Collegati con noi

Napoli

Il Napoli ora gioca, ma paura ed errori puniscono Gattuso

Valeria Grasso

Pubblicato

del

Il Napoli ben figura a Roma con la Lazio ma resta vittima del suo unico errore. Predomina ancora la paura. Ospina e Di Lorenzo lo specchio di questo Napoli spesso e volentieri autolesionista, anche se non è giusto caricarli di troppe colpe.

Si è vista la volontà e la voglia di fare bene. Un Napoli nettamente in ripresa: la cura Gattuso sembra inizi a dare i suoi frutti. In particolare nella ripresa il Napoli appariva ordinato e ben organizzato, a tratti più dell’avversario, meno arrembante delle ultime prestazioni. Gli azzurri hanno retto il campo nella consapevolezza di poter uscire dall’Olimpico con un risultato positivo. Costruiscono gioco e anche varie azioni da goal: il palo e il miglior Strakosha negano il goal a Zielinski e Insigne.  Forse è quella la sliding door. Capita ancora che in area i giocatori si perdano. Il Napoli ci arriva talvolta tanto vicino, ma quando finalmente riesce a concludere non segna. Poca precisione? Sfortuna?  Paura? Tutte queste componenti.  Ma la paura è psicologicamente peggio perché porta ad errori inspiegabili, inimmaginabili, inaccettabili. Purtroppo anche con la Lazio il Napoli vive lo stesso incubo vissuto a Torino grazie a quel disgraziato autogol di Koulibaly con la Juventus. Un episodio che ha evidentemente segnato una stagione.

Per l’ennesima volta in questo campionato il Napoli si autoflagella, fa tutto da solo in 30′ di follia, regalando alla Lazio la decima vittoria consecutiva. Gli artefici della debacle sono stati stavolta Ospina e Di Lorenzo ma cambia poco. Al Napoli – apparso in crescita – si vede che quest’anno non viene perdonato proprio nulla.  Occorre impegnarsi, rialzarsi e crederci. Si confida nella cura Gattuso (che pur si assume tutte le responsabilità del caso) affinché possa avere effetto sul campo e contro ogni paura.

Advertisement

Napoli

Giancarlo Siani sarà giornalista professionista alla memoria il 23 settembre

Avatar

Pubblicato

del

Il 23 settembre Ordine della Campania e Ordine nazionale dei giornalisti presentano la nuova edizione del libro “Le parole di una vita” che contiene tutti gli scritti giornalistici di Giancarlo Siani. Unica edizione completa. Alle ore 10.30 al cinema Modernissimo di Napoli la consegna alla famiglia del tesserino alla memoria da professionista intestato a Giancarlo e la presentazione del libro. Saranno

Continua a leggere

Cronache

Scopre di avere tumore ma non rinuncia alla gravidanza e mette al mondo una bimba nonostante la chemio

Avatar

Pubblicato

del

La sua vita si era ‘fermata’ a marzo, a 42 anni, quando al terzo mese di gravidanza ha scoperto di avere un tumore al seno. La sua bimba non puo’ piu’ nascere, deve abortire, le dicono tutti i medici che consulta. Deve essere operata subito e sottoporsi a un ciclo di chemioterapia.. E’ gia’ mamma, ma a quella seconda gravidanza non ha voluto rinunciare. Anche a costo della propria vita. Arriva all’ospedale ‘Pascale’ di Napoli, nella stanza di Michelino de Laurentiis, che le ha organizzato un percorso di cura personalizzato. Viene operata ad aprile, in pieno lockdown, all’inizio del quarto mese di gestazione, e subito dopo inizia la chemioterapia, che ha portato avanti senza particolari problemi durante i successivi cinque mesi di gravidanza. Oggi e’ nata sua figlia. Stanno entrambe benissimo, assicurano i medici.

Michelino de Laurentiis. Oncologo

Al Pascale, la nascita della bimba e’ stata possibile grazie a un protocollo creato ad hoc per le donne giovani. Sono diversi i casi di tumore al seno trattato con successo in gravidanza, cosi’ come sono tante le donne che, pur essendosi ammalate giovanissime, sono guarite e hanno potuto avere la gioia di una gravidanza dopo il tumore. Il ‘Pascale’ di Napoli ha una storica tradizione nel trattamento del tumore al seno, per il quale rappresenta da decenni un centro di riferimento regionale. L’Oncologia Medica Senologica, sotto la direzione di Michelino De Laurentiis, e’ diventata, spiegano dall’ospedale, il primo centro in Italia per numero di protocolli sperimentali con farmaci innovativi sul tumore al seno, oltre ad essere tra le prime dieci istituzioni al mondo per offerta di protocolli terapeutici sperimentali con farmaci innovativi.

Continua a leggere

Cronache

Abusi sessuali su due pazienti oncologiche, interdetto per un anno un medico in servizio al “Pascale” di Napoli

Avatar

Pubblicato

del

Secondo l’accusa, quindi non secondo una sentenza, un medico avrebbe costretto più volte due pazienti a subire abusi sessuali. Questa grave accusa è stata formulata dalla Procura di Napoli che hanno coordinato le indagini degli investigatori della Squadra Mobile della Questura. Al medico del Day Surgery Senologia dell’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” gli agenti del commissariato Arenella hanno notificato una interdizione dalla professione di medico della durata di 12 mesi. La misura cautelare è stata emessa dal giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli nei confronti del dottore Raffaele Tortoriello, che svolge la sua attività anche nella sanità privata. Evidentemente il medico potrà e dovrà difendersi da queste contestazioni eventualmente in un processo, appena sarà incardinato.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto