Collegati con noi

Uncategorized

Lascia domiciliari e va in barca, tenta fuga a nuoto: preso dopo una lunga nuotata

Pubblicato

del

Era scappato dagli arresti domiciliari a giugno ed è stato rintracciato in barca, a Procida. Quando ha visto i militari della Capitaneria di Porto, il 29enne si è tuffato in mare e ha tentato di fuggire a nuoto. Una sosta di tanto in tanto aggrappandosi al salvagente della Capitaneria e la minaccia di lasciarsi andare a fondo. Nel frattempo sono arrivati anche i carabinieri a bordo di una motovedetta. I militari della Capitaneria non hanno potuto fare altro che scortare lentamente il fuggitivo che non accennava ad arrendersi. L’uomo ha percorso così qualche miglia, quasi tutto il canale di Procida, fino al porto di Monte di Procida. Qui, stremato, è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Pozzuoli che lo aspettavano. L’uomo è finito in manette per evasione e anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Advertisement

Uncategorized

Morto Attolini, il sarto delle giacche dei vip da Oscar

Pubblicato

del

La giacca indossata da Jep Gambardella, un magistrale Toni Servillo ne ‘La Grande Bellezza’, era solo una delle sue originali creazioni. Suoi sono stati gli smoking indossati dallo stesso Servillo in occasione della cerimonia degli Oscar a Los Angeles. A lui si rivolgevano direttamente divi di Hollywood, da De Niro ad Al Pacino, da Dustin Hoffmann a Denzel Washington. Il sarto dei vip da Oscar che non aveva mai abbandonato la tradizione, quella della cucitura a mano in un’azienda a Casalnuovo, in provincia di Napoli, è morto. Della sua scomparsa riferiscono organi di stampa. Cesare Attolini, 91 anni, inventore della ‘giacca napoletana’, destrutturata, leggera e morbida, lascia ai figli Giuseppe e Massimo il testimone di un’azienda avviata dal padre Vincenzo, nel 1930.

Continua a leggere

Uncategorized

Iran: sesta condanna a morte di un manifestante

Pubblicato

del

La Corte rivoluzionaria di Teheran ha condannato a morte un manifestante. Si tratta del sesto caso dall’inizio delle proteste in Iran, circa tre mesi fa. Lo rende noto l’agenzia di stampa Mizan, riportando quando dichiarato dalla magistratura iraniana. Il “rivoltoso” è stato accusato di “aver estratto un’arma bianca con l’intenzione di uccidere e provocare terrore e privare i cittadini della loro libertà e sicurezza, sconvolgendo l’ordine della società”. Secondo i giudici di Teheran, il manifestante durante i disordini nella capitale ha cercato, armato di coltello, di bloccare una strada e in uno scontro con la polizia ha ferito un agente.

Continua a leggere

In Evidenza

Diego jr e i suoi fratelli, tutti insieme da Papa Francesco

Pubblicato

del

Quando di mezzo c’è Papa Francesco si può star certi che qualcosa di straordinario accade. Stavolta si è trattato di una specie di miracolo che ha visto riuniti tutti i figli di Diego Maradona a Roma. C’erano Dalma, Gianina, Jana, il piccolo Diego Fernando con la mamma Veronica Ojeda e Diego Armando Maradona junior con i suoi due piccolini, con Gianina anche Benjamin, il figlio avuto con il calciatore Sergio Aguero, il primo nipotino di Maradona al quale il calciatore era molto affezionato. Tutti insieme per la partita per la pace, e anche in un momento più intimo per i Maradona riuniti davanti al Papa che ha stretto le mani a tutti, riservando una carezza ai bimbi di Diego Junior.

È stato un giorno meraviglioso!!! Certe cose le puoi vivere solo con dio nel cuore!!Sono sicuro che dal cielo sei orgoglioso di noi!!”

È il messaggio scritto su Instagram da Diego jr,  un pensiero per il suo papà.

 

La manifestazione ha visto un tributo a Diego Armando Maradona, a quasi due anni dalla sua scomparsa. L’ex campione argentino era stato in passato promotore della partita e della stessa associazione Scholas Occurrentes. E grazie ad  un innovativo ologramma sono stati proiettati emozioni e ricordi legati alla vita di Maradona. Si è anche esibita live della band Opus, il cui brano Live is Life era salito alla ribalta grazie ad un video in cui l’argentino palleggiava con le note del gruppo austriaco in sottofondo.

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto