Collegati con noi

Salute

In Italia ci sono 6 milioni di obesi, 15 mila persone ogni anno ricorrono al bisturi

Avatar

Pubblicato

del

In Italia 16 milioni di persone sono in sovrappeso e più di 6 milioni sono obesi: il grasso in eccesso è uno dei più diffusi problemi di salute anche nel nostro Paese. I pazienti che scelgono di fare ricorso al bisturi per risolvere i loro problemi di obesità sono circa 15 mila l’anno,  quasi tutti nelle regioni del Nord. Rispetto al resto d’Europa sono numeri molto più bassi. A fare il punto oggi, a Roma, la quarta edizione del “Live Surgery Workshop in Chirurgia Bariatrica e Laparoscopica”, promosso dalla “Obesity Unit” del Policlinico Tor Vergata. In Europa il sovrappeso è considerato la causa dell’ 80% dei casi di diabete di tipo 2, del 55% dei casi di ipertensione arteriosa e del 35% dei casi di cardiopatie ischemiche. Il che si traduce ogni anno in almeno un milione di morti e 12 milioni di persone gravemente ammalate. Il grasso fa male, a volte ammazza.

A cambiare la storia della malattia è stato l’utilizzo delle tecniche chirurgiche laparoscopiche e mini-invasive, che hanno reso possibile una vera e propria rivoluzione bariatrica, diventata negli anni sempre più sicura. Ma il ricorso al bisturi nella lotta all’obesità inItalia riguarda lo stesso numero di interventi che si fanno nell’Olanda, nazione molto meno popolosa. Basta pensare che in Francia sono almeno 60 mila le persone che scelgono il bisturi e 300 mila negli Stati Uniti. I 15 mila interventi di chirurgia bariatrica fanno registrare una “impressionante divisione geografica, che vede una schiacciante primazia degli interventi nelle Regioni del Nord, un incremento considerevole al Centro, uno scarso ricorso alla cura chirurgica nel Meridione”, spiega Paolo Gentileschi, Responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Bariatrica del Policlinico di Tor Vergata (Roma).

Advertisement

Esteri

Morbillo, lo Stato New York pone fine alle esenzioni religiose per i vaccini

Avatar

Pubblicato

del

Il governatore dello Stato di New York ha firmato la legge che pone fine alle esenzioni per i vaccini per motivi religiosi. Un provvedimento che arriva nel momento in cui gli Stati Uniti sono alle prese con la peggiore epidemia di morbillo degli ultimi decenni e che a New York sarebbe partita da un focolaio nella comunita’ ebraico ortodossa di Brooklyn. Il sindaco della Grande Mela Bill de Blasio aveva gia’ dichiarato lo stato di emergenza invitando tutti a vaccinare i propri figli pena multe salatissime e l’esclusione dalle scuole. “La scienza e’ chiarissima, i vaccini sono sicuri e salvano la vita dei bambini”, ha detto Cuomo

Continua a leggere

Salute

I tumori hanno un’alleata silenziosa, è la proteina Mical2 che li aiuta a nutrirsi: ma la guerra si può vincere

amministratore

Pubblicato

del

Caotici, disordinati e incontrollabili, i vasi sanguigni che permettono ai tumori di nutrirsi e di crescere hanno un’alleata nascosta, individuata grazie a una ricerca italiana e che, dopo almeno 30 anni, promette di aprire una nuova strada per ridurre le cellule malate alla fame senza effetti collaterali negativi. La proteina si chiama Mical2 ed e’ stata scoperta dal gruppo dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa guidato dalla biologa molecolare Debora Angeloni. Pubblicata sulla rivista Biochimica et Biophysica Acta – Molecular Basis of Disease, la scoperta riapre dopo molto tempo la possibilita’ proposta negli anni ’80 dal biologo cellulare Judah Folkman, stroncato da un infarto nel 2008 all’eta’ di 74 anni. Aveva proposto l’ipotesi di poter bloccare la crescita dei vasi sanguigni dei tumori (angiogenesi) dall’universita’ di Harvard, ma la sua teoria e’ stata sempre accolta con molta cautela e le sperimentazioni volte a bloccare la crescita dei vasi sanguigni dei tumori non hanno finora portato risultati convincenti. La scoperta italiana potrebbe riaprire questa via puntando su un nuovo bersaglio, la proteina Mical2, presente nei tumori piu’ comuni nell’uomo, quelli solidi. “Bloccare l’azione di questa proteina significa bloccare lo sviluppo dei vasi sanguigni che portano alle cellule tumorali ossigeno e nutrienti”, ha detto Angeloni. “C’e’ ancora molto lavoro da fare, ma e’ stata aperta una prospettiva”. La proteina Mical2 si risveglia ogni volta che le cellule malate liberano il segnale che, come una calamita, attira in modo inesorabile le cellule del tessuto che fodera i vasi sanguigni, chiamato endotelio; questa azione deforma i vasi, allungandoli fino a catturarli per nutrire il tumore. Il segnale e’ il fattore di crescita delle cellule dell’endotelio (Vegf) e il suo braccio destro e’ la proteina Mical2. “L’abbiamo individuata sia nei tumori piu’ aggressivi, sia in quelli meno aggressivi, mentre non e’ espressa nei vasi sanguigni normali”, ha rilevato Angeloni. Le proteine Mical erano finora note per la funzione importante che svolgono nell’impalcatura (chiamata citoscheletro), che permette alla cellule di interagire con le sue simili, di aderire a una superficie e di muoversi. Avere scoperto la nuova funzione significa avere individuato una strada inedita per riuscire ad affamare i tumori.

