma. Secondo posto per l’inglese Katie Shanahan, mentre il bronzo va a Dora Molnar.

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto