Collegati con noi

Sport

Lampo di Mertens ma il Barcellona riesce a pareggiare con un bel Napoli nella bolgia del San Paolo

amministratore

Pubblicato

del

L’urlo “Champions” del San Paolo apre una serata bellissima. Il Barcellona sul campo dove ha giocato il D1Os del calcio Diego Armando Maradona mette in mostra il fenomeno Lionel Messi in un match che non sarà facile per i blaugrana anche se sulla carta sono tecnicamente e tatticamente più forti. Il pubblico del San Paolo, però, è davvero il 12 uomo in campo. La spinta della torçida napoletana è incredibile. Il match inizia col Napoli in pressing, il Barcellona che prova a schiacciare subito il Napoli nella sua metacampo ma gli azzurri sono compatti, giocano bene la palla e sono attenti in difesa e a ripartire in attacco. Le due squadre giocano praticamente in 30 metri di campo. Il Napoli tiene bene il campo grazie anche al grande lavoro dei tre attaccanti Insigne, Mertens e Callejon che rientrano per dare una mano. Alla mezzora esatta grande azione di rimessa del Napoli con Zielinsky e i tre piccoletti. Sulla sinistra sgroppata di Callejon che si porta dietro i difensori. Il Napoli intercetta un pallone grazie ad un errore della difesa catalana, la palla arriva a Zielinsky, cross rasoterra al centro, finta di Insigne, la palla arriva a Mertens che con una palla a giro mette alle spalle del portiere Ter Stegen rimasto immobile. Ancora un capolavoro di balistica del folletto belga che porta il Napoli in vantaggio.

Il San Paolo è una bolgia. Napoli sempre in palla. La partita non cambia, Barcellona che palleggia e Napoli che porta a pungere di rimessa. Al 42 minuto grande tiro a volo di Manolas in corsa che passa di poco a lato da Ter Stegen. Il primo tempo termina con il Napoli in vantaggio. Meritatamente perchè le uniche azioni davvero pericolose sono create dal Napoli. E in un caso c’è stato il gol bellissimo di Mertens che raggiunge così Marek Hamsik in testa alla classifica all time dei cannonieri del Napoli.

L’attaccante belga ha segnato contro il Barcellona il suo gol numero 121, appaiando lo slovacco in testa alla classifica assoluta tra campionato e coppe. Il belga ha segnato 90 gol in serie A, 26 nelle cope europee e 5 in Coppa Italia. Dietro di loro, al terzo posto, Maradona, che fece 115 gol in maglia azzurra. Mertens dopo il tiro a giro che ha battuto Ter Stegen è corso verso la curva A indicando lo stemma del Napoli sulla maglietta e ha ricevuto l’abbraccio di tutti i compagni che hanno celebrato il suo record. Poi Mertens è tornato verso il centrocampo facendo con le dita il segno del cuore ai 50.000 del San Paolo, dichiarando un amore che è in bilico visto che il belga è in scadenza di contratto con il Napoli.

Secondo tempo col Barcellona che praticamente si riversa nell’area del Napoli che si difende sempre con molto ordine e prova a ripartire. Al 49 minuto fallo cattivo di Busquets su Mertens, ammonito. È un colpo killer che mette il belga, migliore in campo, kappao.  Al minuto 56 Griezmann pescato in area da solo mette in gol e pareggia il conto.

Al minuto 62 Milik smarca Callejon da solo davanti a Ter Stegen, lo spagnolo però ha poco coraggio e invece di piazzare tira addosso al portiere. Azione clamorosa finita nel nulla. Il match sembra destinato ad un pareggio anche se il Napoli prova ancora a fare sua la gara con belle azioni di rimessa, ma il Barça fa paura in attacco e dunque bisogna essere coperti. Una bella azione del Napoli, Zielinsky smarca Insigne in area ma il capitano azzurro si fa recuperare e quando prova uno dei suoi tiri a giro sul secondo  palo, lo mette molto a lato. Al 88 minuto espulso Vidal per un brutto fallo su Mario Rui, l’aggressione successiva al portoghese e le proteste contro l’arbitro.

Advertisement

Sport

Mega furto in casa del campione del City Riyad Mahrez, trafugati contanti e gioielli per mezzo milione di sterline

Marina Delfi

Pubblicato

del

Il calciatore algerino del Manchester City Riyad Mahrez ha subito un furto in casa, nel suo attico, secondo quanto riporta il Sun. Il bottino dei ladri ammonta a circa 500mila sterline tra contanti, magliette da calcio rare, bracciali d’oro e tre orologi di lusso. Non è chiaro come i malviventi siano riusciti ad entrare nell’attico di Mahrez ma sicuramente hanno studiato bene il loro piano.

Continua a leggere

Sport

Lionel Messi dopo la pandemia “nè il calcio nè la vita saranno più come prima”

Avatar

Pubblicato

del

“Credo che la cosa peggiore di questa pandemia sia stata la frustrazione di perdere le persone che più si amano e spesso senza neanche poterle salutare: trovo questo profondamente ingiusto”. Leo Messi racconta il suo dolore al Semanal di El Pais, il settimanale del quotidiano spagnolo. Messi confessa di esser convinto “che il calcio non sarà più lo stesso, dopo, ma non solo il calcio: penso che neanche la nostra vita sarà più la stess” dopo che  pandemia di coronavirus è passata, e ha riconosciuto che crea “un’enorme frustrazione” sapendo che molte persone hanno visto morire la loro famiglia e i loro amici, sottolineando che “non può esserci niente di peggio che perdere le persone che ami di più “.

“Quasi a tutti noi rimane il dubbio di come sarà il mondo dopo tutto ciò che è accaduto. Al di là del confinamento e della situazione che ci ha colti di sorpresa, molte persone hanno avuto dei momenti difficili perché questa situazione li ha colpiti in qualche modo, come è successo a tutti coloro che hanno perso persone di famiglia e gli amici e non hanno nemmeno potuto salutarli “, afferma l’attaccante del Barcelona a El País Semanal.

 

Continua a leggere

Sport

È ufficiale, l’Inter cede Mauro Icardi a titolo definitivo al Psg

Avatar

Pubblicato

del

E’ ufficiale: l’Inter ha ceduto Mauro Icardi al Psg. Il club parigino ha esercitato il diritto di riscatto per l’attaccante argentino che e’ gia’ legato al Psg con un contratto fino al 2024. ”Il Club – scrive l’Inter nella nota – ringrazia il giocatore per le sei stagioni trascorse insieme e gli augura il meglio per il prosieguo della sua avventura professionale.”

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto