Collegati con noi

Cronache

Liguria, crolla per il maltempo un viadotto sulla Torino-Savona: rischiata una strage

Avatar

Pubblicato

del

Un pezzo di viadotto lungo 30 metri sull’autostrada Torino- Savona è crollato: il cedimento sarebbe causa di una frana staccatasi per il maltempo. Poteva essere l’ennesima tragedia dovuta alla pioggia, visto che in Liguria piove senza sosta ormai da giorni. I vigili del fuoco stanno verificando l’eventuale presenza di un’auto, segnalata da alcuni testimoni ma per fortuna non ve ne sarebbe traccia.

Il crollo è avvenuto nei pressi di Altare in direzione Torino. Ci sono mezzi fermi prima della voragine , non dovrebbero esserci vittime: il luogo viene sorvolato da un elicottero per verificare quanto accaduto.

Advertisement

Cronache

Arrestato Leonardo Badalamenti, il figlio di don Tano: era in Sicilia a casa della madre

Avatar

Pubblicato

del

È stato arrestato dalla Dia per un mandato di cattura internazionale Leonardo Badalamenti, figlio dello storico boss di Cosa nostra Tano Badalementi. Era in vacanza, a casa della madre a Castellamare del Golfo, in provincia di Trapani: gli investigatori della Dia hannoneseguito il mandato dell’autorità giudiziaria di San Paolo, Brasile, per associazione criminale finalizzata al traffico di droga e per falsità ideologica.

Leonardo Badalamenti, 60 anni, alias Carlos Massetti, come si faceva chiamare in Brasile dove aveva l’identità di un uomo d’affari,  era latitante dal 2017 quando venne colpito da un’ordine di arresto. Il secondogenito di don Tano Badalamenti era stato già arrestato nel 2009 durante un’operazione del Ros che vide altre 19 persone accusate di associazione mafiosa ed altri reati. Le autorità brasiliano indagavano Leonardo Badalamenti anche per una serie di truffe milionarie nei confronti delle filiali di Hong Kong di banche d’affari internazionali come Shanghai Bank, della Lehman Brothers e dell’Hsbc.

 

Continua a leggere

Cronache

Genova, aperto alla circolazione il nuovo ponte: ecco la prima auto che lo percorre

Avatar

Pubblicato

del

Tornano a circolare le auto  sul nuovo viadotto sul Polcevera Genova-San Giorgio che è stato aperto al traffico. Erano circa le 22, con un ritardo di un paio d’ore dovuto ad un piccolo rappezzo d’asfalto quando il ponte ha iniziato ufficialmente la sua vita, poco meno di due anni dal crollo del ponte Morandi, una ferita per Genova e per l’Italia intera. Il giorno prima la cerimonia di apertura con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Nella foto pubblicata dal Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti su Twitter la prima auto che percorre il nuovo Ponte

 

Continua a leggere

Cronache

Maresca dà un consiglio a Basentini: in Antimafia dica “ho sbagliato e chiedo scusa agli italiani perbene” e poi risponda alle domande

Catello Maresca

Pubblicato

del

Sarà perché mio padre era un professore di filosofia che ogni tanto mi vengono in mente degli aforismi filosofici. “Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare.”
Lo diceva Socrate, il pensatore greco per cui il primo passo per raggiungere la conoscenza della verità è quello di ammettere la propria ignoranza: come amava ripetere, infatti, il vero sapiente è colui che sa di non sapere perché solo chi conosce la propria ignoranza è interessato a cercare la verità.
Oggi viene audito dalla Commissione parlamentale Antimafia l’ex Capo del DAP, il dottor Francesco Basentini. La Commissione sta cercando di scoprire la verità sulle scarcerazioni dei mafiosi nel periodo del lockdown e lo sta facendo ascoltando numerose persone.

Oggi tocca all’ex responsabile del Dipartimento, lui dovrebbe aiutare a scoprire la verità. Il problema, però, a quanto sembra emergere dalle sue dichiarazioni riportate nei giorni scorsi da alcune agenzie di stampa, è che non mi pare sia partito col piede giusto. Almeno socraticamente parlando.

Sembra infatti fin troppo sicuro della sua verità. Che poi quando non nasce dal confronto è solo una versione, la sua versione. Addirittura secondo lui, la circolare del 21 marzo sarebbe stata un esempio per tutto il mondo. Sarebbe stata copiata ed imitata.

Io non so se questo sia vero. Non dispongo dei dati di confronto di tutti i Paesi del mondo e neanche di quelli più all’avanguardia nella lotta alle mafie. Nè conosco le condizioni delle carceri in quei Paesi, nè l’incidenza e la pericolosità del fenomeno mafioso. Ma so, per averlo sperimentato sulla mia pelle, quali sono stati in Italia gli effetti di quella circolare e della tracotanza di chi pensa di avere la soluzione in tasca.
Se si fanno confronti con altre realtà si devono studiare tutte le variabili. Perché se una cambia, la soluzione è differente ed il ragionamento rischia di essere viziato.

Sono stato abituato nella vita e nella professione di magistrato antimafia ad imparare dai miei errori.
E di errori ne ho fatti tanti. Del resto, non conosco nemmeno “tutte le leggi”. Anche se dopo gentile invito sto cercando di correre ai ripari, almeno per quelle più importanti. Ma per imparare occorre prima ammetterli gli errori.
Ma forse sono solo un nostalgico della verità. Socrate riteneva di svolgere, nei confronti della verità, lo stesso lavoro che faceva sua madre quando aiutava le donne a partorire i loro figli: Socrate si sentiva un ostetrico di anime, che aiutava gli intelletti a partorire il loro autentico punto di vista sulle cose.
Oggi si potrebbe chiamare spirito critico. Anche se non se ne sente quasi più parlare.
I giovani sono sempre più massificati e gli esempi che la nostra generazione dovrebbe dare loro sono tutt’altro che rassicuranti.

adsdasda

Non mi resta che augurarmi che la prima frase del dottor Basentini oggi pomeriggio in audizione sia “ho sbagliato e chiedo scusa agli Italiani perbene”.

Sarebbe un grande segno di umiltà ed un esempio per la comunità delle persone che credono ancora nello Stato e nella Giustizia.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto