Collegati con noi

In Evidenza

Il Psg dopo Neymar rischia di perdere contro il Manchester United anche Edinson Cavani per infortunio

Avatar

Pubblicato

del

Dopo Neymar, il Psg rischia di perdere anche Edison Cavani, infortunatosi ieri sera nella sfida vinta contro il Bordeaux (1-0 grazie a un rigore calciato proprio dall’uruguaiano) a serio rischio per la Champions di martedi’ sera, all’Old Trafford contro il Manchester United. “Non e’ possibile perdere tutti quei giocatori …”, le parole del Thomas Tuchel, apparso pessimista sulle possibilita’ di recupero dell’attaccante. “Non ci sono buone notizie, ha detto il tecnico del Psg a Canal+, parlando dell’infortunio del ‘Matador’, 32 anni la prossima settimana – Al momento non sappiano ancora nulla di preciso, dobbiamo aspettare, ma non ci sono buone indicazioni. E’ un brutto colpo. Sono preoccupato. Abbiamo gia’ perso Neymar, abbiano tante partite da affrontare. E’ troppo, davvero troppo. Questi sono giocatori di qualita’, decisivi in Champions League. Non e’ possibile perdere tutti questi giocatori, e non abbiamo un secondo Edinson”, ha chiuso sconsolato Tuchel. Se il ‘Matador’ non dovesse farcela, possibile che in Champions il Psg giochi con una linea d’attacco composta da Di Maria, Mbappe’ e Draxler. Per il Psg si tratta di una mezza maledizione arrivare al momento clou della Champions senza i suoi giocatori simbolo: e’ gia’ successo con Ibrahimovic nel 2014 (contro il Chelsea) e nel 2015 (contro il Barcellona), poi con Verratti (contro il City nel 2016) e l’anno scorso con Neymar (contro il Real Madrid).

Advertisement

In Evidenza

Francesca Schiavone: “Ho combattuto e vinto contro il canco”

Marina Delfi

Pubblicato

del

“Adesso vi racconto gli ultimi 7 mesi della mia vita”: Francesca Schiavone racconta su Instagram di aver battuto il cancro e di essere, ora, felice. Una confessione choc quella della ex campionessa apparsa dopo mesi di silenzio, i mesi in cui combatteva contro la sua malattia, la vittoria. Si quella vittoria alla quale ci aveva abituato sui campi da tennis, e che ora in questa circostanza ha reso la forte ex tennista felice.

 

La diagnosi di tumore maligno, la chemioterapia,  senza mai arrendersi come spiega in questo video ma lei, la leonessa sul campo da tennis, è riuscita a non farsi abbattere ed ha sconfitto l’avversario più tosto.

 

Continua a leggere

Cultura

Ischia Ponte, il borgo che resiste alla “corruzione” del tempo in una mostra-evento di Pasquale Mazzella

Avatar

Pubblicato

del

Se non l’avete ancora fatto, vale la pena una visita al vecchio carcere mandamentale del Molino di Ischia dove potrete ammirare una bellissima mostra, dal titolo evocativo, “Grafica”, dell’architetto Pasquale Mazzella. In ventisei tavole realizzate attraverso lo sviluppo di disegni a china, pastelli e pennarelli, Mazzella ci fa vivere, rivivere, assaporare la bellezza, la originalità, la spiritualità, la veracità di quelli che per lui sono i luoghi dell’infanzia e che per tutti noi sono invece posti incantevoli di un borgo senza tempo dove il disegno urbanistico e le stratificazioni della popolazione hanno dato vita ad una sorta di unicum nel Mediterraneo: Ischia Ponte.

In questo luogo rappresentato da Mazzella coesistono la maestosità del Castello Aragonese, la visione onirica delle vestigia romane e preromane di Aenaria sotto il mare della baia di Cartaromana e la quotidianità della contemporaneità che l’assetto urbanistico e la geografia umana riescono a far convivere, non senza difficoltà. Quel che Mazzella riesce a farci vivere non sono sogni ma splendide realtà che non sappiano quanto dureranno ancora: le rievocazioni delle botteghe artigiane che ancora resistono ma rischiano di sparire; le vecchie motocarrozzette taxi che oggi fanno servizio pubblico grazie a Pasqualino (noto come il Furetto) e pochi altri, mentre i giovani tassisti si sono arresi alle orrende auto bianche squadrate;  le barche, le fontanine, il cinema, le chiese viste dal sagrato e mille altri tratti distintivi di una comunità che finora ha resistito alle mutazioni anche genetiche che certo turismo altrove ha contaminato, corrotto, non solo nell’urbanistica.

Tra tante iniziative natalizie inutili, eventi di plastica organizzati per spendere qualche soldo pubblico ed altre facezie del consumistico Natale isolano, questa mostra è una piccola oasi di identità e ricchezza culturale che si può visitare tutti i giorni dalle 17 alle 21 negli spazi del vecchio carcere mandamentale del Molino a Ischia.

E se siete fortunati è molto probabile che troverete anche lui ad accogliervi e a farvi da Cicerone, Pasquale Mazzella. Che col suo racconto rende la visita ancora più affascinante, più vera. E se non lo trovate, ve lo offriamo noi di Juorno in questo video racconto della mostra. Certo, dal vivo è tutta un’altra cosa.

Continua a leggere

Ambiente

Parco del Cilento e Soccorso Alpino: firmata la convenzione per migliorare la sicurezza

Marina Delfi

Pubblicato

del

L’obiettivo era quello di migliorare la sicurezza e le modalità di soccorso all’interno dell’area del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni: per questo motivo è stata firmata nella spettacolare sede delle Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni la convenzione tra Soccorso Alpino e Speleologico della Campania CNSAS e il Parco stesso.

Un atto voluto fortemente dal presidente del Parco Tommaso Pellegrino: ci sono voluti numerosi incontri prima di arrivare all’importante protocollo di collaborazione siglato dal presidente del Soccorso Alpino CNSAS Girolamo Galasso, dallo stesso presidente dell’Ente parco Pellegrino, di cui si era fatto promotore anche il direttore del parco Romano Gregorio.

Il Soccorso Alpino e speleologico della Campania era già operativo all’interno del Parco dove portava avanti attività addestrative e di soccorso ma poiché l’obiettivo, come ha detto il presidente Tommaso Pellegrino, occorre dare sempre maggiore sicurezza  e  migliorare  l’operatività nel soccorso, SASC  si impegnerà nella divulgazione della prevenzione dagli incidenti e nella sicurezza nonché, quale attività istituzionale, al soccorso degli infortunati e pericolanti in ambiente impervio.

 

 

Continua a leggere

In rilievo