Continua a leggere

Salute

Epatite colestatica acuta dopo l’assunzione di integratori a base di curcuma, ecco i prodotti ritirati dal mercato

amministratore

Pubblicato

del

Salgono a 20 i casi di epatite colestatica acuta, non infettiva e non contagiosa, segnalati dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e riconducibili al consumo di integratori a base di curcuma. Il Ministero della Salute aggiorna così i casi a oggi, 12giugno. “Sono in corso le verifiche per individuare la causa responsabile dei casi di epatite. In attesa delle analisi, i consumatori sono invitati, a titolo precauzionale, a sospendere il consumo di tali prodotti”, rende noto il Ministero. I casi segnalati sono correlati a prodotti di diverse marche che appresso vi elenchiamo come quelli di tutti i lotti ritirati.

Ecco gli integratori a base di curcuma ritirati dal mercato e che non devono essere usati.

  1. Piperina e curcuma più 95 – lotto 9023 scadenza febbraio 2022- Bodyline, prodotto da Phytoprime
  2. CRCMN-P – HB (Health & Beauty)
  3. Piperina e Curcuma plus  HTF Group San Marino –  lotto 2379 – prodotto da ALSA LAB
  4. Rubigen curcuma e piperina – lotto 210219 scadenza febbraio 2022 – Naturfarma
  5. Movart – lotto M80315 – Scharper S.p.A., Farmaceutici Procemsa spa Nichelino
  6. Curcuma Piperina Abbè Roland prodotto da Studio 3 Farma s.r.l.
  7. Versalis – lotto I 0187 scadenza 01/2022 – Geofarma s.r.l. – prodotto da Labomar s.r.l.
  8. Rubigen curcuma e piperina – lotto 250119 – Naturfarma
  9. Curcumin+piperin – Vegavero – prodotto da Vanatari International GMBH, Berlino
  10. Tendisulfur Forte bustine – Laborest Italia s.r.l. prodotto da Nutrilinea s.r.l.
  11. Cartijoint Forte – lotto 24/18 – Fidia Farmaceutici s.p.a. prodotto da Sigmar Italia s.p.a.
  12. Curcuma liposomiale più pepe nero – lotto 1810224, scadenza 10/21, prodotto da Laboratories Nutrimea con sede e stabilimento di produzione rue des Petits Champs 20, FR 75002, Parigi
  13. Curcuma 95% Maximum – lotto 18L264, scadenza 10/2021, prodotto da Ekappa Laboratori s.r.l. per conto di Naturando s.r.l.
  14. Curcuma complex – B.A.I. aromatici per conto di Vitamin shop
  15. Tumercur – Sanandrea
  16. Movart – lotto M70349 scadenza 08/2019 – Scharper S.p.A., Farmaceutici Procemsa spa Nichelino
  17. Curcuma Meriva 95% 520mg Piperina 5 mg – Farmacia dr. Ragazzi, Malcontenta
  18. Curcuma “Buoni di natura” – Terra e Sole
  19. Curcumina Plus 95% – lotto 18L823 – NI.VA prodotto da Frama
  20. Curcumina 95% Kline – lotto 18M861 – NI.VA prodotto da Frama
  21. Curcumina Plus 95% piperina linea@ – lotto 2077-LOT 19B914 – NI.VA prodotto da Frama
  22. Curcumina Plus 95% piperina linea@ – 18c590 – NI.VA prodotto da Frama

Continua a leggere

In rilievo