Collegati con noi

Salute

In Italia oltre 225.400 celiaci, nel 2019 ben 11.000 diagnosi

Avatar

Pubblicato

del

“Nel 2019 in Italia il numero di celiaci ha raggiunto i 225.418 soggetti con piu’ di 11.000 diagnosi effettuate nell’anno”. Lo scrive il ministro della Salute Roberto Speranza nella prefazione della Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia 2019, sottolineando anche come il “Ministero della Salute, nell’ambito delle sue attivita’ di prevenzione, promozione e assistenza sanitaria, e’ impegnato da anni sul tema” con attivita’ che riguardano “il percorso diagnostico e di follow-up, il sostegno alla dieta post diagnosi, la somministrazione dei pasti senza glutine nelle mense e la formazione degli operatori del settore alimentare”. La celiachia e’ una patologia cronica che colpisce circa l’1% della popolazione e si sviluppa in soggetti geneticamente predisposti, che sono costretti a escludere il glutine dalla loro dieta per tutta la vita. “Il Servizio Sanitario Nazionale, nel rispetto dei Livelli Essenziali di Assistenza, – ricorda il ministro Speranza – garantisce mensilmente al celiaco un sostegno per l’acquisto degli alimenti senza glutine”. Per favorire la corretta alimentazione anche fuori casa, “ogni anno il Ministero della salute ripartisce tra le Regioni dei fondi che hanno l’obiettivo di garantire la somministrazione dei pasti senza glutine nelle mense e favorire le attivita’ formative destinate agli Operatori del Settore Alimentare”. La relazione annuale sulla celiachia, conclude, “unico riferimento nel suo genere in materia , sintetizza i dati epidemiologici, le novita’ scientifiche e le attivita’ regolatorie piu’ significative ed e’ il frutto della costante collaborazione tra istituzioni centrali e territoriali, associazioni di categoria ed imprese che ogni giorno contribuiscono a salvaguardare la salute dei cittadini”.

Advertisement

In Evidenza

Trapianto trachea, il paziente: sono uscito anche in bici

Avatar

Pubblicato

del

 “Respiravo male ora sono uscito pure in bici, non ho difficolta’ nel parlare e se non sto attento mangio molto di piu’, mi e’ cambiata la vita”. Parla Giuseppe, 50 anni, che ha passato un mese in terapia intensiva alla fine del 2020 per Covid e che lo scorso 3 marzo e’ stato sottoposto al trapianto totale di trachea al Policlinico Sant’Andrea di Roma. Dopo l’intervento, ha riferito Cecilia Menna, la chirurga toracica che ha guidato l’intervento, il paziente ha avuto una polmonite postoperatoria risolta, ed e’ stato dimesso il 22 marzo. L’uomo si e’ collegato in diretta durante la conferenza stampa organizzata per illustrare l’intervento.

Continua a leggere

Salute

Tumore della pelle , ecco il farmaco per sconfiggerlo

Avatar

Pubblicato

del

Un farmaco ora usato per il trattamento delle malattie neuromuscolari potrebbe aiutare a prevenire una forma comune di tumore della pelle causata dai danni dei raggi ultravioletti del sole, gli Uvb. A dirlo e’ uno studio dell’Ohio State University che e’ stato pubblicato sulla rivista scientifica Cancer Prevention Research. Il lavoro ruota attorno al neurotrasmettitore dopamina, che attivando i suoi recettori D2 puo’ fermare lo sviluppo e la progressione di alcuni tumori squamosi precancerosi della pelle indotti dagli Uvb. Per Sujit Basu, autore senior dello studio, proprio questo lavoro indica “che un farmaco comunemente usato che attiva specifici recettori della dopamina potrebbe aiutare a ridurre la recidiva del cancro della pelle a cellule squamose e forse anche a prevenire completamente la malattia. Questo e’ particolarmente stimolante perche’ si tratta di un farmaco che e’ gia’ prontamente utilizzato in contesti clinici ed e’ relativamente poco costoso. Siamo entusiasti di continuare il rilancio in quest’area di ricerca”. Questo genere di tumore, spiegano i ricercatori, si ripresenta per tutta la vita di una persona e la malattia avanzata puo’ portare alla deturpazione fisica. Si tratta di forme cancerose collegate ai raggi dannosi del sole e, nonostante una maggiore consapevolezza sull’esposizione della pelle, i tassi della patologia sono in aumento da molti anni.

Continua a leggere

Salute

Scoperto tassello mancante che spiega crescita dei tumori

Avatar

Pubblicato

del

Scoperto il tassello mancante che spiega come proliferano le cellule tumorali. I ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ e dell’Universita’ di Roma Tor Vergata, in collaborazione con altri Centri di ricerca europei e statunitensi, hanno Individuato per la prima volta il rapporto tra due particolari proteine, Ambra1 e Ciclina D: quando e’ sbilanciato, si innesca il processo tumorale. La scoperta apre la strada a terapie specifiche, contro molti tumori degli adulti e dei bambini, che inibiscono il sistema di difesa delle cellule malate sino alla loro autodistruzione. Lo studio, sostenuto da AIRC, e’ pubblicato su Nature.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto