Collegati con noi

Esteri

Introvabile la campionessa di tennis Peng Shuai, accusó il vicepremier cinese di molestie sessuali

Pubblicato

del

“Dov’e’ Peng Shuai?”. Cresce nel mondo la preoccupazione per la sorte della tennista cinese, che sarebbe scomparsa dopo aver accusato di stupro un leader del suo Paese, e sta facendo il giro dei social l’hashtag #WhereIsPengShuai. La 35enne, ex numero uno al mondo di doppio, lo scorso 2 novembre aveva pubblicato le sue accuse sull’account ufficiale su Weibo (equivalente cinese di Twitter), una messaggio presto cancellato ma che non e’ passato inosservato anche perche’ la donna affermava di aver avuto, tre anni fa, rapporti sessuali forzati con l’ex vicepremier Zhang Gaoli, che dal 2013 al 2018 e’ stato uno dei politici piu’ potenti della Cina. A partire dal 4 novembre, la Cina aveva bloccato ogni riferimento a questo messaggio attribuito a Peng e la censura ha cancellato il messaggio dall’internet cinese, ma gli screenshot si sono diffusi a macchia d’olio. Da allora, la giocatrice non ha piu’ comunicato o fatto apparizioni pubbliche. Oggi, tra l’altro, si e’ mossa anche l’associazione delle tenniste professioniste (Wta), sostenendo che le accuse della donna meritano un’indagine trasparente. “La sua accusa alla condotta di un ex leader cinese, relativa ad un caso di aggressione sessuale, deve essere trattata con la massima serieta’ – afferma in una nota l’ad della Wta, Steve Simon -. Ci aspettiamo che questa faccenda venga trattata correttamente, il che significa che le accuse devono essere indagate in modo completo, equo, trasparente e senza censure”.

Advertisement

Esteri

Appello Usa: americani lascino immediatamente la Russia con ogni mezzo

Pubblicato

del

I cittadini americani sono invitati a “lasciare la Russia immediatamente”, usando “le limitate opzioni” di trasporto commerciale ancora disponibili. Lo si legge nel sito dell’ambasciata Usa a Mosca, citata dalla Tass.

Continua a leggere

Esteri

Afghanistan: accordo tra talebani e Russia su gas e grano

Pubblicato

del

I talebani che hanno sempre combattuto e ucciso russi durante l’occupazione hanno firmato un accordo con la Russia per la fornitura di benzina, diesel, gas e grano all’Afghanistan. Lo ha detto – come riporta l’agenzia Reuters – il ministro afgano del Commercio e dell’Industria ad interim, Haji Nooruddin Azizi. Azizi ha aggiunto che la Russia ha proposto uno sconto sui prezzi medi delle materie prime. L’accordo prevede la fornitura di circa un milione di tonnellate di benzina, un milione di tonnellate di diesel, 500.000 tonnellate di Gpl e due milioni di tonnellate di grano all’anno.

Continua a leggere

Ambiente

Uragano Ian, Cuba senza energia elettrica in tutta l’isola e in Florida 2 milioni di evacuati

Pubblicato

del

L’isola di Cuba e’ senza elettricita’ in tutto il Paese a causa di “un guasto” legato alle condizioni meteorologiche causate dal passaggio dell’Uragano Ian. Lo ha riferito la compagnia Unio’n Ele’ctrica. L’azienda dell’energia elettrica statale ha riferito che il “Sistema elettrico nazionale si trova in una condizione eccezionale, con una produzione di elettricita’ pari a zero (senza servizio elettrico per il Paese)”. “Al momento stiamo lavorando ininterrottamente per ricollegare il sistema, e i lavori continueranno fino a martedi’ notte e mercoledi’ mattina presto”, ha dichiarato La’zaro Guerra, direttore tecnico della societa’. Il Ministero dell’Energia e delle Miniere ha spiegato che il guasto e’ “nei collegamenti occidentali, centrali e orientali” e che “la sua soluzione richiede molta precisione”.

Almeno 1,75 milioni di persone in Florida hanno avuto l’ordine di lasciare le loro abitazioni per l’arrivo dell’uragano Ian nelle prossime ore nella zona di Key West, nel sud, e a Tampa, nell’ovest. Lo ha detto il governatore della Stato Ron DeSantis secondo quanto riportato dalla Cnn. Sono oltre 2,5 milioni le persone alle quali e’ stato comunque consigliato di abbandonare le loro case e cercare un riparo. “Il pericolo e’ reale”, ha insistito DeSantis ribadendo l’appello ai cittadini di seguire le indicazioni. Il capo per la gestione delle emergenze nello Stato, Kevin Guthrie, ha invitato tutti a “muoversi adesso”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto